Skip to content

Piazza Affari, rally di UniCredit. Ora focus sulla Fed

(Adnkronos) - Giornata di guadagni, in attesa della Fed, per il listino di Piazza Affari. Alle 20 italiane la banca centrale guidata da Jerome Powell dovrebbe annunciare un nuovo incremento del costo del denaro Usa di 75 punti base, che potrebbero diventare 100 nel caso in cui anche questa volta a prevalere dovessero essere i timori sulla crescita repentina dei prezzi.

Giornata di guadagni, in attesa della Fed, per il listino di Piazza Affari. Alle 20 italiane la banca centrale guidata da Jerome Powell dovrebbe annunciare un nuovo incremento del costo del denaro Usa di 75 punti base, che potrebbero diventare 100 nel caso in cui anche questa volta a prevalere dovessero essere i timori sulla crescita repentina dei prezzi.

Nè le indicazioni arrivate dall’indice di fiducia dei consumatori italiani, sceso sui minimi da maggio 2020, né la revisione al ribasso dell’outlook sovrano da parte di S&P, che ha portato le prospettive sul rating “BBB” da “positive” a “stabili”, hanno scalfito l’intonazione positiva del listino milanese, spinto oggi dagli aggiornamenti arrivati dai conti societari.

In particolare, sul Ftse Mib, che si è fermato a 21.480,7 punti (+1,52%), spiccano le performance di UniCredit (+8,64%) e di Saipem (+5%). L’istituto di Piazza Gae Aulenti ha terminato il trimestre aprile-giugno con risultati sopra le stime, l’utile è salito del 66% a 1,5 miliardi, e migliorato la guidance 2022. I primi sei mesi di Saipem si sono invece chiusi con una perdita in riduzione a 130 milioni di euro e la conferma dei target del piano.

Tra gli energetici, il greggio sale dello 0,6% a 100,1 dollari al barile, giornata di guadagni anche per Tenaris ed Eni, salite rispettivamente del +3,13% e del +1,63%. La performance migliore del paniere delle blue chip è stata registrata da Nexi (+8,9%) che, in attesa di presentare i conti, si è messa in scia di quelli della francese Worldline.

La decisione di S&P ha spinto lo spread Btp-Bund a 244 punti base (+2,9%) nel giorno dell’asta di Bot con scadenza sei mesi. Questa mattina il Ministero dell’Economia ha assegnato semestrali per 6 miliardi di euro ad un rendimento che ha fatto segnare il livello maggiore dal maggio 2018 attestandosi allo 0,628%, +72 punti base rispetto all’appuntamento precedente. (In collaborazione con Money.it)

AdnKronos: Vai alla fonte

© 2006 - 2022 Pressitalia.net - Edizioni Le Colibrì: P.Iva 03278920545