Sick Luke per Atlantide

Il noto producer e coautore delle musiche accompagnerà il film di Yuri Ancarani ad Alice nella Città

Sabato 23 ottobre ore 22.30 | Auditorium della Conciliazione (Roma)

Dalla Mostra del Cinema di Venezia ad Alice nella Città. L’acclamato film di Yuri Ancarani, ATLANTIDE, arriva a Roma accompagnato dal coautore delle musiche, il producer SICK LUKE, che sarà presente in sala.

Sick Luke è uno dei più giovani e prolifici producer d’Italia. Nato a Londra, cresciuto tra Los Angeles e Centocelle, inizia ad appassionarsi alla musica ascoltando i dischi del padre, Duke Montana, storico rapper romano membro del TruceKlan. A 13 anni, incuriosito dal mondo dalla produzione, impara ad utilizzare il programma Fruity Loops per comporre la musica. Da allora, la carriera di Luke pare inarrestabile. Sick Luke è un vero e proprio enfant prodige: creativo e visionario, è per questo osannato dai fan che gli hanno attribuito l’appellativo di “Mozart” per il gusto, l’estro e il genio che inserisce nelle sue produzioni. Sfera Ebbasta, Ghali, Guè Pequeno, Mecna, Emis Killa, Marracash, Fabri Fibra sono solo alcuni dei nomi che hanno voluto Luke per la produzione dei loro dischi.

Dopo aver collezionato innumerevoli dischi di platino con le sue produzioni, Sick Luke è adesso pronto a pubblicare il suo primo album di inediti, in uscita prossimamente per Carosello Records. Ha curato la colonna sonora di ATLANTIDE, firmata anche da Lorenzo Senni e Francesco Fantini.

Il film arriverà in sala a fine novembre, distribuito da I Wonder Pictures.

Daniele, un giovane che vive ai margini della laguna di Venezia, sogna un barchino da record. Una storia di iniziazione maschile, violenta e predestinata al fallimento, che esplode trascinando la città fantasma in un naufragio psichedelico.

YURI ANCARANI è regista e videoartista; le sue opere nascono da una continua commistione tra documentario, cinema e arte. Con “The Challenge” vince a Locarno, viene segnalato da Indiewire tra i 9 film indipendenti da non perdere e il New York Times lo ha inserito tra i 9 nuovi registi al mondo da conoscere.

«Atlantide – dice il regista Yuri Ancarani – è un film nato senza sceneggiatura. I dialoghi sono rubati dalla vita reale, e la storia si è sviluppata in divenire durante un’osservazione di circa quattro anni, seguendo la vita dei ragazzi. Questo metodo di lavoro mi ha dato la possibilità di superare il limite di progettazione tradizionale nel cinema: prima la scrittura e poi la realizzazione. Così il film ha potuto registrare in maniera reattiva questo momento di grande cambiamento di Venezia e della laguna, da un punto di vista difficile da percepire, attento allo sguardo degli adolescenti. Il desiderio di vivere così da vicino le loro vite, dentro i loro barchini, ha reso possibile tutto il resto: il film si è lentamente costruito da solo».

Una produzione Dugong Films con Rai Cinema in coproduzione con Luxbox in collaborazione con Unbranded Pictures, Alebrije Producciones e Mirfilm, con il sostegno di MiC Ministero della Cultura, CNC Centro Nazionale di Cinematografia Francese, Eurimages, Regione Emilia Romagna, Doha Film Institute| sviluppato e prodotto con il sostegno del Fondo bilaterale per lo sviluppo di coproduzioni di opere cinematografiche italo-francesi MiC / CNC | Distribuzione I Wonder Pictures.

FONTE: PUNTOeVIRGOLA