Salto ostacoli

Ancora spettacolo a Tanca Regia col secondo weekend del Sardegna Jumping Tour 2022

L’anglo arabo sardo Diamante Foresta vince la Vetrina d’Elite dell’allevamento sardo.

Natale-Chiaudani-(foto-Corbinzolu)-2
Natale Chiaudani – Foto: Corbinzolu

TANCA REGIA (OR) – Il cavaliere da battere è Natale Chiaudani che in sella a Cintender ha vinto il primo Gran Premio a due manches, gara clou del Sardegna Jumping Tour, il concorso nazionale A6* (sei stelle) organizzato dall’agenzia regionale Agris e dalla Fise Sardegna col supporto finanziario della Regione Sardegna. Sabato e domenica negli impianti di Tanca Regia (Abbasanta) le gare conclusive di un’edizione 2023 che ha già dato spettacolo nel fine settimana scorso. L’inizio è fissato per le 8 di ogni giornata.

Come sempre la gara più attesa è il Gran Premio a due manche su ostacoli alti 145 e 150 cm nei percorsi disegnati dal direttore di campo Giovanni Bussu.

Lo scorso weekend si sono messi in luce anche Bruno Chimirri ed Elia Matteo Simonetti, e tra i cavalieri sardi Antonio Murruzzu, Enrico Carcangiu e Giovanni Onnis. A questi possono aggiungersi il bi-campione sardo Giovanni Carboni, Luigi Angius e Gianleonardo Murruzzu, vincitore l’anno scorso di un Gran Premio.

Il montepremi messo a disposizione dalla Regione Sardegna è di 53.500 euro.

Le gare di questo fine settimana serviranno anche per determinare la classifica del Trofeo dei Nuraghi Riservato al Cavallo nato ed allevato in Sardegna, di 4, 5, 6 e 7 anni e oltre. Il montepremi è di 61 mila euro.

Vetrina d’Elite – Si è conclusa giovedì la tre giorni organizzata dall’Agris Sardegna – Servizio Ricerca Qualità e Valorizzazione delle Produzioni Equine insieme all’Anacaad che ha visto gareggiare i migliori 56 puledri di due e tre anni nati e allevati in Sardegna.

Fra i 3 anni il vincitore assoluto della combinata, che metteva insieme i risultati delle tre prove di obbedienza e andature, morfologia e salto in libertà è stato Diamante Foresta, anglo-arabo dell’allevatore Massimiliano Boni (Foresta Burgos) presentato da Andrea Pes, che peraltro si era già messo in luce nel Premio Regionale Sardo.

Tra i due anni invece il vincitore della Combinata è risultato il sella italiano Electra Gavoesa, allevata da Mauro Daddi di Laconi e presentata da Stefano Cossu.

Da segnalare che alle premiazioni oltre ai vertici di Agris, Fise Sardegna e Anacaad era presente anche il generale Francesco Azzaro, ex Comandante del IV Reggimento Carabinieri a Cavallo.

Foto in copertina Premiazione diamante foresta

un-salto-in-libertà-1
Un salto in libertà

FONTE: Giampiero Marras.

Redazione Press Italia
Redazione Press Italia

Agenzia di informazione fondata e diretta da Mauro Piergentili. Tra i suoi servizi news e comunicati stampa: Arte, Cultura, Enogastronomia, Economia, Esteri, Scienza, Cinema, Teatro, Turismo,...