Skip to content

Superbonus: Mef incontra Partitalia, convergenza partiti su emendamenti

(Adnkronos) - ''Il Mef attende che gli organizzatori della manifestazione indichino i punti di riferimento incaricati dai capigruppo dei partiti, per poter fare un tavolo comune e decidere quali sono gli emendamenti da portare''. Lo dichiara il vicepresidente di Partitalia, Michel Fabrizio, al termine dell'incontro al ministero dell'Economia, con i rappresentanti delle associazione che hanno organizzato la manifestazione che si è svolta a Roma per chiedere di modificare le norme relative ai bonus edilizi. Il sottosegretario, Federico Freni, ha ricevuto la delegazione composta, tra gli altri, da Fabrizio, uno dei fondatori della Class action nazionale dell'Edilizia, Norbert Toth, il presidente di Faci, Massimo D'Onofrio.

Il Mef attende che gli organizzatori della manifestazione indichino i punti di riferimento incaricati dai capigruppo dei partiti, per poter fare un tavolo comune e decidere quali sono gli emendamenti da portare”. Lo dichiara il vicepresidente di Partitalia, Michel Fabrizio, al termine dell’incontro al ministero dell’Economia, con i rappresentanti delle associazione che hanno organizzato la manifestazione che si è svolta a Roma per chiedere di modificare le norme relative ai bonus edilizi. Il sottosegretario, Federico Freni, ha ricevuto la delegazione composta, tra gli altri, da Fabrizio, uno dei fondatori della Class action nazionale dell’Edilizia, Norbert Toth, il presidente di Faci, Massimo D’Onofrio.

”Il sottosegretario, che ci ha cortese incontrato, ha detto che non c’è un posizione convergente” dei partiti che ”hanno partecipato alla manifestazione”, spiega Fabrizio. ”C’è bisogno di un segnale convergente del parlamento, per sbloccare la situazione del superbonus”, sottolinea il vicepresidente. ”Il grosso problema che continua a dire di avere Mef è quello delle frodi, ma non c’è una strategia chiara per fronteggiarle senza soffocare le imprese”.

‘Tutti i rappresentati della delegazione -afferma Fabrizio- si sono impegnati a sollecitare M5s, Lega, Fdi e Fi per creare un coordinamento di tutte le forze politiche parlamentari, per presentare una richiesta convergente al Mef, per poter avere finalmente delle norme che sblocchino la situazione. Adesso tutti i responsabili delle associazioni si faranno carico di parlare con i partiti e avere un discorso chiaro e definitivo su questa storia, evitando che ci sia un rimpallo tra Mef e parlamento”, conclude il vicepresidente.

AdnKronos: Vai alla fonte

© 2006 - 2022 Pressitalia.net - Edizioni Le Colibrì: P.Iva 03278920545