Deborah Iurato, passione e gioia per la musica

Dieci domande ad una delle migliori voci del cantautorato italiano degli ultimi anni.

Deborah Iurato ha esordito nel 2014 nel talent show “Amici di Maria De Filippi”, vincendo la tredicesima edizione.
Il suo primo EP, intitolato “Deborah Iurato”, si è aggiudicato il disco di platino.
In questi anni ha ottenuto altri dischi d’oro e ha collaborato con Fiorella Mannoia, Alessandra Amoroso, Giovanni Caccamo, Loredana Bertè, Rocco Hunt e Moreno. Ha anche aperto il concerto di Lionel Richie a Milano.
Nel febbraio 2016 ha esordito al Festival di Sanremo insieme a Giovanni Caccamo nella categoria “Campioni” con il singolo “Via da qui”, classificatosi al terzo posto. Nello stesso anno è stata concorrente della sesta edizione del programma televisivo “Tale e quale show”, trionfando nella puntata finale.
Nel luglio di quest’anno è uscito “Ma cosa vuoi?” e dall’8 dicembre è disponibile “Voglia di gridare”, il nuovo singolo, sulle piattaforme digitali e dall’11 dicembre in rotazione radiofonica.

Partiamo dalle tue origini artistiche, quando hai iniziato a interessarti alla musica?
Ero molto piccola, avevo 5 anni quando ho iniziato a cantare le canzoni dello Zecchino D’oro. Ogni giorno cantavo “Caro Gesù Bambino” e tutto era filmato da mia madre. Sono sempre stata attirata dalla musica questo anche grazie a mio padre. Così a 12 anni iniziai a studiare canto, poi le serate nei locali e i matrimoni, ogni volta che cantavo capivo che la musica era e continua ad essere la mia più grande passione.

Raccontaci un po’ del tuo percorso artistico.
Sono riuscita ad entrare nella scuola più amata d’Italia “ Amici “ nel 2013, è stata l’esperienza più ricca ed intensa e grazie a Maria e a tutte le persone che fino ad oggi mi supportano sono riuscita a fare della mia passione più grande il mio lavoro. Poi Sanremo nel 2016 insieme al mio caro amico Giovanni Caccamo. Il palco dell’Ariston è stato per me quello più bello ed emozionate, grazie anche a Giuliano Sangiorgi per averci scritto e regalato “Via Da Qui”. Anche “Tale e Quale” è stata un’avventura splendida, mi sono divertita molto e ho scoperto una grande famiglia!

Raggiungere un proprio stile e identità, quanto è importante per un musicista?
È importante… Ma tu per prima devi essere pronta ad affrontare il cambiamento. In questo ultimo periodo ho lavorato molto su me stessa e sentivo il bisogno di una svolta, lavorando tantissimo anche sulle sonorità delle mie canzoni e sulla mia voce.

Quali sono i tuoi punti di riferimento (cantanti o band a cui si ispira)?
Sicuramente Whitney Houston e Laura Pausini.

Cos’è la musica per te?
La musica fa parte del mio essere… Non riuscirei a farne a meno! Mi fa stare bene nei momenti belli e sfogare nei momenti tristi. È il miglior mezzo di comunicazione è condivisione. Non immagino la mia vita senza musica.

Cosa provi quando canti?
Cosa provo? Gioia, felicità, paura, benessere, equilibrio… Emozioni che ogni volta sono come la prima volta!

Quanto conta per te il testo di una canzone rispetto alla musica?
Sicuramente conta molto. Ma penso anche che una canzone è fatta sia di testo che di musica diventando un tutt’uno.

Tra le tue esperienze e partecipazioni, quali ricordi con soddisfazione e con quali altri cantanti vorresti esibirti?
Il palco di Sanremo rimane l’esperienza è la partecipazione più bella! Mi piacciono molto artisticamente Aiello e Fasma

Ci sono tanti giovani che sognano di diventare cantanti. Che consigli gli dai?
Sognare è avere degli obbiettivi nella vita per me è importante. È bello camminare verso qualcosa che vorremo realizzare. Non arrendersi mai anche di fronte agli ostacoli!

Hai un particolare progetto ideale e concettuale cui arrivare come massima aspirazione?
Ok! Mi piace sognare in grandissimoooo!!! Conoscere Dua Lipa!

 

E’ possibile seguire Deborah Iurato sui social
Facebook: https://www.facebook.com/DeborahIuratoOfficial
Instagram: https://www.instagram.com/debyiurato/