Simone Faggioli vince la 57° Rieti Terminillo – Enel X Way

Per la settima volta il pilota di Bagno a Ripoli iscrive il suo nome nell'albo d'oro della classica reatina

DSC_6659-in
Il vincitore Simone Faggioli – Norma Bardahl M20 FC

RIETI – Si è conclusa domenica 17 luglio la Rieti Terminillo – Enel X Way, edizione numero 57, settimo round del Campionato Italiano Velocità Montagna. I tre giorni sono stati caratterizzati da una grande cornice di pubblico lungo il percorso e, dal grande caldo, ma nonostante questo non ha impedito a tutti gli appassionati di salire lungo i 13.450 metri che vanno da Lisciano a Pian de Valli. La manifestazione è stata trasmessa sulla Pagina Facebook del ‘Campionato Italiano Velocità Montagna’ e sul canale 228 di Sky.

La vittoria assoluta è andata Simone Faggioli che a bordo della sua Norma M20 FC ha totalizzato il tempo totale di 4’51.17, aggiudicandosi anche la vittoria di gruppo E2SC.

La seconda posizione assoluta è andata a Diego Degasperi che a bordo della sua Osella FA 30 Zytek ha stampato il tempo totale di 4’58.49

Il gradino più basso del podio se lo aggiudica l’abruzzese Stefano Di Fulvio che a bordo della sua Osella FA 30 Zytek è arrivato a soli 0’33 centesimi dal secondo posto.

La vittoria del gruppo CN è andata ad Alberto Scarafone, che a bordo della sua Osella PA 21/P ha totalizzato il tempo di 5’40.74, precedendo Marco Capucci su Osella PA 21/S e, Daniele Filippetti su JS 49/51.

Marco Iacoangeli al volante della sua BMW Z4 si è aggiudicato la vittoria del gruppo GT: il pilota di Ariccia ha fermato i cronometri sul tempo di 5’42.48, che gli ha permesso di arrivare tra le vetture turismo. Completano il podio del gruppo GT Stefano Artuso su Ferrari Spa 458 Challenge e, Roberto Ragazzi su Ferrari 488 Challenge.

Il gruppo E2SH è stato vinto da Alessandro Gabrielli che a bordo della sua Picchio AR 4C ha preceduto il teramano Marco Gramenzi su Alfa Romeo 4C Zytek ed Angelo Gandini su Fiat X 1/9.

La vittoria di gruppo E1 Italia è andata a Giuseppe Aragona su Vw Golf Mk7, che ha preceduto Ernesto Galli su Renault GT Turbo e, Maurizio Contardi su Honda Civic.

Il gruppo A se lo è aggiudicato Fabio Titi su Peugeot 106 S16, davanti a Emanuele Finestauri su Peugeot 106 S16.

Gabriella Pedroni su Mitsubishi Lancer Evolution Ix si è aggiudicata il gruppo N davanti a Giovanni Angelini e Alessandro Agosti entrambi su Honda Civic Type R.

Nella categoria Racing Start Francesco Cicalese su Honda Civic Type R si è aggiudicato la vittoria. Nelle RS Plus ha trionfato Giacomo Liuzzi a bordo della sua Mini Cooper S, mentre nelle RS Cup la vittoria non è sfuggita all’idolo di casa Antonio Scappa su Hyundai I 30, mentre n.

Nella gara riservata alle Autostoriche si è aggiudicato la vittoria Giuseppe Gallusi su Porsche 935, mentre fra le vetture del Trofeo Italiano Velocità Montagna il più veloce è stato Fabio Titi su Peugeot 106 S16.

Foto di Giordano Bei Angeloni – in copertina il podio della manifestazione