‘Piccolo Grande Cinema’, il festival ideato e curato da Cineteca

Le tendenze del cinema contemporaneo, la generazione Z in giuria e… uno stagista inaspettato

piccolo-grande-cinema-2022-inMILANO – Piccolo sì, ma con le idee molto chiare: come quelle della generazione che lo rappresenta. Quest’anno, Piccolo Grande Cinema, il festival ideato e curato da Cineteca, spegne quindici candeline raggiungendo un traguardo importante, con un’edizione prodigiosa e in una nuova casa nel centro di Milano: Cineteca Milano Arlecchino.

Quindici titoli internazionali, due sezioni di Concorso per due giurie d’eccezione, film in anteprima, masterclass, un omaggio ai blockbuster degli anni Ottanta, eventi speciali e molti ospiti, tra cui un meraviglioso extra-terrestre. La selezione cinematografica è frutto del lavoro di ricerca condotto da Cineteca Milano in collaborazione con Long Take per portare sul grande schermo il respiro del cinema contemporaneo: autrici e autori emergenti, scelte di stile innovative, folli visioni del nostro inconscio, mondi nuovi.

Dodici giorni di cinema dove i protagonisti assoluti saranno i giovani, i giovanissimi e uno “stagista inaspettato”, Germano Lanzoni, la cui presenza è già confermata nelle giornate di mercoledì 9 (per Comedy Queen), domenica 6 (per Blaze) e sabato 12 con tutta la squadra di Il Milanese Imbruttito. Lanzoni ha però già promesso incursioni a sorpresa durante tutta la manifestazione. Non ci resta che attendere.

Le giurie
Le giurie del festival sono due, composte da circa trecento ragazzi suddivisi tra studenti delle superiori e studenti di scuole e corsi universitari di cinema milanesi. I primi, che arrivano da un percorso di workshop e laboratori di critica cinematografica realizzati con giornalisti e critici, sono chiamati a visionare e valutare i film del Concorso Scuole, costituito quasi interamente da anteprime italiane già presentate nei più importanti festival di cinema. I secondi, provenienti da Università Cattolica del Sacro Cuore, Università degli Studi di Milano, Università IULM, Civica Scuola di Cinema Luchino Visconti, Centro Sperimentale di Cinematografia – Sede Lombardia, NABA e IED, si misureranno con il Concorso Internazionale. Appassionati di cinema, futuri filmmaker, attori e sceneggiatori che avranno l’occasione unica di vedere in anteprima opere inedite in Italia di giovani autori a larga maggioranza europei, ma provenienti anche dal resto del mondo.

Il concorso
Nel Concorso Internazionale spiccano il francese Les cinq diables di Léa Mysius (Quinzaine des Réalizateurs 2022, con Adéle Exarchopoulos, inserito anche nel Concorso Scuole), il documentario belga Kind Hearts di Olivia Rochette (Berlinale 2022), la commedia d’animazione romena The Island di Anca Damian, l’australiano Blaze di Dell Kathryn Barton (Tribeca Festival 2022), il finlandeseTytöt Tytöt Tytöt/Girl Picture (vincitore dell’Audience Award al Sundance 2022) e il tedesco The Ordinaries di Sophie Linnenbaum.

Nel Concorso Scuole, i film d’animazione Knor/Oink di Mascha Halberstad, Dounia et la Princesse d’Alep di Marya Zarif e Andrée Kadi (in anteprima italiana), Lauras Stern/Laura’s Star di Joya Thome e Icare di Carlo Vogele; Comedy Queen di Sanna Lenken (Berlinale 2022), Sublime di Mariano Biasin e La Petite bande di Pierre Salvadori.

Anteprime italiane
Saranno due le anteprime italiane accompagnate dai loro autori: quelle di Notte fantasma (Teodora Film) di Fulvio Risuleo e di Nezouh (Officine Ubu) di Soudade Kaadan. A completare la proposta cinematografica saranno Belle & Sebastien – Next Generation (Medusa Film) di Pierre Coré, nuovo episodio della saga cinematografica che ha scalato le vette del box office e appassionato le famiglie di tutto il mondo, il documentario di Alexandre O. Philippe Lynch/Oz (a cura di Wanted Clan Il Club Del Martedì), Si, Chef! – La brigade (I Wonder Pictures) di Louis-Julien Petit e I mille cancelli di Filippo di Adamo Antonacci, che sarà presente in sala con il cast. In anteprima mondiale, in collaborazione con Fondazione EOS-Edison Orizzonte Sociale, Croner di Orso e Peter Miyakawa: concepito e realizzato insieme a 75 ragazzi nell’estate più calda della storia di Milano.

