‘Premium e Seek’ al meeting esclusivo di Berlino

Il sistema marchigiano della moda e delle calzature

Due giorni, dal 7 al 9 luglio, in cui le aziende marchigiane del settore si presentano ai buyers e alla stampa specializzata.
Carloni: “Consolidiamo e valorizziamo la presenza delle nostre aziende su un mercato molto rilevante”.
Bilò: “Occasione per promuovere il brand Marche: Land of Excellence”.

copertina
Mirco Carloni

Ritornano, dal 7 al 9 luglio 2022 a Berlino, due appuntamenti fieristici irrinunciabili del settore moda e fashion. Dopo lo stop forzato a causa della pandemia, “Premium”, la piattaforma di business più importante in Europa per l’abbigliamento donna e uomo avanzato e “SEEK”, una delle fiere più progressive per la moda contemporanea, aprono le porte per offrire, occasioni, opportunità e scambi.

Due appuntamenti costituiranno il cuore della Fashion Week di Berlino, in occasione della quale la capitale tedesca diverrà un punto di riferimento per la scena internazionale negli ambiti della moda e del lifestyle.

Le Marche parteciperanno con una delegazione di 26 imprese, di cui 20 appartenenti al settore calzature-pelletteria e 6 al settore abbigliamento ed accessori moda. Ciascuna di esse sarà presente con uno stand messo a disposizione dalla Regione Marche.

“Ci aspettiamo grandi risultati da questi due eventi – dichiara il vicepresidente della Regione e assessore allo Sviluppo Economico, Mirco Carloni – Quello che attende espositori e visitatori è un programma denso di eventi, durante i quali ci si focalizzerà sui temi essenziali del futuro dell’industria della moda, soprattutto per quanto riguarda la sostenibilità e la digitalizzazione”.

“La Regione – prosegue Carloni – continua a sostenere il rilancio del sistema economico e manifatturiero marchigiano, che racchiude vere eccellenze riconosciute a livello internazionale, per questo fin dalla giornata inaugurale del 7 luglio, sarà organizzato un incontro tra i buyer presenti in fiera, la stampa estera ed i rappresentanti delle 26 imprese marchigiane, in un’area opportunamente allestita e adiacente all’area espositiva delle Marche dove, per l’occasione, sarà proposta anche una degustazione di prodotti enogastronomici della nostra regione”.

L’eccellenza delle aziende marchigiane sarà evidenziata anche attraverso la promozione del brand “Marche: Land of Excellence”, inaugurato durante la settimana delle Marche all’Expo Dubai 2020, con l’obiettivo di esaltare a livello mondiale il concetto di un territorio ricco di imprese “eccellenti” nei vari settori produttivi esistenti.

Su di esso ha insistito anche il consigliere Mirko Bilò, presente a Berlino come rappresentante istituzionale per la Regione Marche: “Con questo nuovo marchio – ha detto – vogliamo valorizzare l’eccellenza che ci caratterizza come Regione e generare un’identità unitaria del nostro territorio, per poter così accrescere la riconoscibilità e la forza dei prodotti marchigiani sui mercati europei e mondiali per affermare e confermare la nostra presenza a livello internazionale”.

Quello della moda è un settore importante nelle Marche che conta circa 6.300 imprese, dando lavoro a oltre 37mila addetti. Oltre la metà del comparto è rappresentato dal calzaturiero che, da solo, vale il 15% di tutto il manifatturiero regionale. Tessile, abbigliamento, pelletteria: tutti ambiti essenziali per l’economia regionale e che più di altri hanno subito gli effetti della crisi pandemica.

In sintesi, i dati relativi all’export per calzature e pelletteria parlano di un + 10 % rispetto al 2020 (rappresentando il 10,3% del totale quota export Marche); riguardo all’export per tessile e abbigliamento si registra un + 14% rispetto al 2020 (4% totale export Marche).

Conclude Carloni: “La partecipazione agli eventi di Berlino rappresenta un’opportunità, soprattutto per il comparto calzaturiero, di consolidamento della presenza del prodotto marchigiano su un mercato rilevante come quello tedesco e in un periodo particolarmente critico per il mercato russo ed ucraino”.

La Germania al 2021 infatti è al 1° posto nella graduatoria dei Paesi di destinazione dell’export del settore calzature/pelletteria marchigiano (con una quota del Paese sul totale dell’export pari al 12,9%) e secondo per quanto invece concerne il comparto tessile/abbigliamento (12,2 % sul totale).

Le imprese marchigiane presenti a Berlino sono: ANTONELLI OMAR Corridonia; ATUM SRL Massa Fermana; BRUNO TROTTI CALZ. SRL Monte Urano; CALZATURE VF ITALIA PROD. SRL Monte San Pietrangeli; CALZATURIFICIO LONDON SAS Monte San Giusto; CALZATURIFICIO MARINO FABIANI SRL Fermo; CAMERLENGO SAS Monte San Giusto; DADA SRL Grottammare; DUCANERO SRL Monte San Giusto; ERNESTO DOLANI SRL Sant’Elpidio a Mare; FALC SPA Civitanova Marche; FELEPPA FV SRL Morrovalle; FIORANGELO SRL Falerone; FUTURE FASHION SRL Recanati; KING TARTUFOLI SRL Civitanova Marche; LLOFF SRL Montecosaro; LOM FASHION S.R.L. Monteprandone; LORIBLU SPA Porto Sant’Elpidio; MAPE FASHION SRL Civitanova Marche; MEDORI STEFANO Montegranaro; PANTANETTI SRL Montegranaro; PENELOPE SRL Montegranaro; PRINCES SRL Montegranaro; SECCHIARI INTERNATIONAL SRL Montegranaro; WOOLTIME SRL Colmurano; WUDAWU SRL Ascoli Piceno.

FONTE: Regione Marche – Claudia Pasquini.