È su Youtube il video di “La Regina” Leonardo Monteiro

Singolo inedito tratto da “Yin e Yang”, il suo album

LEONARDO MONTEIRO - La Regina - copertina-inDal 31 marzo su Youtube il video di “La Regina” brano estratto da “Yin e Yang” l’album di Leonardo Monteiro già disponibile negli store e sulle piattaforme digitali.

“La Regina” – dice Leonardo Monteiro – è una canzone di protesta e che urla indipendenza intellettuale, priva di manipolazione e false verità. Originale, stravagante e anticonformista, che invita all’avere autostima e pensare con la propria testa fuori dagli schemi, quelli nei quali la società ci impone di vivere.

“Il videoclip, per la regia di Ermes (Edoardo Sgariglia Moresi), girato allo Spazio Espressivamente di Coldrerio (Castelli di Bellinzona), prende spunto dal testo della canzone. Mi sono ricollegato non solo al titolo- racconta il regista – trasformando quindi Leonardo in un Re, ma anche al concetto che muove l’intero album, lo “yin e yang” perché volevo una forte connessione con lo stesso, rendendolo riconoscibile.”

Il brano è contenuto appunto in “YIN E YANG” e questa è la tracklist: “LA REGINA”, “SE C’E QUALCUNO A CASA CHE TI ASPETTA, VA’!”, “FRAGOLA E CAFFÈ”, “CHIMICA FOLLE DI TE”, “FOTOGRAFIA”, “TUTTO SOMMATO”, “LA TUA MAGLIETTA”, “EFFETTO NETTO”, “I NEED YOU”, “ALICE feat. Maviska”, “IL TELEFONO”, “CHE SENSO HA?”, “MI DICEVI CHE feat. Frammento Prod. Maximus”, “SAI CHE C’E?”, “VUOI USCIRE CON ME?”, “PRANA”.

Leonardo Monteiro, nato a Roma nel 1990, coltiva sin da piccolo la sua passione per la musica. Appena adolescente studia danza alla Scala di Milano, esibendosi in numerosi teatri in Italia e all’estero, in particolare, nel corpo di ballo de “Lo Schiaccianoci”, insieme a Roberto Bolle, Eleonora Abbagnato e Sabrina Brazzo. Nel 2006, a soli 16 anni, lavora sotto la direzione di Gheorghe Iancu nella stagione estiva dello Sferisterio di Macerata, con una parte da solista. Nel 2008 partecipa ad “Amici di Maria De Filippi” nella categoria “Danza”. Tra il 2010 e il 2011 si trasferisce negli USA per lavorare con diverse compagnie di danza contemporanea. Durante la sua permanenza a New York si avvicina al gospel, cantando come solista in alcune chiese di Harlem. Rientrato in Italia, studia canto moderno, pianoforte e canto gospel presso la Scuola di Musica Cluster di Milano. Nel 2013 canta come solista per il coro Monday Gospel al Forum di Assago (Milano) e nel 2014 nello spettacolo “Motown Generation” al Blue Note di Milano. Nel 2016 partecipa al progetto di beneficenza Special Stage (una rassegna musicale dedicata ai pazienti dell’Istituto dei Tumori di Milano) insieme a Malika Ayane. Nel 2017 vince Area Sanremo e, scelto da Claudio Baglioni, nel 2018 partecipa al 68° Festival di Sanremo nella Categoria Nuove Proposte con il brano “Bianca”, per il quale gli viene conferito il Premio PMI “Valore alla musica”. Nello stesso anno partecipa su Rai1 a Telethon e si esibisce al tributo a Lucio Dalla, per l’omonima Fondazione, e al Premio “Mimì Sarà” al Teatro Nuovo di Milano. Nel 2018 Leonardo ha pubblicato il suo primo album dal titolo “Il Mio Tempo”. Ha partecipato, tra i protagonisti del MURO, alle prime tre edizioni di “All Together Now” in onda su Canale 5, il 27 marzo del 2020 pubblica “La Tua Maglietta”, anticipazione dal suo secondo album intitolato “Yin e Yang”  da cui estrae anche “Il Telefono” e “La Regina”.

Testo
Compositore: Leonardo Monteiro
Autore: Leonardo Monteiro
Etichetta: LM Music

Hello everybody! My name is Leonardo Monteiro
e credo che stavolta sarò davvero sincero.
Sì! Dal tono sembrava che volevo polemizzare.
Quante pare di giorno e di notte che io mi sto a fare.

C’è la tele, c’è la D’Urso,
mille spot, manipolazioni,
gente che ti guarda e che poi punta il dito,
quel dito che poi nel grilletto è finito,

sparato, sparito dal senso di colpa,
la colpa di essere stati se stessi
nel bene o nel male,
per quello che vale.

E allora basta
di stare io rinchiuso in questa stanza!
Manipolati noi con grande eleganza,
ma adesso sai che faccio? Che cambiamo danza!

Vado in vacanza e ne ho abbastanza
di gente che ti giudica a distanza!
Non credergli se poi ti dicono “Non vali”.
Col dito medio manda tutti dritti a Bali!

E poi difendi con rispetto i tuoi ideali.

Ridi, salta, corri, paga,
poi rispetta i tuoi ideali.
Con l’aereo vado a Bali,
poi rispetta i tuoi ideali!

Io mi sento una regina:
non bevo dalla latina,
gioco tutta la mia vita.
No, non sono una pedina.

Passare giorni a fumare,
storto a contare le ore.
Vorrei su Marte salire.
Smetti di farti le pare!

Premi l’acceleratore, accendi il motore,
cerca di fare più spesso l’amore,
godere, fumare per ore, per ore.

Cerca di fare più spesso anche tu l’amore.
Accendi il motore per ore, per ore, per ore.
Cerca di fare più spesso l’amore.

C’è la tele, c’è la D’Urso,
mille spot, manipolazioni,
gente che ti guarda e che poi punta il dito,
quel dito che poi nel grilletto è finito,

sparato, sparito dal senso di colpa,
la colpa di essere stati se stessi
nel bene o nel male,
per quello che vale.

E allora basta
di stare io rinchiuso in questa stanza!
Manipolati noi con grande eleganza,
ma adesso sai che faccio? Che cambiamo danza!

Vado in vacanza e ne ho abbastanza
di gente che ti giudica a distanza!
Non credergli se poi ti dicono “Non vali”.
Col dito medio manda tutti dritti a Bali!

E poi difendi con rispetto i tuoi ideali.

Ridi, salta, corri, paga,
poi rispetta i tuoi ideali.
Con l’aereo vado a Bali,
poi rispetta i tuoi ideali!

Io mi sento una regina:
non bevo dalla latina,
gioco tutta la mia vita.
No, non sono una pedina.

Passare giorni a fumare,
storto a contare le ore.
Vorrei su Marte salire.
Smetti di farti le pare!

Premi l’acceleratore, accendi il motore,
cerca di fare più spesso l’amore,
godere, fumare per ore, per ore.

Cerca di fare più spesso anche tu l’amore.
Accendi il motore per ore, per ore, per ore.
Cerca di fare più spesso l’amore.