Proiezioni speciali
A inaugurare il festival, sabato 5, alla presenza di Daniela e Victor Rambaldi, e in collaborazione con Universal Pictures Home Entertainment, sarà la proiezione del capolavoro di Steven Spielberg E.T. l’extra-terrestre, “la meravigliosa creatura aliena che si aggira sperduta in un mondo sconosciuto” che, come commenta la direttrice artistica del festival Silvia Pareti, “è la più ispirata rappresentazione del cinema stesso (…) capace di modificare anche miracolosamente la vita di chi incontra, smarrita tra supporti, piattaforme, piccoli e piccolissimi schermi, che vuole solo una cosa: tornare a casa, dalla sua famiglia, la sala cinematografica, luogo d’amore e di vita”.

Sabato 12 è invece la volta di Mollo tutto e apro un chiringuito, il lungometraggio che ha visto esordire sul grande schermo il “Signor Imbruttito” (Germano Lanzoni), che al termine della proiezione incontrerà il pubblico in compagnia del “Giargiana” (Valerio Airò Rochelmeyer), del “Nano” (Leonardo Uslengo) e del popolare collettivo Il terzo segreto di Satira.

Respiri contemporanei
Lunedì 7, Long Take rende omaggio al regista francese Quentin Dupieux con uno speciale workshop alla scoperta di uno dei cineasti contemporanei più liberi e folli. La sera di mercoledì 9, il festival propone in anteprima il suo ultimo Incroyable mais vrai (I Wonder Pictures) a cui farà seguito il sorprendente Rubber del 2010, “interpretato” da un pneumatico assassino.

Giovedì 10, Michele Zanlari, critico cinematografico e docente di linguaggio audiovisivo, propone la masterclass Il cinema di Ruben Östlund dedicata al regista svedese vincitore di due Palme d’Oro (The Square, 2018, e Triangle of Sadness, 2022).

Presentazioni e Dj set
Sabato 12, Stefano Ghittoni presenterà il suo libro Milano off 1980-198x. Racconto imperfetto di una città invisibile (Milieu Edizioni), storie di occupazioni, edonismo, nuovi spazi e modi di socialità e controcultura. La serata si concluderà con il DJ set Milano Off The Party, a cura dello stesso Ghittoni, e uno spuntino calabrese.

Collateral
Due rassegne completano il cartellone: Back to the ‘80s e Williams-Spielberg. La prima è una cavalcata retrospettiva nei favolosi anni Ottanta di Ghostbusters – Acchiappafantasmi, I Goonies, Gremlins, Stand by Me – Ricordo di un’estate, La storia infinita, Flashdance e ovviamente Ritorno al futuro. La seconda, programmata alla Cineteca Milano MIC e destinata a proseguire fino a gennaio 2023, presenta una ricchissima selezione di film diretti da Steven Spielberg caratterizzati dalle insostituibili colonne sonore del maestro John Williams.

Cineteca Milano Arlecchino
via San Pietro all’Orto 9 – Milano
facebook.com/cinetecamilanoinstagram.com/cinetecamilano
Info su www.cinetecamilano.it

· Concorso Scuole
Per classi e giuria specializzata: ingresso libero con prenotazione su scuole.cinetecamilano.it
Per il pubblico: ingresso libero fino a esaurimento posti disponibili con Cinetessera 2023

· Concorso Internazionale
Ingresso libero fino a esaurimento posti Under 25 e a 5,00 euro con Cinetessera 2023

· Anteprime
7,00/5,00 euro con Cinetessera 2023 (salvo diversa indicazione)

· Eventi speciali:
Mollo tutto e apro un Chiringuito

Ingresso libero fino a esaurimento posti Under 25 e a 5,00 euro per il resto del pubblico

FONTE: Ufficio Stampa Studio Vezzoli R-evolution.

Redazione Press Italia
Redazione Press Italia

Agenzia di informazione fondata e diretta da Mauro Piergentili. Tra i suoi servizi news e comunicati stampa: Arte, Cultura, Enogastronomia, Economia, Esteri, Scienza, Cinema, Teatro, Turismo,...