Skip to content

Omicidio Chiara Gualzetti, 17enne condannato a 16 anni

(Adnkronos) - "Riconosciuta la capacità di intendere e di volere" dice all'Adnkronos l'avvocato Giovanni Annunziata

“E’ una sentenza che ha riconosciuto valore all’attività fatta dal pubblico ministero ma anche da me e dai miei consulenti, che siamo riusciti a dimostrare che il ragazzo era sicuramente capace di intendere e di volere“. Lo dice all’Adnkronos l’avvocato Giovanni Annunziata, legale della famiglia di Chiara Gualzetti, la 16enne uccisa il 27 giugno dello scorso anno a Monteveglio dal 17enne condannato dal gup del tribunale per i minorenni di Bologna a 16 anni e 4 mesi.

“Si tratta di un soggetto minorenne e secondo quello che è l’ordinamento giudiziario del Tribunale minorile – aggiunge l’avvocato – è stata una sentenza che ha ritenuto applicabile il massimo di quello che era prevedibile. Ha avuto preponderanza l’attività del pubblico ministero nel valorizzare le aggravanti della premeditazione e in qualche modo anche l’efferatezza del delitto è stata poi determinante nella decisione”.

AdnKronos: Vai alla fonte

© 2006 - 2022 Pressitalia.net - Edizioni Le Colibrì: P.Iva 03278920545