Torna dal vivo la Tiramisù World Cup 2021

L’edizione di quest’anno nei giorni 8, 9, 10 ottobre a Treviso (e quest’anno il dessert arriva prima)

200 appassionati si mettono in gara tra ricette originali e creative. Arriva il premio “Cucchiaio di Cristallo” per bar, ristoranti e pasticcerie.

tiramisù-TWC-inTREVISO – La Tiramisù World Cup, “la sfida più golosa dell’anno” torna a far gareggiare dal vivo i propri concorrenti. L’evento arriva però qualche settimana prima rispetto al tradizionale appuntamento: i 200 concorrenti (divisi nelle due categorie “ricetta creativa” e “ricetta originale”) si cimentano nei loro dessert nel fine settimana del 8, 9 e 10 ottobre. Teatro dell’appuntamento l’orangerie  in piazza dei Signori di Treviso.

L’attesa di tornare a vedere dal vivo i “provetti appassionati” del dolce italiano più famoso nel mondo è finalmente terminata: l’edizione 2021 della Tiramisù World Cup (giunta al 5° anno), si tiene il prossimo autunno (8, 9, 10 ottobre) nel cuore pulsante della Marca, nella oramai tradizionale orangerie allestita in piazza dei Signori.

Molti i concorrenti che, già iscritti all’edizione dello scorso anno, sono “traghettati” in quella targata 2021 che ha per tema “Treviso e il Cinema”, che vede la collaborazione anche della Treviso Film Commission, nel contesto del Veneto, la regione la più amata  dai turisti. Il numero massimo di partecipanti è 200 (dovuto alle restrizioni anti-Covid, ndr.) che si preparano ai tavoli per dare vita alle ricette nella propria categoria di gara: quella originale (uova, zucchero, mascarpone, caffè, savoiardi e cacao) e quella creativa. Tra i partecipanti che già si stanno allenando, “chef” provenienti dall’estero (Belgio, Francia, Spagna, Svizzera) e ovviamente dall’Italia (Veneto, Lombardia, Emilia-Romagna, Toscana, Liguria, Umbria, Friuli, Lazio, Piemonte).

«Era importante ritornare “dal vivo” e non vedo l’ora di assaggiare i Tiramisù di chi arriverà a Treviso da ogni angolo d’Italia e dall’estero- spiega Francesco Redi di Twissen, organizzatrice della rassegna – . Gestiremo l’evento nel massimo rispetto delle norme anti-Covid in vigore, sia per il pubblico che per i concorrenti. Gli stessi partecipanti chiedono rassicurazioni sulle misure di prevenzione che adotteremo, ma ci hanno anche detto della grande voglia che hanno di rincontrarsi, anche distanziati, pur di vivere (e alcuni ri-vivere) l’emozione della gara».

Ad arricchire l’edizione Tiramisù World Cup 2021 arriva il premio “Cucchiaio di Cristallo”, nato dalla collaborazione della TWC con FIPE (Federazione Italiana Pubblici Esercizi) e Confcommercio Treviso.

Nei prossimi mesi, un “mistery-shopper” selezionerà quattro locali (fra ristoranti,  pasticcerie, bar, ecc.) della città, assaggiando la versione del Tiramisù proposta da ciascuno di essi. Nel corso della tre-giorni della TWC, poi, il pubblico potrà acquistare i Tiramisù nei locali “selezionati”, assaggiarli e votarli; il punteggio “popolare” si sommerà a quello di una giuria tecnica e a quello della stampa, decretando il vincitore 2021 del premio “Cucchiaio di Cristallo”.

Con FIPE e Confcommercio, il Sistema Commercio appoggia e rafforza il sostegno alla TWC: «L’idea del “mister shopper” è mutuata dalla grande ristorazione e mira ad esportare il concetto di distinzione della qualità, tipico della grande ristorazione, anche al bar. Un salto culturale che mancava e che consente, a tutto il Sistema Confcommercio, di ribadire la comunanza di valori che la TWC esprime. Il tiramisù è espressione autentica e spontanea del territorio e del legame con esso, rafforzamento dell’identità, senso dell’accoglienza e simbolo di genuinità e bontà di un dolce che da esperienza casalinga è trasformato in un prodotto globale che, pur mantenendo la fedeltà alle proprie origini, racconta al mondo cosa vuol dire avere un dolce tipico. Un biglietto da visita universale che lo consacra come simbolo di trevigianità e freschezza, accessibile a chiunque per costo e facilità di realizzazione».

«La TWC ha permesso di far conoscere la nostra Città in tutto il mondo, dall’America all’oriente – afferma il sindaco di Treviso Mario Conte – . Grazie a questa manifestazione il binomio Treviso–Tiramisù si è rinforzato ulteriormente, tant’è vero che, sempre più spesso, all’estero si sente parlare di questo dolce in chiave territoriale. Anche grazie alla Tiramisù World Cup Treviso può dare lustro al suo dolce così come lo stesso tiramisù valorizza e promuove le meraviglie di Treviso. Quest’anno sarà anche possibile apprezzarne i risvolti cinematografici. Non vediamo l’ora di assaggiare le varie interpretazioni e di premiare, come ogni anno, quelle più intriganti e gustose».

«La Tiramisù World Cup è diventata un appuntamento internazionale – sottolinea l’assessore ai Beni Culturali e Turismo del Comune di Treviso, Lavinia Colonna Preti – . Il tiramisù, con tutte le storie di eccellenza che lo accompagnano e che ne impreziosiscono il mito, diventa così una “vetrina” golosa della nostra Città. Ben vengano, dunque, eventi di livello come TWC, per il quale non possiamo che ringraziare l’ideatore Francesco Redi, in grado di valorizzare e di portare un intero territorio nel mondo».

«La Regione del Veneto, riconoscendone l’importante valenza anche dal punto di vista turistico, ha sostenuto fin dal suo esordio quello che oggi è entrato a pieno titolo tra gli appuntamenti fissi del cartellone degli eventi regionali – così Federico Caner, assessore al Turismo della Regione Veneto – . Almeno un viaggiatore su quattro sceglie la sua destinazione a partire dai prodotti tipici locali, e il tiramisù, il dolce al cucchiaio più famoso al mondo, ne rappresenta forse l’esempio più evidente. Protagonista di pellicole che lo hanno fatto conoscere anche oltreoceano, questo dolce lega da sempre il suo nome al mondo del cinema e a quello della città di Treviso che, con i suoi scorci e il suo patrimonio artistico, paesaggistico e culturale, rappresenta un set cinematografico a cielo aperto».

Sono con la TWC anche i Trevisani nel Mondo: «L’associazione, dopo le collaborazione delle precedenti edizioni, continua a supportare questa importante manifestazione. In occasione del Tiramisù Day 2021 (21 marzo, ndr.), le sezioni locali e quelle di tutto il mondo dall’Australia alla Russia passando per la Norvegia, l’Inghilterra, la Svizzera, il Brasile e l’Argentina tanto per citarne qualcuna, hanno celebrato via videomessaggio il loro dolce preferito con un forte “Viva il Tiramisù”. I Trevisani nel Mondo continueranno ad essere gli ambasciatori della Tiramisù World Cup patrimonio della nostra Treviso».

FONTE: Press Twissen.