La nuova stagione del Centro Sperimentale di Cinematografia

Sala mixITALIA – Il Centro Sperimentale di Cinematografia fino al 25 luglio prossimo apre le porte ai sogni di molti giovani, partecipare alle selezioni è solo l’inizio di un bel viaggio che servirà a farli diventare realtà. Entrare a  far parte di una delle più importanti e prestigiose Scuole di Cinema non è impossibile.  Il nuovo Bando si propone di individuare, selezionare e formare giovani che con il massimo impegno, in tutte le singole specializzazioni, contribuiranno allo sviluppo dell’arte e della tecnica cinematografica.
Ogni domanda di ammissione potrà essere inviata fino al 25 luglio seguendo le indicazioni pubblicate nel sito della Scuola www.fondazionecsc.it. I posti sono 66 suddivisi in 6 per ciascun corso: Costume, Montaggio, Regia, Sceneggiatura e Scenografia; 12 posti per il corso di Recitazione e 8 posti per ciascuno dei corsi di Fotografia, Suono e Produzione. I programmi didattici della Scuola Nazionale di Cinema si articolano nell’arco di un triennio e si prefiggono l’obiettivo di una formazione completa degli allievi che coniughi tradizione e innovazione, sperimentazione e ricerca, stimolando al massimo grado i processi di collaborazione tra tutte le componenti tecniche e artistiche che concorrono alla creazione dell’opera cinematografica e audiovisiva. I piani di studio delineano i percorsi formativi delle singole discipline nelle loro specifiche peculiarità, ma anche come parti solidali di un tutto, ponendo in evidenza la fitta rete di relazioni interne che ne determina e garantisce la coerenza. Il programma didattico comporta la frequenza obbligatoria. Nelle prime due annualità i moduli d’insegnamento sono finalizzati a stimolare, in modo sistematico, le attitudini e le capacità degli allievi, alla luce delle conoscenze acquisite, attraverso esercitazioni collettive e laboratori. La terza annualità, oltre a specifici corsi di approfondimento, è dedicata ai “lavori di diploma”, che vedranno impegnate tutte le aree specialistiche (compatibilmente con le esigenze artistiche) nella realizzazione di opere audiovisive.  E nelle sedi regionali del Csc è possibile seguire il corso di Reportage audiovisivo in Abruzzo, in Piemonte il corso di Animazione, in Lombardia i corsi di Cinema d’impresa – documentario e pubblicità e quello di Creazione e produzione fiction e in Sicilia il corso di Documentario.

 

Franco Baccarini
Franco Baccarini

Scrittore, saggista, docente universitario a.c., autore di articoli per giornali cartacei e telematici, di testi per il teatro e di cortometraggi. Teatrografia 2007 – Autore del dramma in atto unico “Insostituibili assenze”. 2020 - Autore della commedia brillante in tre atti “Privatissimo... ma non troppo” Filmografia 1996 – Soggettista, sceneggiatore e regista del video-clip “Anatomia dell’altro volto di una metropoli”. 2012 – Soggettista e sceneggiatore del cortometraggio “La ragazza e il mare” (regia di E. Colombo). 2013 – Soggettista e sceneggiatore del cortometraggio “Un amore da proteggere” (regia di L. Greco). Bibliografia 1996 – “Il rapporto tra cinema e romanzo” (Centro Studi Cinematografici). 1999 – “Francois-René de Chateaubriand a Roma e dintorni” (Lazio Ieri e Oggi). 2004 – “L'amore nel cinema” (Il Filo Rosso). 2007 – “Cinema e tecnologia” (Il Filo Rosso). 2007 – “Appunti sul rapporto tra cinema e romanzo” (Il Filo Rosso). 2008 – “Bioetica animalista. Dagli aspetti socio-filosofici alle applicazioni pratiche nella sperimentazione clinica dei farmaci” (Edizioni Universitarie Romane). 2009 – “La Tecnoetica nel Cinema. Bioetica del Futuro” (Edizioni Palombi). 2010 – Capitolo “Tecnoetica nel Cinema” all’interno del volume “Tecnicizzare l’uomo o umanizzare la tecnica?” (Edizioni LEV), di Autori Vari. 2012 – “Tecnoetica e Cinematografia” (Edizioni Universitarie Romane)....