Successo per la 10ᵃ edizione della Vendemmia Solidale pro Lilt

La cantina di S. Pietro di Feletto (Treviso) ha aperto le porte a famiglie, amici e wine lovers: una giornata di festa per raccogliere uva e finanziare un progetto di voga in dragon boat per la riabilitazione delle donne operate di tumore al seno

Da sx Silvana Ceschin con il marito Ernesto Balbinot, Sammy Basso, Moreno Morello e Anna Balbinot

SAN PIETRO DI FELETTO (TV) – Una giornata baciata dal sole tra i filari delle Colline del Prosecco Superiore Patrimonio Unesco per vivere una delle esperienze più autentiche del mondo del vino: la Vendemmia Solidale della cantina Le Manzane che è andata in scena domenica 12 settembre a San Pietro di Feletto (Treviso) regalando a tutti sorrisi ed allegria. Il ricavato della manifestazione, che quest’anno ha tagliato il traguardo della 10ᵃ edizione, servirà a finanziare un progetto della LILT di Treviso di voga in dragon boat per la riabilitazione delle donne operate di tumore al seno.

Mattatore della giornata è stato Moreno Morello, l’inviato del noto tg satirico di Canale 5, Striscia la Notizia, che con la sua professionalità e simpatia ha intrattenuto il pubblico con alcuni giochi. Un successo anche la gara dello Spritz. Tra la versione classica e la versione innovativa i giudici popolari hanno decretato la vittoria della seconda. Presente anche Sammy Basso, che prima ha vendemmiato e poi è salito sul palco per fare da testimonial alla consegna di un premio speciale realizzato da un gruppo di ragazzi diversamente abili che è stato consegnato da Luigi Dorigo sia a Moreno Morello che al titolare della cantina Le Manzane, Ernesto Balbinot.

Tra le autorità presenti il sindaco di San Pietro di Feletto, Maria Rizzo, il consigliere regionale, Alberto Villanova, e la vicepresidente del Consorzio di Tutela del Conegliano Valdobbiadene Prosecco DOCG, Cinzia Sommariva.

«In un’ora e mezza – spiega Ernesto Balbinot, titolare della cantina Le Manzane – abbiamo raccolto 91 quintali di grappoli di Glera. Ora quell’uva, nata dal sole, seguirà un percorso particolare. Sarà vinificata e spumantizzata separatamente ed una parte del ricavato della vendita, nel periodo prenatalizio, delle bottiglie di Prosecco Superiore prodotto, sarà donata alla LILT, la Lega italiana per la lotta contro i tumori, Associazione Provinciale di Treviso ODV».

In particolare i fondi serviranno a finanziare Akea Rosa, il progetto di riabilitazione di un gruppo di donne operate di tumore al seno grazie alla voga sul Fiume Sile a bordo di Dragon Boat. Grazie ad alcuni studi, infatti, si è scoperto che il movimento ritmico e ciclico della pagaiata non è dannoso come si pensava, ma al contrario è benefico perché rinforza la pompa linfatica e diviene una sorta di linfodrenaggio naturale favorendo la prevenzione del linfedema.

Dopo la vendemmia, lo spettacolo di burattini di Alberto De Bastiani e la presentazione di Moreno Morello, la giornata è continuata con le visite in cantina, la musica italiana dal vivo della Magirus Band e di Alberto Ceschin, l’aperitivo con il Prosecco Superiore Docg e i “cicchetti” di pesce di Ca’ del Poggio ed è terminata con la tradizionale merenda in “caneva”.

Numerosi sono i partner e gli sponsor che hanno condiviso gli obiettivi benefici della vendemmia solidale 2021: Ama Crai, Arti Grafiche Conegliano, Banca Prealpi SanBiagio, Battistella Capsule, Dersut Caffe’, Distilleria Fratelli Brunello, Foto Francesco Galifi, Generalvetri, Icas, Ondulkart, Pasticceria Alpago, Ristorante Relais Ca’ del Poggio, Rotas, Savno Servizi Ambientali Veneto Nord Orientale, S. Bernardo Tappi Spumante, S’Paul n’ Co. Design, Studio Cloè e TeleChiara.

L’iniziativa è patrocinata dalla Regione del Veneto, dalla Provincia di Treviso e dai Comuni di San Pietro di Feletto, Conegliano e Valdobbiadene con il sostegno del Consorzio Tutela del Vino Conegliano Valdobbiadene Prosecco, dell’associazione di promozione sociale XI di “Marca” e del Club n° 40 Frecce Tricolori Conegliano.

La-famiglia-Balbinot-con-Moreno-Morello-e-l'agente-giapponese-Yoshiyuki-Kawazu
La famiglia Balbinot con Moreno Morello e l’agente giapponese Yoshiyuki Kawazu

FONTE: Ufficio Stampa Lemanzane.