Skip to content

Tudor annuncia la partnership con Alinghi Red Bull Racing per l’America’s Cup

(Adnkronos) - Quando uno dei nomi più iconici della storia dell'America's Cup - Alinghi - torna a partecipare alla sfida per la 37esima edizione dell’evento in partnership con Red Bull, è il momento di nuove prospettive. E Tudor condivide la visione del team. La partnership appena annunciata di Alinghi Red Bull Racing con Tudor si basa su valori comuni: condividono il rigore per l’ingegnerizzazione e per la manifattura. Entrambi, inoltre, vantano un patrimonio di innovazione e successo.

Quando uno dei nomi più iconici della storia dell’America’s Cup – Alinghi – torna a partecipare alla sfida per la 37esima edizione dell’evento in partnership con Red Bull, è il momento di nuove prospettive. E Tudor condivide la visione del team. La partnership appena annunciata di Alinghi Red Bull Racing con Tudor si basa su valori comuni: condividono il rigore per l’ingegnerizzazione e per la manifattura. Entrambi, inoltre, vantano un patrimonio di innovazione e successo.

L’America’s Cup è uno spettacolo epico ed è l’evento velico più importante del mondo. Mentre la ‘Vecchia Brocca’ è il trofeo più antico dello sport internazionale, i migliori team del mondo sviluppano nuove idee e progetti con la più avanzata tecnologia disponibile in ogni nuova edizione dell’evento. Tudor vanta una ricca tradizione sportiva e realizza orologi timeless, eleganti e all’avanguardia. L’azienda ginevrina, inoltre, produce modelli subacquei e sportivi da decenni e sa quali devono essere le caratteristiche tecniche di un orologio per affrontare il mare agitato.

Sottolineando che Alinghi Red Bull Racing ha sede a Écublens, vicino a Losanna, il CEO di Tudor Éric Pirson ha dichiarato: “Tudor ha da generazioni una tradizione nella produzione di orologi di precisione e di alta qualità in Svizzera ed è rinomata per le sue partnership nel mondo dello sport con ambasciatori come David Beckham, il surfista delle grandi onde Nic von Rupp, il campione mondiale di apnea Morgan Bourc’his e la squadra di rugby neozelandese degli All Blacks. Alinghi Red Bull Racing è un team svizzero con una barca svizzera; di conseguenza pensiamo che questa sia una partnership naturale per un’azienda svizzera come la nostra. Siamo orgogliosi di vedere i nostri orologi a bordo di Alinghi Red Bull Racing”.

Silvio Arrivabene, co-general manager di Alinghi Red Bull Racing – Head of Technical Operations, ha aggiunto: “È ora di andare avanti. Per noi come team, Tudor combina tradizione con sviluppo e innovazione. Loro sono il nostro partner principale e saranno fonte d’ispirazione per essere sempre puntuali, affidabili e per realizzare risultati eccellenti dentro e fuori dall’acqua. Il nostro team è fiero di avere al polso gli orologi Tudor nella sfida alla 37. ma America’s Cup”.

Per prepararsi alla sfida che lo attende, Alinghi Red Bull Racing ha acquistato BoatZero come imbarcazione da allenamento. In precedenza, BoatZero era conosciuta come ‘Te Aihe’ di proprietà di Emirates Team New Zealand, il primo AC75 al mondo a toccare l’acqua. BoatZero sarà la principale barca allenamento del team e rappresenta il miglior punto di partenza possibile per le sfide future di Alinghi Red Bull Racing. A luglio il team navigherà su BoatZero per i 20 giorni di allenamento che il regolamento consente esclusivamente ai nuovi team iscritti alla 37.ma America’s Cup.

Arrivabene ha così concluso: “BoatZero è una piattaforma consistente che ci permetterà di progredire velocemente, garantendoci di raggiungere i nostri prossimi obiettivi”.

AdnKronos: Vai alla fonte

© 2006 - 2022 Pressitalia.net - Edizioni Le Colibrì: P.Iva 03278920545