Artico: il nuovo singolo “Caos”

Dal 26 gennaio è disponibile in radio e in digitale

Copertina Caos-inDal 26 gennaio è in radio e disponibile negli store e sulle piattaforme digitali “Caos” (Delta Top/Believe), il singolo degli Artico, brano ispirato dal momento storico che stiamo vivendo scritto da Claudio Bartolucci che lo ha prodotto con Francesco Sciarretta.
Il brano è stato registra e mixato a Roma al Delta Top Studio nell’ estate 2020, masterizzato da Scott Hull a Masterdisk N.Y. con il progetto grafico e video di Ari Takahashi e l’immagine di copertina di Antonio Di Palma.
“CAOS è una ballad con atmosfere jazz/blues che cerca di interpretare i concetti di umanità, disagio e trasformazione, attraverso una lettura personale dei cambiamenti in corso nella società globale – spiega Claudio Bartolucci, autore del brano – il Caos come elemento storico di discontinuità, ‘pioggia sulle regole’, ma anche dirompente opportunità ‘per cambiare cose inutili’. ‘La strana realtà costruisce codici’ per adattarsi ed andare oltre ma l’instabilità delle cose del Mondo non promette successi duraturi.”

Artico è una band composta da musicisti polistrumentisti di estrazione classica, rock e jazz, Francesco Sciarretta – piano, Marco Valerio Cecilia – chitarra, basso, tastiere, voce, Andy Bartolucci – batteria, voce, fondata da Claudio Bartolucci – voce e batteria, nei primi anni ’90, intorno al nucleo del suo storico Delta Studio di Roma, punto di riferimento di numerosi musicisti della scena locale e nazionale. La band ha al suo attivo tre album: “A Due Passi da Roma” (1996), “Orange and Blue” (2013) e “L’Eterna Lotta tra il Bene ed il Meglio” (2015), pubblicati da Delta-Top e distribuiti da Believe Digital.
Nel 2020 Artico pubblica il singolo “Algoritmo Soldi”, che vede la partecipazione di Grazia Di Michele. A Gennaio 2021 esce “Caos” il nuovo singolo.

“Il videoclip di ‘Caos’ interpreta il concetto del testo della canzone cercando di dare forma a una sensazione quasi zen, di ‘caos quieto’  dice il regista Ari Takahashi  mentre la musica si sviluppa pacatamente, le immagini suggeriscono una dimensione di vuoto fuori dal tempo, in attesa del sopraggiungere della materia che genererà disordine e nuovo ordine, movimento e trasformazione: la vediamo rappresentata sotto le sembianze di acqua, che da goccia diventa onda e poi vortice.”

Artico - Foto di Ari Takahashi
Artico – Foto di Ari Takahashi

Testo
Il caos è tornato a farci visita
E un bio complice ha bussato già
Pura confusione storica che ci trasformerà
Caos per cambiare cose inutili
Nel caos atomi di libertà
Una pioggia sulle regole che ci trasformerà

Parlano di formule impossibili
Che riescono da qualche prigione
A evadere nel mondo
Strana realtà costruisce codici
Poi tutto quanto finisce nel caos

E il disagio resta nitido
Finché scivola in profondità
Come al solito è una perdita che ci trasformerà

Parlano di formule impossibili
Che riescono da qualche prigione
A evadere nel mondo
Strana realtà costruisce codici
Poi tutto quanto finisce nel caos

Un laboratorio unico
Per calcoli di umanità
Una guerra senza logica che ci trasformerà
Che ci trasformerà