Luka Zunic vince il Premio Prospettiva a ShorTS International Film Festival 2021

Il giovane co-protagonista del film di Mauro Mancini a fianco di Alessandro Gassmann e Sara Serraiocco sarà premiato nella storica manifestazione cinematografica triestina, in programma nel capoluogo giuliano e online dal 2 al 10 luglio 2021

Luka Zunic verrà insignito del Premio Prospettiva, riconoscimento che il Festival dedica da 12 anni ai talenti emergenti del cinema italiano.

Luka-Zunic_Non-odiare-in
Luka Zunic – “Non odiare”

ShorTS International Film Festival, storica manifestazione cinematografica triestina organizzata dall’Associazione Maremetraggio, in programma dal 2 al 10 luglio 2021 nel capoluogo giuliano e online, annuncia il Premio Prospettiva 2021. Il prestigioso riconoscimento della 22° edizione del Festival verrà assegnato a Luka Zunic, giovane co-protagonista del film “Non odiare” di Mauro Mancini (unico film italiano in Concorso alla 35^ Settimana Internazionale della Critica nell’ambito della Mostra del Cinema di Venezia 2020), in cui recita a fianco di Alessandro Gassmann e Sara Serraiocco, interpretando il complesso e intenso ruolo di un adolescente contagiato dal seme dell’odio razziale. Per questa interpretazione, a Venezia 77 Luka Zunic si è aggiudicato il premio NuovoImaie Talent Award 2020.

Girato anche a Trieste e distribuito in Italia da Notorious Pictures, “Non odiare” racconta la storia di Simone Segre (Alessandro Gassmann), affermato chirurgo di origine ebraica che, trovandosi a soccorrere un uomo ferito in un incidente stradale, ne nota sul petto il tatuaggio di un simbolo nazista e decide così di abbandonarlo al suo destino. Pochi giorni dopo, preso da sensi di colpa, rintraccia la famiglia di quell’uomo in un quartiere periferico, composta dalla figlia maggiore Marica (Sara Serraiocco), dall’adolescente Marcello (Luka Zunic) che mostra le stesse inclinazioni razziste del padre, e il piccolo Paolo (Lorenzo Buonora).

Il film, prodotto da Mario Mazzarotto, è una coproduzione Italia/Polonia: Movimento film e Agresywna banda, con Rai Cinema, in associazione con Notorious Pictures, ed è stato realizzato con il sostegno del Ministero per i Beni e le Attività Culturali – Direzione Generale Cinema, Polish Film Institute e in collaborazione con Friuli Venezia Giulia Film Commission. Il film, inoltre, ha ottenuto tre candidature ai premi David di Donatello 2021: miglior regista esordiente (Mauro Mancini), miglior compositore (Pivio & Aldo de Scalzi) e miglior canzone originale (“Miles Away” di Pivio & Aldo De Scalzi, testi e interpretazione di Ginevra Nervi).

Nato e cresciuto a Riva del Garda, in Trentino, e giovanissimo come il personaggio che interpreta, Luka Zunic in questo film si è dimostrato un attore dotato di grande talento istintivo, riuscendo a imporsi nei provini con la sua rabbia nervosa e una fragilità trattenuta che hanno immediatamente conquistato il regista Mauro Mancini. “L’interpretazione di Luka, al suo primo ruolo da co-protagonista, è stata una scommessa che abbiamo vinto insieme” -ha dichiarato Mancini- “lavorando fianco a fianco giornalmente dopo lunghissima preparazione in cui non abbiamo lasciato nulla al caso, concentrandoci su ogni aspetto e sfumatura del suo personaggio”.

Il condirettore di ShorTS IFF, Maurizio di Rienzo, inquadra la scelta del Festival triestino: “Sguardo, linguaggio fisico, consapevole smarrimento e orfana ribellione sono i punti cardinali della notevole interpretazione di Zunic, 19enne evidentemente precoce nel sapere già dosare espressioni e silenzi. Luka ha credibile sensibilità e duttile naturalezza. Ha davvero… prospettive davanti a sé”.

Il Premio Prospettiva di ShorTS International Film Festival rappresenta dalla sua istituzione una vera e propria scommessa sul futuro dei giovani talenti che ogni anno la manifestazione del capoluogo giuliano individua: attraverso questo riconoscimento, anche nel 2021 ShorTS accende i riflettori su una giovane promessa del cinema italiano. Scommessa che, nel corso del tempo, è stata confermata dalla carriera dei diversi premiati con questo riconoscimento, tra i quali il Festival annovera Alba Rohrwacher, Luca Marinelli, Michele Riondino, Matilda De Angelis, Daphne Scoccia, Sharon Caroccia, Francesco Di Napoli e Giulio Pranno.

FONTE: Ufficio Stampa di Milla Macchiavelli.