Manuel Finotti: il nuovo singolo “Cellophane”

Da venerdì 19 febbraio esce in radio il nuovo singolo di Manuel Finotti con il feat. di Zoda

Cellophane-inDal 19 febbraio sarà disponibile in rotazione radiofonica “Cellophane” (Universal Music Italia/Virgin/Avarello Music srl), il nuovo brano di Manuel Finotti già disponibile su tutte le piattaforme di streaming che vede il featuring di Zoda.
“Cellophane” feat. Zoda, nuovo brano di Manuel Finotti, nasce dalle diverse visioni dell’artista stesso e Zoda riguardo l’amore e i suoi effetti collaterali. Il singolo si rivolge alle persone che hanno paura di buttarsi in una storia e non trovano il coraggio di rischiare, lasciando le proprie emozioni come incartate nel cellophane. La base strumentale con cassa dritta accompagnata da un’anima soul veste le barre tipicamente dark/trap di Zoda e le melodie più aperte del cantautore Manuel Finotti.

Biografia
Manuel Finotti nasce il 21 marzo del 1995 a Roma; è un polistrumentista , cantautore e autore. Nonostante la giovane età i suoi testi hanno una poetica d’altri tempi, in cui ci si può ritrovare per la sincerità, punto di forza dell’artista romano. Tra le attività live ha all’attivo diversi concerti e manifestazioni in tutta Italia, dall’Auditorium Parco della Musica di Roma al Premio Lunezia, rassegna d’autore. Tra gli ultimi lavori nel 2019 ha collaborato con diversi artisti di fama nazionale, tra cui Giordana Angi, un sodalizio artistico che li vede scrivere insieme diversi brani pubblicati nell’album d’esordio “Casa” che ha conquistato due dischi d’oro e nella partecipazione al Festival di Sanremo 2020 con il brano “Come mia madre”.
Il nuovo brano di Manuel Finotti “Cellophane” (feat. Zoda) è disponibile in digitale dal 7 gennaio e in radio dal 19 febbraio 2021.

Manuel Finotti-1
Manuel Finotti

Testo
Ero un bambino distratto, all’ultima fila
Quello vestito come il giorno prima
Tu troppo bella, in prima linea
Sembravi uscita da una copertina
Io ti guardavo attento come fai con i quadri
Tanto che un giorno mi hai chiesto “come ti chiami?”

Ma tu non vuoi più sentirmi
Ti giuro che l’amore è come un pezzo Indie
Non devi capirci niente

ti rimane in testa e ne parli tra la gente

Non fare finta di niente
Un po’ che ci conosciamo
Balliamo un pezzo brasiliano
Quando vuoi dammi la mano

Tu mi fai a pezzi
E ci costruisci quello che vuoi
Faccio sogni sporchi
E se non ti accorgi

È perchè resti chiusa dentro il cellophane(chiusa dentro il cellophane)
Chiusa dentro il cellophane

A causa tua il mio cuore ancora sanguina
Pensavo fossi tu la mia felicità
Ma non mi hai dato modo di presentartela
Perchè se sei quì vicino io non sento gravità

(A causa tua,il mio cuore ancora sanguina
Non puoi lasciare il cuore dentro il cellophane)

Ho perso tre chili, per i tuoi problemi
Non mi pensi mai,(non mi pensi mai) vuoi solo scontrini

Io perso penso a tutti i pezzi che hai visto solamente te
Mi sono perso dentro me stesso e facevo a pezzi me

Quindi adesso resta, non ti va
Ma se dopo chiamo? Se ti va
Vivi ma già morti Sullivan
Ora devo andare au revoir

A causa tua, il mio cuore ancora sanguina
Pensavo fossi tu la mia felicità

Ma non mi hai dato modo di presentartela
Perchè se sei quì vicino io non sento gravità

Piuttosto ora smettila di fingere
Sei meglio di ogni cosa, una libidine
Ma hai fatto a pezzi quel poco di dignità
Non puoi lasciare il cuore dentro il cellophane

(A causa tua, il mio cuore ancora sanguina
Non puoi lasciare il cuore dentro il cellophane)

E tu mi fai a pezzi
E ci costruisci quello che vuoi
Faccio sogni sporchi
E se non ti accorgi

È perchè resti chiusa dentro il cellophane(chiusa dentro il cellophane)
Chiusa dentro il cellophane

Instagram: https://www.instagram.com/manuelfinotti/

FONTE: Red&Blue Music Relations.