Gli Hotel Supramonte: Omaggio a Fabrizio de André

Per la prima volta in carriera, la band propone dal vivo l’ascolto integrale dell’album “Non al denaro non all’amore né al cielo”, a 50 anni dalla sua prima pubblicazione

hotel-supramonte-inROMA – Si torna ai concerti, con una formazione ancora più importante (10 elementi sul palco) e in uno dei teatri più prestigiosi della città di Roma. E con questo spirito di piena consapevolezza che gli Hotel Supramonte stanno affrontando gli ultimi particolari prima di salire sul palco del Teatro Olimpico, lunedì 22 novembre, alle ore 21.

In scaletta – salvo cambiamenti dell’ultimo momento – l’esecuzione integrale del concept che Fabrizio De André realizzò prendendo spunto compositivo dall’Antologia di Spoon River di Masters.

In questo disco sono contenute alcune delle eccellenze poetiche che ascoltiamo ancora oggi e che non hanno mai perso smalto o profondo significato, a partire da due opposti così simili come Un matto e Un giudice, solo per citarne due.

Come ci si aspetta da un tributo dedicato ad uno dei più importanti autori della drammaturgia musicale del ‘900, la band ha previsto uno show che non può non comprendere anche i “classici”, almeno una piccola parte, e alcune particolarità, scelte meno usuali di un patrimonio compositivo che difficilmente potrà essere eguagliato, oltre a parti recitate sul palco dagli attori Pietro De Silva e Camilla Bianchini.

Gli Hotel Supramonte sono:
Luca Cionco (voce, chitarra),
Antonello Pacioni (chitarra classica e acustica, bouzouki, mandolino),
Alessandro Errichetti (chitarra elettrica e acustica, mandolino),
Simone Temporali (tastiere, cori),
Serena Di Meo (violino, cori),
Alessandro Famiani (fisarmonica),
Roberto Vittori (fiati, percussioni),
Glauco Fantini (basso, cori),
Edoardo Fabbretti (batteria, percussioni),
Giorgia Zaccagni (voce).

Gli Hotel Supramonte (band riconosciuta ufficialmente dalla “Fondazione De André”) nascono nel 2013 e vanno progressivamente affermandosi come una delle formazioni più accreditate nella diffusione della musica di Faber – anche in virtù dei tantissimi concerti che si susseguono a ritmi vorticosi.  La band infatti, dopo aver calcato i palchi estivi di mezza Italia, intraprende la strada dei teatri: luogo elettivo per la musica di Fabrizio De André, dove i musicisti riescono a creare atmosfere intime ed intense – come testimoniano le tutt’altro che rare lacrime di commozione degli spettatori, talvolta increduli. Da ricordare il concerto di fine giugno 2017 per Caffeina Cultura, con gli HS ad esibirsi in piazza San Lorenzo a Viterbo di fronte a quasi tremila persone, con la partecipazione straordinaria (ed entusiasta) di Neri Marcorè a prestare la sua voce per oltre metà concerto. Seguono le performance sold out all’Anfiteatro di Sutri per la rassegna Teatri di Pietra. La tournée teatrale 2017/18 vede gli HS in organico completo proporre al pubblico una scaletta corposa ed eterogenea, un viaggio che pesca da dischi irrinunciabili per la storia della musica cantautorale italiana (“Storia di un impiegato”, “Anime salve”, “Creuza de ma”, “La buona novella”) e che, pur non rinunciando a brani intramontabili del canzoniere (“Via del campo”, “La canzone di Marinella”, “Il pescatore”, “Volta la carta” e moltissimi altri), tocca anche “chicche” più particolari, dedicate ai fan (“Disamistade”, “Un chimico”, “Sidun”, “Nella mia ora di libertà”, “Khorakhanè”). Ogni concerto propone circa venticinque brani in scaletta, sempre accolti entusiasticamente da un pubblico stupito e commosso dall’intensità e dal calore con cui i musicisti cercano di restituire il grande patrimonio artistico che il cantautore genovese ha lasciato. Tra le importanti collaborazioni della formazione troviamo, oltre a Neri Marcorè, Michele Ascolese ed Ellade Bandini, storici collaboratori di Fabrizio De André e Pietro De Silva, interprete tra gli altri del film premio Oscar “La vita è bella”.

Per ulteriori informazioni sulla band: https://www.facebook.com/HotelSupramonte

Concerto in data unica: lunedì 22 novembre alle ore 21
Ingresso consentito ai soli spettatori in possesso di Green Pass

Teatro Olimpico di Roma
Piazza Gentile da Fabriano 17 – Telefono 06 3265991

Prevendite online: teatroolimpico.itticketone.itbookingevents.it

FONTE: Ufficio Stampa Menti Associate.