The Loss and the Gain di Radio Trapani

Il nuovo singolo è una breakup song senza rimpianti

Radio-Trapani-inThe Loss and the Gain è il secondo singolo di Radio Trapani, artista italiano di base ad Amsterdam, che dopo l’esordio del progetto con il singolo con video Growing Strong, sempre edito per Spazio Dischi, qui si ripresenta con una breakup song commovente e imprevedibile anch’essa accompagnata da un video girato unicamente su facetime e caratterizzato da un realismo che sa sconvolgere.

La rottura in questione è puramente biografica e frutto di una distanza forzata dal lockdown del 2020: una coppia separata in due continenti diversi (Europa e Africa) vede il proprio amore svanire in un triste fade out e il video racconta piccoli frammenti di intimità che i due cercano di mantenere in un paradossale Lip Sync post digitale. Dopo non essersi visti per 17 mesi Dario e Alison si ritrovano in queste videochiamate per duettare ricordando senza tristezza ciò che è stato.

Inizialmente prodotta come una canzone elettronica ispirata dalla bossanova viene poi rivisitata aggiungendo strati di synth e una vera batteria che suona un groove con un backbeat. Mentre alcuni elementi brasiliani rimangono ancora presenti nello stile della chitarra la ritmica sincopata del ritornello strizza l’occhio alla samba. Ispirato da artisti unici come Mac Demarco, Jim O’Rourke e Joao Gilberto il brano alterna momenti molto semplici con passaggi complessi e inaspettati.

Nonostante la tematica drammatica la ricerca dello stupore non è mai messa da parte e allo stesso modo nonostante si parli di una rottura la narrazione lascia spazio a stratificazioni del rapporto: il senso di perdita è enorme ma costringe a scoprire quanto di più ci sia da guadagnare dalla situazione e come a volte avvenimenti che temiamo molto possano semplicemente accadere ma finiscano poi per portare la nostra vita in luoghi inattesi.

Radio Trapani
Alter ego e anagramma (creato per fuggire a problemi di omonimia) di Dario Trapani, autore completo e produttore con una formazione accademica in chitarra jazz. Attualmente di base ad Amsterdam, è nato e cresciuto a Domodossola, una piccola città del nord Italia, in cui ha da sempre espresso un interesse attivo verso la creatività fin dalla sua infanzia.

Profondamente radicato nel jazz e nell’elettronica, il suo lavoro è una manifestazione diretta dei suoi ascolti eclettici: slavata e spesso basata sui synth, la sua musica mescola ritmi danzerecci con influenze funk e bossa nova, hip-hop e IDM. La maggior parte delle sue canzoni sono state ispirate dalla queerness così come dalle conseguenze dirette dell’amore.

Negli anni ha suonato in svariati progetti muovendosi fra diversi generi e scene musicali, nel 2021 ha pubblicato How To Pretend il primo EP di Year of Summers, un duo creato con la cantante sudafricana Alison Rachel (anche voce della band olandese HONEYMOAN).

Influenze: Mac DeMarco, Jon Bap, Solange, JPEGMAFIA, The Weeknd, Tame Impala, Unknown Mortal Orchestra, Drake, Arthur Russell e Miles Davis.

Credits: Scritto, composto, prodotto e mixato da Radio Trapani.

Hanno partecipato alle registrazioni Giovanni Iacovella (batteria) Alessandro Mazzieri (basso, sound engineering) – Master di Giorgio Cesaroni.

Foto di Eleni Anastassiou – Artwork di Legno.

Ascolta il singolo: https://found.ee/ywfPv

FONTE: Ufficio stampa per musica e cultura (DELTA – Marco Assandri).