“Europa” un film di Haider Rashid

Il film vince il Beatrice Sartori Award conferito dalla critica indipendente presente a Cannes

Europa-inDopo aver conquistato il plauso della cristica italiana e internazionale, «Europa» di Haider Rashid, il film che batte bandiera italiana presentato alla Quinzaine des Réalisateurs e prossimamente in sala in Italia distribuito da I Wonder Pictures, ha ottenuto il Beatrice Sartori Award, giunto alla nona edizione, e assegnato dalla critica indipendente presente a Cannes.

La giuria – presieduta da Rüdiger Suchsland (Germania), con Paolo De Cesare (Italia), Prapti Mittal (India) e Adriana Gonzales (Francia)ha premiato EUROPA con la seguente motivazione: 

«Il Cinema è attratto dalle emigrazioni clandestine in quanto fatto epico di sofferenza collettiva, Heider Rashid invece ha il merito di sfuggire ai luoghi comuni e alla ovvietà televisiva, racconta da vicino il corpo di un singolo, le paure e le emozioni nei suoi occhi in primo piano. Intorno ci sono i rumori del mondo che lo ostacola nella sua fuga dalla Guerra. Una sfida coraggiosa».

Europa racconta del difficile viaggio di un giovane iracheno, Kamal, che sta entrando in Europa a piedi, attraverso la frontiera tra Turchia e Bulgaria. Lungo la cosiddetta “rotta balcanica”, Kamal viene catturato dalla polizia di frontiera bulgara ma riesce a scappare, cercando una via di fuga in un’interminabile foresta, un sottomondo dove le regole e la legge non esistono. Un viaggio per la sopravvivenza in cui Kamal lotta strenuamente per la libertà e la vita.

Nel cast, Adam Ali, Svetlana Yancheva, Pietro Ciciriello, Gassid Mohammed, Mohamed Zouaoui, Erfan Rashid.

Il film è una produzione Radical Plans (Italia) in associazione con Beyond Dreams (Kuwait) e Fair Play (Italia), con la produzione esecutiva di ODU Movies (Italia) e Berta Film (Italia).

Haider Rashid – nato a Firenze nel 1985 da madre italiana e padre iracheno – ha diretto i lungometraggi “Tangled Up in Blue” (2010), “Silence: All Roads Lead to Music” (2011), “Sta Per Piovere” (2013 – candidato a un Ciak d’Oro) e Street Opera (2015 – Premio Speciale dei Nastri d’Argento), il cortometraggio “The Deep” (2013 – Premio Speciale della Giuria al Dubai International Film Festival, candidato ai Globi d’Oro) e il primo documentario italiano in realtà virtuale “No Borders” (2016 – Premio MigrArti alla Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia e menzione speciale dei Nastri d’Argento).

FONTE: PUNTOeVIRGOLA.