Skip to content

La lunga agonia dei ghiacciai alpini

(Adnkronos) - Non solo Marmolada (in foto). Tutti i ghiacciai alpini sono sulla buona strada per toccare quest'anno la più alta perdita di massa in 60 anni di rilevazioni. A metterli a dura prova le relativamente scarse nevicate dell'inverno scorso e poi le due grandi ondate di calore all'inizio dell'estate. Durante le ondate di caldo, l'altitudine in cui l'acqua si congela è stata misurata a un livello record di 5.184 metri rispetto al normale livello estivo di 3.000 metri. Se il riscaldamento climatico continuerà a questo ritmo, si prevede che i ghiacciai delle Alpi perderanno più dell'80% della loro massa attuale entro il 2100.

Non solo Marmolada (in foto). Tutti i ghiacciai alpini sono sulla buona strada per toccare quest’anno la più alta perdita di massa in 60 anni di rilevazioni. A metterli a dura prova le relativamente scarse nevicate dell’inverno scorso e poi le due grandi ondate di calore all’inizio dell’estate. Durante le ondate di caldo, l’altitudine in cui l’acqua si congela è stata misurata a un livello record di 5.184 metri rispetto al normale livello estivo di 3.000 metri. Se il riscaldamento climatico continuerà a questo ritmo, si prevede che i ghiacciai delle Alpi perderanno più dell’80% della loro massa attuale entro il 2100.

AdnKronos: Vai alla fonte

© 2006 - 2022 Pressitalia.net - Edizioni Le Colibrì: P.Iva 03278920545