A Modena gli Stati Generali dell’Autodemolizione

Il 25 giugno seconda edizione dell’ADA Premium Event: focus sugli scenari futuri di un settore, pilastro dell’economia circolare, che ogni anno produce e gestisce oltre 1 mln di tonnellate di rifiuti per l'85% avviati al riciclo

001-Ada-cop-pressitaliaROMA – ADA (l’Associazione Demolitori di Autoveicoli che aderisce ad Assoambiente) chiama a raccolta il mondo dell’autodemolizione e indice per il prossimo 25 giugno a Modena (presso la Camera di Commercio cittadina) l’ADA Premium Event 2022.

La manifestazione, alla sua seconda edizione, avrà come tema centrale “Il futuro dell’autodemolitore – Crescita professionale e transizione ecologica degli autoveicoli”.

Durante il convegno si alterneranno gli interventi di rappresentati delle Istituzioni nazionali e locali, degli operatori e di esperti del settore che si confronteranno sulle strategie per affrontare le sfide presenti e future di un comparto sempre più rivolto verso l’economia circolare e al centro della transizione ecologica della mobilità impressa a livello europeo.

Dopo il benvenuto di Anselmo Calò, Presidente ADA e di Ludovica Carla Ferrari, Assessora del Comune di Modena, si aprirà la prima sessione dei lavori dedicata alla “Crescita professionale: controlli e autocontrolli”. Alla presenza di esperti sul tema dei controlli, sarà presentato un innovativo sistema di autocontrollo per gli impianti, commissionato da ADA e realizzato dall’azienda ECOEURO, destinato a semplificare la vita degli operatori e a migliorare la qualità e i processi di controllo delle aziende.

Spazio poi a un approfondimento sulla normativa del settore con tre specifici focus su: “il Registro Elettronico Nazionale sulla Tracciabilità dei Rifiuti”, “il registro digitale delle radiazioni e radiazioni online” e “la tracciabilità delle vendite online di ricambi usati”; un tema, quest’ultimo, al centro di una specifica proposta avanzata da ADA alle Istituzioni europee, in occasione della discussione sul DSA (regolamento europeo vendite on-line) con l’obiettivo di porre un freno al commercio illegale online di componenti di auto a fine vita o, peggio ancora, di parti provenienti da vetture rubate.

L’ultima sessione riguarderà il tema del momento: la “Transizione Ecologica per gli autoveicoli”, anche alla luce delle recenti decisioni europee prese con il “FIT for 55” e del significativo impatto che questo processo è destinato ad avere sul futuro del business dell’autodemolizione.

Ospiti del talk saranno, oltre al Presidente ADA – Anselmo Calò, On. Claudia Porchietto – Commissione Attività Produttive della Camera, Mauro Bonaretti – Capo Dipartimento Mobilità Sostenibile del MIMS, Andrea Saccone – Toyota e Massimiliano Corsano – Carabinieri per la Tutela Ambientale e la Transizione Ecologica.

FONTE: Ufficio Stampa FISE (Marco Catino).