Cresci sforna la sua prima Colomba!

Nel mese del suo secondo compleanno il forno romano lavora a pieno ritmo sulla Pasqua: grande protagonista di questa festa la Colomba nella sua versione classica

E ancora, un inno alla tradizione regionale con la torta al formaggio, il casatiello e la pastiera, l’ultima disponibile solo su ordinazione.

Colomba-inQuando non dietro al bancone del suo forno Danilo Frisone, proprietario di Cresci, è nel laboratorio con gli abiti da lavoro del fornaio. Insieme al Natale, il periodo pasquale è tra i più proficui dell’anno in cui lo stesso Danilo può divertirsi a sperimentando più tempo al suo amato mondo dei lievitati. Con grande soddisfazione ha messo una profumatissima Colomba, la prima sfornata da Cresci!

Esclusivamente proposta nella versione Classica arricchita con una ghiaccia di mandorle sul guscio, la Colomba richiede circa due giorni di lavoro ed è realizzata con farine marchigiane ottenute da grani 100% italiani grazie alla fornitura del Molino Paolo Mariani ; lievito madre San Francisco , una chicca arrivata direttamente da Oltreoceano dai sentori particolarmente dolci, molto ambìto tra fornai e pasticceri perché ideale a ricreare un gusto meno acidulo, oltre a essere il migliora per la conservazione del panettone e per favorirne la digeribilità. A questi due elementi altamente selezionati si aggiungono altri ingredienti di prima scelta come il burro francese Corman, impiegato dai migliori maestri pasticceri, poi uova di categoria A direttamente dall’azienda agricola PeppOvo in provincia di Frosinone che alleva le sue galline all’aperto nutrendole solo con prodotti naturali e infine mandorle di Avola , canditi e pasta di arancia fatti in casa .
A questa incalzante produzione di colombe, vendute a 28 euro al chilo, si affiancano altri prodotti che caratterizzano la Pasqua, in particolare nell’Italia centro meridionale. Non manca la Pizza dolce al formaggio, conosciuta anche come Crescia, e consumata in particolare tra Umbria e Marche: si tratta di una torta salata alta e particolarmente soffice, composta da un mix di formaggi che si consuma durante la colazione di Pasqua con salumi e uova sode. Sempre della tradizione il Casatiello , rustico lievitato della cucina napoletana, un pane salato insaporito con formaggio, salame, ciccioli e uova ed esaltato con uno strutto proveniente da azienda campana che alleva maiali allo stato brado. Solo su ordinazione , invece, è disponibile la Pastiera dolce della pasticceria partenopea a base di pasta frolla ripiena di ricotta, grano bollito, canditi e fiori d’arancio.
Il poliedrico locale romano, alle spalle di San Pietro, oltre alla sua naturale connotazione di forno è anche bistrot ed è aperto tutti i giorni dalle 8 del mattino per l’ asporto di pane, pizza in teglia, torte, ciambelloni, prodotti di farina, pasta e sughi inscaltolati, oltre a tutta la linea di prodotti dedicati alla Pasqua, disponibile anche in box personalizzabili .
Per ordinare è possibile chiamare al numero 06 518 426 94 oppure recarsi direttamente in via Alcide De Gasperi 11.

Contatti:
Cresci
Forno, Osteria, Pizza, Cocktail.
via Alcide de Gasperi 11/17
+39 06518426 94 – info@cresciroma.it
@cresciroma – / cresciroma
www.cresciroma.it

FONTE: Eleonora Siddi Press.