Skip to content

Ucraina, Macron: “Genocidio? Crimini di guerra, attenti alle parole”

(Adnkronos) - Dopo l'accusa di Biden alla Russia, il presidente è "prudente" su una "escalation delle parole"

Emmanuel Macron vuole essere “prudente” con i termini mentre prosegue la guerra in Ucraina, rifiuta una “escalation delle parole”, denunciando “crimini di guerra”, dopo che ieri sera per la prima volta Joe Biden ha usato la parola “genocidio” per descrivere le atrocità nel Paese a seguito dell’invasione russa.

Leggi anche

“E’ accertato che sono stati commessi crimini di guerra da parte dell’esercito russo – ha detto Macron – ora bisogna trovare i responsabili e andare davanti alla giustizia”. “Genocidio, ha un significato – ha proseguito su France 2, mentre la Francia si prepara al ballottaggio delle elezioni presidenziali – Il popolo ucraino, il popolo russo sono popoli fratelli. E’ una follia quello che sta accadendo”. Ma, ha proseguito parlando di una “situazione inaccettabile”, allo “stesso tempo guardo i fatti e voglio cercare il più possibile di continuare” a lavorare per “fermare questa guerra” e “quindi non sono sicuro che l’escalation delle parole serva alla causa” della pace.

AdnKronos: Vai alla fonte

Redazione Press Italia
Redazione Press Italia

Agenzia di informazione fondata e diretta da Mauro Piergentili. Tra i suoi servizi news e comunicati stampa: Arte, Cultura, Enogastronomia, Economia, Esteri, Scienza, Cinema, Teatro, Turismo,...

© 2006 - 2022 Pressitalia.net - Edizioni Le Colibrì: P.Iva 03278920545

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: