La Prosecco Cycling pedala a New York in vista dell’edizione 2022 

In autunno a Valdobbiadene il world cycling monuments meeting

L’evento del 2 ottobre farà tappa il 1° maggio al TD Five Boro Bike Tour, il più importante giro ciclistico d’America, per promuovere il Veneto e le colline del Prosecco Patrimonio dell’Unesco come destinazione ideale per il cicloturismo. Dalla Grande Mela inizierà il conto alla rovescia in vista del meeting sulla sostenibilità ambientale che il prossimo autunno, a Valdobbiadene, coinvolgerà gli organizzatori degli eventi ciclistici amatoriali più importanti e partecipati del pianeta.

Prosecco-Cycling_da-sinistra-Saligari-Podziba-Chiappucci-in
Foto di Ken Podziba (al centro), presidente e CEO di Bike New York, alla partenza dell’edizione 2021 della Prosecco Cycling, insieme a Claudio Chiappucci (a destra) e Marco Saligari

Lo scorso ottobre Ken Podziba ha trascorso una settimana tra le colline di Conegliano e Valdobbiadene: il presidente e CEO di Bike New York ha avuto l’occasione di scoprire le bellezze e le eccellenze del territorio e un evento, unico nel suo genere, come la Prosecco Cycling. Per immergersi sino in fondo nel territorio tutelato dall’Unesco, Podziba si è anche unito ai 1700 partecipanti all’evento ciclistico: quale miglior occasione per godere degli splendidi panorami offerti da un percorso di 100 chilometri che tocca ben 13 Comuni della Docg?

Podziba ha promesso che ritornerà tra le colline del Prosecco. Non solo: il noto manager a stelle e strisce, organizzatore del TD Five Boro Bike Tour, il più importante giro ciclistico d’America con i suoi 32 mila partecipanti, si farà promotore del grande progetto della Prosecco Cycling che il prossimo autunno riunirà a Valdobbiadene alcuni tra gli organizzatori degli eventi ciclistici più importanti e partecipati al mondo: oltre al TD Five Boro Bike Tour, il Cape Town Cycle Tour (35.000 partecipanti), la Ride London (25.000), la svedese Vatternrundan (20.000), solo per citarne alcuni.

E’ per questo che la Prosecco Cycling il prossimo 1° maggio, giorno del TD Five Boro Bike Tour, sarà a New York: Massimo Stefani, executive manager dell’evento trevigiano, contraccambierà la visita di Podziba e ne approfitterà per rinsaldare il legame con gli Stati Uniti. Spiega Stefani: “Porteremo a New York il fascino delle colline del Prosecco e da lì lanceremo il conto alla rovescia in vista del World Cycling Monuments Meeting che, da un lato sta registrando l’adesione dei più grandi eventi ciclistici mondiali, e dall’altro ha trovato alcune aziende di livello internazionale, particolarmente sensibili ai temi ambientali, interessate ad affiancare il progetto”.

Prosecco Cycling destina il 35% del proprio budget per realizzare la transizione verso un modello organizzativo più sostenibile dal punto di vista ambientale. E, nel contempo, cerca di trasferire questa filosofia ai partecipanti e alle aziende con cui collabora. “Il concetto di sostenibilità ambientale – prosegue Stefani – è legato intrinsecamente a quello della tutela dell’ambiente, ma negli ultimi anni ha vissuto una profonda evoluzione: si è partiti da una visione centrata quasi esclusivamente sugli aspetti ecologici, per approdare ad un significato più ampio che considera, oltre alla dimensione ambientale, quella economica e sociale. Sostenibilità ambientale – prosegue Stefani – significa un percorso serio e rigoroso che, oggi più che mai, richiede la capacità di fare squadra: serve una risposta globale per un problema globale”.

Le premesse del World Cycling Monuments Meeting sono ottime. “Vedo l’entusiasmo degli organizzatori. Con loro, al termine del meeting del prossimo autunno, sigleremo il protocollo d’intesa con cui queste grandi organizzazioni s’impegneranno fattivamente in un percorso verso la piena sostenibilità ambientale. Un obiettivo da perseguire quotidianamente, lungo tutto l’arco dell’anno, non soltanto nel giorno dell’evento. A tal proposito – conclude Stefani – abbiamo già condiviso un dettagliato bilancio ambientale per ogni singola organizzazione. Il traguardo è ambizioso, faremo di tutto per raggiungerlo”.

Dopo non essersi fermata neppure nel 2020, quando è stata tra i pochissimi eventi sportivi internazionali a disputarsi in Veneto, Prosecco Cycling ha rilanciato nel 2021 portando al via, lo scorso 3 ottobre, ben 1700 appassionati provenienti da circa 25 nazioni e quattro continenti. Numeri imponenti, considerando il perdurare dell’emergenza sanitaria. Il segno di una tradizione che si rinnova, senza soste, dal 2004, quando andò in scena l’edizione inaugurale di un evento che per primo ha fatto parlare di cicloturismo tra le colline del Prosecco e in Veneto.

Nel 2022 l’appuntamento è fissato per il 2 ottobre. Apertura delle iscrizioni, oggi, martedì 22 febbraio, con quote agevolate sia per i singoli che per i team. Grazie alla Prosecco Cycling e al World Cycling Monuments Meeting, la bandiera della sostenibilità sventola a Valdobbiadene.

FONTE: Prosecco Cycling (Mauro Ferraro).

Redazione Press Italia
Redazione Press Italia

Agenzia di informazione fondata e diretta da Mauro Piergentili. Tra i suoi servizi news e comunicati stampa: Arte, Cultura, Enogastronomia, Economia, Esteri, Scienza, Cinema, Teatro, Turismo,...