Skip to content

Israele, attacco Bnei Brak: 5 morti

(Adnkronos) - La persona che ha sparato era a bordo di una motocicletta ed è stata "neutralizzata"

Sono cinque le persone uccise in una sparatoria avvenuta in almeno due luoghi diversi a Bnei Barak, vicino a Tel Aviv. Un’altra persona è in condizioni gravi. La persona che ha sparato era a bordo di una motocicletta ed è stata “neutralizzata” secondo quanto scrive il Jerusalem Post. L’attacco, il terzo in pochi giorni in Israele, è avvenuto nella cittadina alle porte di Tel Aviv, abitata prevalentemente da ultraortodossi, con un’alta densità di popolazione e un basso reddito.

A quanto scrive il Jerusalem Post, i primi colpi d’arma da fuoco sono stati sparati attorno alle 20 ora locale su HaShnaim Street. Una persona è stata trovata uccisa in un’automobile e altre due sul vicino marciapiede. Un’altra persona è stata trovata morta su una traversa della prima strada, in Hertzl Street. La quinta vittima è morta dopo il trasporto in ospedale.

Il premier israeliano Natfali Bennett riunirà alle 22 ora locale, le 21 in Italia, i vertici della sicurezza dopo il sospetto attacco terroristico. Lo ha reso noto l’ufficio del primo ministro. L’uomo che ha sparato sarebbe un palestinese proveniente dalla Cisgiordania, riferisce l’emittente Channel 12, citando fonti della sicurezza. Si ritiene che l’uomo possa aver avuto dei complici che lo hanno aiutato ad entrare in Israele. Il palestinese lavorava illegalmente in un cantiere edile della città. Secondo quanto scrive il Times of Israel, il giovane, attorno ai 25 anni, veniva dal villaggio di Yabed, in Cisgiordania, e aveva già scontato una pena a sei mesi di prigione con l’accusa di legami terroristici e vendita illegale di armi.

AdnKronos: Vai alla fonte

© 2006 - 2022 Pressitalia.net - Edizioni Le Colibrì: P.Iva 03278920545