Skip to content

Trasporti, Gibelli (Asstra): “Serve prudenza nelle scelte verso la decarbonizzazione”

(Adnkronos) - “Oggi sul tema della transizione energetica, cruciale per il futuro del trasporto pubblico locale, non è facile scommettere su una tecnologia vincente come scelta esclusiva. La fotografia che otteniamo osservando lo scenario è quella della prevalenza dell’elettrico, ma l’innovazione tecnologica non è un processo lineare, si muove per salti non sempre prevedibili. Oggi più che mai le scelte devono quindi ispirarsi a un criterio di prudenza, non serve innamorarsi di una tecnologia rispetto a un’altra perché è una scommessa sbagliata". Lo ha dichiarato Andrea Gibelli, presidente di Asstra, l’associazione delle aziende del trasporto pubblico locale, in occasione della presentazione del Rapporto Mims-Stemi 'Decarbonizzare i Trasporti - Evidenze scientifiche e proposte di policy' presentato ieri a Roma.

“Oggi sul tema della transizione energetica, cruciale per il futuro del trasporto pubblico locale, non è facile scommettere su una tecnologia vincente come scelta esclusiva. La fotografia che otteniamo osservando lo scenario è quella della prevalenza dell’elettrico, ma l’innovazione tecnologica non è un processo lineare, si muove per salti non sempre prevedibili. Oggi più che mai le scelte devono quindi ispirarsi a un criterio di prudenza, non serve innamorarsi di una tecnologia rispetto a un’altra perché è una scommessa sbagliata”. Lo ha dichiarato Andrea Gibelli, presidente di Asstra, l’associazione delle aziende del trasporto pubblico locale, in occasione della presentazione del Rapporto Mims-Stemi ‘Decarbonizzare i Trasporti – Evidenze scientifiche e proposte di policy‘ presentato ieri a Roma.

“Quella giusta è tenersi aperti a tutte le opzioni possibili e pensare a una programmazione che consenta al sistema di riallinearsi, al passo con l’evoluzione tecnologica”, ha continuato.

Asstra raccoglie la sfida e il confronto sulla transizione energetica, che passa attraverso la decarbonizzazione, pronta a dare il necessario supporto agli associati nella fase di acquisto e di non facile riorganizzazione dei cicli industriali del tpl, quando si passa da motori a combustione interna ad altre forme di propulsione, a cominciare da quella elettrica”, ha concluso Gibelli.

AdnKronos: Vai alla fonte

© 2006 - 2022 Pressitalia.net - Edizioni Le Colibrì: P.Iva 03278920545