A Monza inaugura “Il Circolino”

Il ”Club del Gusto” firmato dallo Chef stellato Claudio Sadler e dal mixologist internazionale Filippo Sisti

inGrazie a una cordata di imprenditori locali una location storica del centro città torna  a nuova vita con un progetto di ristorazione full day per un pubblico di tutte le età  Al civico 4 di Via Anita Garibaldi, nel cuore pulsante della città di Monza, inaugura “Il Circolino”. Un format che interpreta in chiave moderna lo spirito di partecipazione dei primi circoli culturali nati all’inizio del 1900 ospitando sotto lo  stesso tetto un ristorante gastronomico,  un caffè e un cocktail bar con una proposta che si concretizza nel pay off: “Club del Gusto”, ovvero il luogo del buon mangiare, del buon bere e della convivialità. Un club d’eccezione, la cui cucina porta la firma dello chef stellato Claudio Sadler, mentre la drink list è stata studiata ad hoc dal mixologist di  fama internazionale Filippo Sisti, per un’esperienza enogastronomica senza eguali.
Il progetto prende vita dall’idea di tre imprenditori brianzoli – Mario e Stefano Colombo, padre e figlio, e Federico Grasso – che uniscono le forze per riportare in auge una location storica della città rimasta per anni inutilizzata, creando un luogo famigliare e di altissimo livello dove l’alta ristorazione si fonde con il territorio. 
L’insegna, in linea con l’idea del tipico circolo cittadino aperto tutto il giorno, si anima a partire dalla prima colazione con dolci ricette, rigorosamente artigianali, da degustare al banco o al tavolo. Sempre nel caffè si prosegue con un’offerta lunch e dinner veloce, dalle contaminazioni internazionali, che porta in tavola la convivialità, attraverso piatti che riprendono l’idea delle tapas spagnole, come il carpaccio di presa iberica o le croccanti croquetas di jamón, a memoria del passato in terra spagnola della brigata, capitanata   dal   resident   chef   Lorenzo   Sacchi   e   dalla   F&B   Manager Maria Sainz. Per concludere la settimana al meglio non manca il brunch della domenica, con i grandi classici internazionali come i pancake, i french toast o le uova, servite alla benedict o con salmone, per un risveglio più lento ma non meno goloso.
Alla proposta più semplice del caffè si affianca quella più strutturata del Ristorante by Sadler, in cui i cavalli di battaglia dello Chef e i grandi classici milanesi strizzano l’occhio a influenze dal mondo con una grande attenzione alla qualità e alla stagionalità delle materie prime.
È proprio questo dialogo tra presente e passato ciò che ripercorre il progetto nel concept e nelle ricette, che rendono omaggio al territorio e vengono rivisitate nella forma e nei sentori da chef Sacchi. Tra i piatti in carta spiccano proposte dagli abbinamenti ricercati, come il tonno rosso del Mediterraneo con il dashi di jamón iberico, le alghe e il caviale, per un twist etnico o, tra i primi, le candele tirate a mano ripiene di lepre alla royale e anguilla saporita. Tra i secondi, ricette di carne e pesce e, naturalmente, la costoletta alla milanese, accompagnata da patata, crema di limone e lattuga alla brace.
A valorizzare la cucina d’autore è una drink list senza eguali con 10 ricette, create appositamente dal barman di fama internazionale Filippo Sisti, il risultato delle esperienze nel mondo della mixology internazionale. Da degustare sugli sgabelli affacciati davanti al bancone a mo’ di bar inglese, al caffè o nel giardino all’aperto, i drink combinano gli ingredienti più insoliti per esaltarne i sentori in un mix inaspettato. Tra le proposte, il “Meneghino” – in omaggio alla capitale dell’aperitivo -, “Sexy Knees” – a base di Gin premium e barbabietola affumicata – e “Cesar Sour” – dove la Tequila si fonde con le note agrumate del bergamotto -.
Ispirato agli storici circoli italiani e ai raffinati club inglesi, “Il Circolino” ne sdrammatizza il lusso con un design dal gusto bohémien che richiama il tema del gioco da tavolo e che, tra specchi anticati, sedute in velluto e ripiani in stile anni ‘70, cala gli ospiti in un’atmosfera impareggiabile, fatta di equilibri tra i diversi  ambienti. Dulcis in fundo, il romantico garden lounge affacciato sul   fiume Lambro offre  uno spazio unico nel centro di  Monza, perfetto per indugiare tra un piatto e l’altro  sorseggiando drink ricercati.

Isabella Ceccarelli
Isabella Ceccarelli

Isabella Ceccarelli, classe '75, giorno e mese fatale: 11 Novembre, data dedicata a San Martino, quando ogni mosto è vino. La contraddistingue una spiccata passione per il vino. Ma anche per l'arte e la poesia. Partecipa a mostre ed è instancabile nello scrivere poesie e pensieri (che vorrebbe mettere in un blog). Tutto legato dall'ormai sconosciuto filo conduttore dei sentimenti e dalla vena di una sottile cultura. Cell. +39 346 0632204