Alla regista Alice Rohrwacher il Premio Cinema del Presente 2021 di ShorTS International Film Festival

La 22° edizione del Festival si svolgerà dal vivo nel capoluogo giuliano e online dall’1 al 10 luglio 2021

L’autrice di “Le meraviglie” e “Lazzaro felice”, premiati ai Festival di Cannes del 2014 e del 2018, riceverà il riconoscimento che ogni anno la manifestazione triestina dedica a un particolare talento del cinema italiano.

Alice Rohrwacher - Foto di Fabio Lovino
Alice Rohrwacher – Foto di Fabio Lovino

ShorTS International Film Festival, la manifestazione cinematografica in programma dal vivo a Trieste e sul web dal 1 al 10 luglio, annuncia il Premio Cinema del Presente 2021.

Sarà Alice Rohrwacher, acclamata regista di “Corpo celeste”, “Le meraviglie”, “Lazzaro felice”, a essere insignita del Premio Cinema del Presente alla 22° edizione del Festival, riconoscimento attraverso il quale ogni anno la manifestazione triestina evidenzia l’originale sguardo e la creativa ispirazione di un cineasta italiano.

“Alice Rohrwacher è autrice che racconta con sguardo immaginifico quanto realistico gli spazi naturali vissuti da corpi e anime su terre di forti radici familiari in bilico fra memoria e improvviso futuro, luoghi ove natura e campagna assorbono echi e frange della città” – dichiarano i direttori del Festival Chiara Valenti Omero e Maurizio di Rienzo – “La meraviglia sprigionata dalle sue storie a tratti fiabesche ha sorprendenti spessore fisico e colore sui volti dei personaggi, soprattutto di quelli giovanili, come filigrana intima di un presente che ha ancora un cuore antico. La sua regia si concentra, scorre e si alza in sequenze di dirompente equilibrio, inquadrando così la dura tenerezza della vita. Notevole e articolato il suo lavoro con attori ‘scoperti’ o ‘ridelineati’ nei lungometraggi ‘Corpo celeste’, ‘Le meraviglie’, ‘Lazzaro felice’; e sensibile è la continuità narrativa degli episodi da lei firmati di ‘L’amica geniale’, in cui le giovani protagoniste estrinsecano complicità, orgoglio,  scoperta, dolore, crescita, con peso sia tradizionale che rivoluzionario.”

Nata nel 1981 a Fiesole, in Toscana, Alice Rohrwacher ha studiato a Torino e Lisbona. Si è occupata di musica e di documentari, lavorando principalmente come montatrice e musicista per il teatro. Nel 2011 realizza “Corpo Celeste”, il suo primo lungometraggio, con il quale si aggiudica il Nastro d’argento come miglior regista esordiente. Il film è stato presentato in anteprima alla Quinzaine des réalisateurs del Festival di Cannes e poi selezionato ai Festival di Sundance, New York, Londra, Rio de Janeiro e Tokyo.

Nel 2014 ha scritto e diretto “Le meraviglie” che vince il Gran Premio Speciale al Festival di Cannes, ove torna in Concorso nel 2018 con “Lazzaro felice” che ottiene il Premio per la sceneggiatura. Entrambi i film hanno partecipato a numerosi altri importanti Festival nel mondo. Nel 2020 ha diretto i due episodi ambientati a Ischia di “L’amica geniale. Storia del nuovo cognome”, la seconda stagione della serie televisiva di successo mondiale HBO-Rai Fiction tratta dalla tetralogia best seller di Elena Ferrante.

FONTE: Ufficio Stampa di Milla Macchiavelli.