I vini per l’estate di Villa Santo Stefano

Un Vermentino e un Rosato che hanno in comune il profumo del mare

Barricaia-in
Barricaia

MILANO – Un Vermentino, i cui vigneti crescono a venti chilometri dalle spiagge della Versilia, e un rosato, che ha il colore della luna al tramonto: sono queste le scelte di Villa Santo Stefano per le cene e i brindisi dell’estate in arrivo.

Gioia (vino bianco Toscana IGT 100% Vermentino) e Luna (vino rosato Toscana IGT 50% Merlot, 50% Sangiovese) fanno parte della proposta vinicola della cantina di Wolfgang Reitzle e Nina Ruge, i due proprietari tedeschi che nel 2001 hanno realizzato il loro grande sogno di produrre vino e olio in Toscana.

L’azienda agricola Villa Santo Stefano si trova in Lucchesia, la zona collinare a nord della Toscana, dove il clima mite favorisce la coltivazione di olivi e viti: qui il mare è un profumo, con le lunghe spiagge della Versilia che si trovano solo a una ventina di chilometri, e i vigneti ricevono protezione dai venti freddi grazie alla presenza delle Alpi Apuane e degli Appennini.

L’impronta nella gestione dell’azienda è un perfetto equilibrio tra la condizione attenta e rigorosa di Reitzle e l’approccio appassionato della moglie, che nei nomi dei vini ha impresso le sue emozioni. Come è accaduto per Gioia, il primo vino pensato dall’azienda come proposta per l’estate: “Nel nome di questo vino autoctono – spiega Nina Ruge co-fondatrice di Villa Santo Stefanoc’è l’essenza di quello che siamo e del nostro modo speciale di fare le cose. Gioia rappresenta lo spirito positivo di chi insegue un sogno e lo realizza, come è stato per noi con l’acquisizione di questa proprietà”. Gioia è un vino dall’aroma fruttato, ottenuto esclusivamente da uve Vermentino, tipiche della Toscana. L’esposizione del vigneto a sud e la vicinanza al mare creano un microclima speciale che conferisce al vino un aroma unico: un vino dal bouquet armonico, fruttato, leggero, dalle sfumature minerali che bene si abbina a piatti di pesce e crostacei.

La secondo proposta per l’estate di Villa Santo Stefano è Luna, un vino rosato prodotto con uve Sangiovese e Merlot al 50%, che si presenta di un colore rosa provenzale, pulito e fresco al naso con profumi di pesca bianca, fragola e buccia di mela rossa. Un vino perfetto per gli aperitivi estivi, che nel finale rivela sentori di frutta bianca. “Abbiamo scelto questo nome – racconta Nina Ruge – ispirati dalla luna che al tramonto si alza sopra Villa Santo Stefano e, rivolgendosi verso la vallata, si presenta con un colore uguale a questo vino. È un momento magico, perfetto per l’aperitivo, quando la terra si riposa dopo la giornata e si respira serenità”.

Gli altri vini prodotti da Villa Santo Stefano sono: Loto – Vino Rosso Toscana IGT; Sereno – Vino Rosso DOC Colline Lucchesi; Volo – Vino Rosso Toscana IGT. L’azienda produce anche l’olio DOP Lucca, un blend toscano (80% Frantoio, 15% Leccino e 5% Moraiolo e Maurino).

Per maggiori informazioni: https://villa-santostefano.it/

Villa Santo Stefano è la scelta di Wolfgang Reitzle che, dopo molti anni come manager delle più importanti case automobilistiche in Germania, ha scelto di produrre il suo vino e il suo olio in Lucchesia. Reitzle, nato a Neu-Ulm in Germania, fin da bambino passava in Italia le sue estati con la famiglia. La passione per la Toscana lo ha portato ad acquistare Villa Santo Stefano con la moglie Nina Ruge, noto volto televisivo in Germania, e a trasformarla in un’azienda agricola dedita alla produzione di olio e vino. Oggi Villa Santo Stefano produce, nei suoi 12 ettari di terreno, circa 50.000 bottiglie di vino e 1.500 litri di olio extra vergine, con una gestione attenta all’ambiente e uno spazio dedicato all’ospitalità.

FONTE: Ufficio Stampa Zedcomm (Lucia Boarini).