Simone Faggioli vince il 56° Trofeo Luigi Fagioli

Il pluricampione fiorentino torna alla vittoria a Gubbio dopo 6 anni

Simone Faggioli
Simone Faggioli – Norma Bardahl M20 FC

GUBBIO (PG) – Si è concluso ieri il Trofeo Fagioli, edizione numero 56, settimo round del Campionato Italiano Velocità Montagna, che quest’anno è stata iscritta come gara internazionale FIA non titolata. Come nel 2020 la manifestazione si è tenuta a porte chiuse per via della pandemia Covid-19. Gli appassionati che non hanno potuto salire lungo la Gola del Bottaccione, hanno avuto la possibilità di seguire la gara grazie alla diretta Facebook sulla pagina del CIVM.

La vittoria assoluta, è andata a Simone Faggioli, che a bordo della sua Norma Bardahl M20 FC ha stampato il tempo assoluto di 3’08.17, aggiudicandosi anche la vittoria di gruppo E2SC.

Al secondo posto si è piazzato il trentino Christian Merli, che con la sua Osella FA 30 Zytek è arrivato a 0’94 decimi dal vincitore. Si aggiudica la vittoria di gruppo E2SS.

Come “primo degli altri” si piazza Domenico Cubeda, che a bordo della sua Osella FA 30 Zytek, totalizza il tempo assoluto di 3’19.75

Da segnalare la presenza in gara del francese Sebastien Petit, che ha debuttato con la Nova Proto NP01-02 2022.

Nel gruppo CN, a vincere è l’umbro Gianni Urbani, a bordo della sua Osella PA 21/S.

La vittoria nel gruppo GT è andata a Luca Gaetani, che a bordo della Ferrari 488 Challenge, ha preceduto Rosario Iaquinta su Lamborghini Huracan e, Roberto Ragazzi sempre su Ferrari 488.

Il gruppo E2SH è stato vinto da Marco Gramenzi su Alfa Romeo MGA AR1, mentre in E1 Italia la vittoria è andata a Giuseppe Aragona che a bordo della sua Mini Cooper S ha preceduto di soli 0’17 decimi Carmine Tancredi su Ford Cosworth.

Nel Gruppo A centra la vittoria Rudi Bicciato su Mitsubishi Lancer Evo, mentre in gruppo N vince Lorenzo Mercati che a bordo della sua Mitsubishi Lancer Evo IX ha preceduto Gabriella Pedroni con identica vettura.

Nella categoria Racing Start si aggiudica la vittoria Antonio Scappa su Peugeot 308 GTI, nelle RS Cup vince Gianni Loffredo su Peugeot 308 TCR, mentre nelle RS Plus trionfa Giacomo Liuzzi a bordo della Mini Cooper S.

La vittoria della categoria bicilindriche è andata ad Andrea Currenti su Fiat 500, con il tempo totale di 4’55.54

Nelle autostoriche vince Giacinto Giacchè, che con la sua Abarth 131 totalizza il tempo di 5’00.28

Il memorial Mauro Rampini è stato conferito a Gianni Urbani, primo umbro al traguardo.

Non sono di certo mancati momenti toccanti prima della gara, a partire dal ricordo di Marcello Cecilioni, eugubino che in passato è stato direttore di gara e che è venuto a mancare qualche mese fa, consegnando un riconoscimento alla famiglia; sempre a Marcello Cecilioni è stato anche dedicato un Trofeo consegnato a Luigi Fazzino, primo under 25 in gara; infine il Memorial Angelo e Pietro Barbetti, è stato assegnato al giornalista Mario Donnini di “Autosprint”.

Foto di Giordano Bei Angeloni – in copertina il vincitore Simone Faggioli