Giulio Cazzato, il nuovo singolo “Rimarrai poesia”

Da oggi in digital download e in streaming il nuovo singolo del cantautore di origini salentine

Giulio-Cazzato-inMILANO – Da oggi è disponibile in digital download e in streaming “Rimarrai poesia” (You Can’t Records), il nuovo singolo di Giulio Cazzato, cantautore di origini salentine residente in Svizzera. Il brano, accompagnato da un video ufficiale già online sul tubo e primo estratto dal disco “La mia sola libertà” disponibile dal 6 maggio prossimo, è caratterizzato da un testo intimo, a tratti criptico, denso di significato e da un sound pop rock con richiami alla musica leggera italiana. Nel ritornello l’esplosione vocale di Giulio sprigiona emozioni, con la batteria incessante, similitudine di un cuore che batte a mille.

Giulio Cazzato: Vi è sicuramente successo nella vita di vivere un momento dove i sentimenti sono in contrasto con la razionalità. La canzone parla di un amore che non può essere vissuto per delle circostanze e problematiche che la vita a volte ci mette davanti. In questo caso nonostante l’amore, uno dei due decide di partire, trasformando questo grande sentimento in poesia. La poesia si trasforma in canzone, su queste note e parole i sentimenti prendono vita, come se l’amore tra i due non fosse finito.

Il video di “Rimarrai poesia” vuole dare una spiegazione visiva al testo criptico del brano attraverso due elementi: le rose ed il legame tra la protagonista Giulia e il barbagianni. Le prime esprimono il cambiamento dei sentimenti del cantautore. Il secondo rappresenta la trasfigurazione dell’inconscio incerto che tramuta in coscienza, fino a divenire consapevolezza.

“Rimarrai poesia” è stato scritto e composto da Giulio Cazzato, Arrangiamenti: Giulio Cazzato, Davide Lasala, Andrea Fognini. Produzione artistica: Davide Lasala, Andrea Fognini. Registrazione, Mix, Mastering: Edac Studio. Hanno suonato: Giulio Cazzato (voce), Davide Lasala (batteria, basso, chitarre, percussioni, piano), Andrea Fognini (synth). Il video è opera di Roberta Stifini. Montaggio e Riprese: Marco Martucci. Fotografia: Daniele Met. Sceneggiatura: Marco Martucci, Daniele Met e Roberta Stifini. Hanno recitato: Giulia Cazzato, Annachiara De Marco e Nicholas Bortone.

Giulio Cazzato cantautore italiano classe ‘86 di origini salentine. La sua musica spazia tra il rock, pop e una manciata di elettronica con testi in italiano. Da piccolo alla chitarra prendendo lezioni e proseguendo poi in maniera autodidatta. Da qui inizia la sua attività musicale, considerando la musica come sua compagna di vita, sviluppando il canto e l’apprendimento di altri strumenti. Inizia a scrivere-comporre già nel periodo adolescenziale e a fare piccoli concerti con la sua prima band di inediti e cover. Si appassiona poco dopo al blues, che gli apre un mondo tutto nuovo dove crescere artisticamente. Collabora con artisti locali e artisti di calibro internazionale partecipando in vari festival. Tutto questo non cambia il suo modo di scrivere e di sentire la sua musica che resta fedele alla lingua italiana e al genere rock. Ama moltissimo i vecchi cantautori italiani, artisti e band degli anni ‘70, la world music e tutto quello che lo emoziona, non ricercando la tecnica a tutti i costi ma l’emozione. Lascia il suo paese di origine poco prima dei 30 anni e si trasferisce in Svizzera dove tuttora è residente. Qui collabora con altri artisti e porta avanti altri progetti. Il 22 aprile 2021 pubblica il video “Rimarrai poesia”, che anticipa il disco “La mia sola libertà”, in uscita il 6 maggio dello stesso anno e che vede la collaborazione di Davide Lasala di Edac Studio.

Ig: https://www.instagram.com/iuiomama
Yt: http://bit.ly/YouTubeGiulioCazzato

Sono gocce nel mio tempo
Scendono e rompono il silenzio
Si ripetono ogni momento
Tutto vive in un suo gesto
Se mi volto adesso non andrò più via
Preferisco andare rimarrai poesia

FONTE: Ufficio Stampa Giulio Cazzato (Marta Scaccabarozzi).