Di scena la rievocazione del Chienti e Potenza, circuito tricolore ASI

Tolentino, Macerata e il percorso del circuito di un secolo fa, palcoscenico di oltre 70 interessanti moto d’epoca costruite prima del 1960.

inTOLENTINO (MC) – Come quarto appuntamento motociclistico del Circuito Tricolore ASI, tocca ora al club CAEM/Scarfiotti andare in scena con la 26° edizione della Rievocazione del Circuito del Chienti e Potenza per moto d’epoca costruite prima del 1960. Il Circuito Tricolore ASI è una rassegna di eventi top del motorismo storico nazionale, ideato nel 2021 dall’Automotoclub Storico Italiano, e che ha trovato interesse e sostegno nei Ministeri del Turismo, della Cultura, delle Infrastrutture, della Mobilità Sostenibile e dall’ANCI, proprio per la peculiarità di manifestazioni che pongono il turismo, la cultura, la ricerca delle tipicità e della socialità, lungo lo stivale, attraverso gli attivi club federati ASI come il CAEM/Scarfiotti. Sarà Tolentino a fungere da perno, e celebrerà la rievocazione assieme a San Severino Marche, Serrapetrona e Belforte del Chienti che videro le edizioni della “corsa” a metà degli anni venti del secolo scorso, un’epoca pioneristica per lo sport motoristico e piena di aspettative e di ricerca, di progresso e mobilità individuale.

Tra i mezzi più datati ed attesi una Triumph H del 1918, Moto Guzzi Normale 500 del 1923, Moto Piana S5 Sport e Indian Scout 37 del 1925, Sunbeam 500 del 1926, Moto Guzzi C4V e Triumph QA Sport 500 del 1927, Benelli 175 Sport del 1928 e poi altre Moto Guzzi, Norton, Ganna, Benelli, Terrot, Gilera, Ariel, Mello, Rudge, Matchless, Bianchi, Sertum, BSA, Harley-Davidson, BMW, NSU, un autentico museo viaggiante sul progresso tecnologico a due ruote.

Il programma dell’evento prenderà avvio dalla concentrazione dei partecipanti a Tolentino in Piazza della Libertà sabato 27 dalle ore 14 alle 15 ed alle 15:30 la carovana inizierà a muoversi verso Sforzacosta per raggiungere Macerata, dove dopo la circonvallazione delle Mura i partecipanti con i loro mezzi sosteranno nei pressi di Palazzo Buonaccorsi dopo le ore 16. Qui il programma culturale prevede la visita al Museo della Carrozza, il saluto delle autorità e la rappresentazione a due voci de “Il primo Circuito del Chienti e Potenza 1924” curato dal presidente Commissione Cultura ASI Luca Manneschi. Il rientro a Tolentino in serata concluderà la prima giornata.

Per domenica sarà nuovamente Piazza della Libertà a Tolentino dalle ore 8:30 ad ospitare il festoso via alla rievocazione lungo il circuito del Chienti e Potenza dalle ore 9:30, con sosta e prove prima a San Severino Marche poi a Serrapetrona. Dalle 11:15 il trasferimento finale porterà protagonisti e moto d’epoca verso Caldarola, Cessapalombo, Camporotondo, Belforte del Chienti fino al suggestivo finale al Castello della Rancia, con pranzo e premiazioni.

Il CAEM/Scarfiotti ringrazia le Amministrazioni Comunali di Macerata, Tolentino, San Severino Marche, Serrapetrona e Belforte del Chienti. Per il supporto anche BCC Recanati e Colmurano, Tecnostampa, Rotopress, Pigini Group, Gruppo Editoriale Eli, GEMA Group, Water M, Autofficina F.lli Zacconi, GM Meccanica, Ca.Bi. Gomme, Hotel Cluentum e Ristorante Chiaroscuro.

FONTE: Ufficio Stampa CAEM/Scarfiotti (Giuseppe Saluzzi).

Redazione Press Italia
Redazione Press Italia

Agenzia di informazione fondata e diretta da Mauro Piergentili. Tra i suoi servizi news e comunicati stampa: Arte, Cultura, Enogastronomia, Economia, Esteri, Scienza, Cinema, Teatro, Turismo,...