Il codice temporale di Valentino

Pierpaolo Piccioli porta l'alta moda nella Galleria Colonna di Roma con le musiche dei Massive Attack

valentino_alta_moda2021_us-inIl tempo che scorre ma anche il tempo come codice e valore, da resettare e riprogrammare attraverso il filtro sintetico dell’intelligenza artificiale. Sembra partire da questo assunto Pierpaolo Piccioli per la couture 2021 di Valentino, presentata tra i marmi e gli specchi della Galleria Colonna di Roma sulle note dei Massive Attack. Una collezione indossata per la prima volta anche da modelli e nella quale a parlare è il guardaroba atemporale.
Apre le danze Mariacarla Boscono, modella, musa e amica dello stilista, che incede su mega platform dorati con indosso una cappa bianca formata da mille tasselli di cachemere. Non solo abiti da sogno, realizzati dalle petites maines della scuderia di Valentino, la collezione si compone anche di una serie di capi senza tempo, come casacche, pantaloni di seta, maglie lavorate, tra paillettes, stampe e decori.
E ancora, il codice temporale di questa couture ‘ricodificata’ si riflette anche nei cappotti, nei blazer smanicati, nei katftani in mohair e nei trench di lana, fino allo scenografico abito di perle e strass, summa della collezione. Variegata la palette cromatica: dai nude all’avorio, passando per le pennellate di fucsia, kaki, giallo e oro. Una collezione che diventa anche racconto digitale grazie alla collaborazione con Robert Del Naja (anima dei Massive Attack) che oltre ad aver firmato la soundtrack dello show ha realizzato anche un documento completo, indipendente dalla sfilata, del lungo processo di atelier.

FONTE: AdnKronos.