Urban Award 2022

Bergamo trionfa con il miglior progetto per la mobilità sostenibile

Premiati gli sforzi del Comune lombardo per rivoluzionare la mobilità cittadina. Menzioni speciali per Trento, Peccioli (Pisa) e Rimini.

Urban-Award-2022BERGAMO – Con giudizio unanime la giuria ha decretato la città di Bergamo vincitrice dell’Urban Award 2022, il premio annuale per la mobilità sostenibile voluto da Anci (Associazione Nazionale dei Comuni Italiani). Un importante riconoscimento che premia l’impegno dell’amministrazione comunale nel promuovere l’utilizzo della bicicletta attraverso una sinergia di iniziative. In primo luogo, l’inaugurazione della Velostazione e il lancio del nuovo servizio di bike sharing BiGi, con quasi 400 biciclette a trazione muscolare e pedalata assistita. Ancora, gli interventi per il potenziamento della rete ciclabile cittadina e la predisposizione di BikeBox, ricoveri monoposto dislocati in diversi punti della città per consentire uno spazio sosta sicuro per le biciclette private. Di impatto anche l’iniziativa PinBike, che premia chi lascia a casa l’auto per spostarsi in bici: un sensore applicato sul mezzo e un’apposita app consentono di calcolare i chilometri percorsi e ottenere in cambio un rimborso in denaro, fino a 30 euro al mese, da spendere presso negozi convenzionati.

Cresce di anno in anno la partecipazione a Urban Award, giunto ormai alla sesta edizione. Lanciato nel 2017, il premio è stato ideato con l’obiettivo di mettere in luce i Comuni italiani più virtuosi dal punto di vista della mobilità sostenibile, premiando i progetti più validi e innovativi. Una competizione volta a coinvolgere Istituzioni e cittadini nell’adozione e nella diffusione di buone pratiche a tutela dell’ambiente, nella consapevolezza che la mobilità sostenibile rappresenta ormai un investimento imprescindibile per il futuro delle nostre città.

Ancor più importante del dato quantitativo, cresce di anno in anno anche la qualità delle proposte, tanto da spingere la giuria ad istituire per l’edizione 2022 la Menzione speciale per l’innovazione. Ad aggiudicarsela è stata la città di Trento, da tempo in prima fila nella promozione della mobilità sostenibile, grazie all’ideazione del nuovo Smart City Control Room, un sistema che garantisce l’acquisizione e la gestione dei dati sulla mobilità, importante strumento di ausilio per le decisioni dell’amministrazione comunale.

Menzioni speciali anche per Peccioli e Rimini. Il piccolo borgo in provincia di Pisa ha ottenuto la Menzione speciale Intesa Sanpaolo puntando sulla mobilità elettrica: rivoluzionare la viabilità del centro storico mettendo a disposizione microcar elettriche per muoversi agevolmente e, soprattutto, ad impatto ambientale zero. Il Comune di Rimini ha invece ricevuto la Menzione speciale Jobmetoo by Seltis Hub per il progetto CityChangerCargoBike. L’iniziativa, che già gli era valsa la partecipazione all’Eurobike Festival di Francoforte insieme ad altre dieci città europee, è volta a promuovere l’utilizzo delle cargo bike, biciclette appositamente progettate per trasportare di tutto, dagli oggetti alle persone.

Elena Nafissi
Elena Nafissi

Laureata con lode in Scienze Politiche presso l’Università Luiss Guido Carli, con una tesi in Diritto dell’Unione europea, dal titolo «Le misure restrittive dell’Unione europea nei confronti della Siria» (2014). Si specializza in Relazioni Internazionali presso l’Università Luiss Guido Carli, sempre con lode, con una tesi in Geografia Politica, dal titolo «Cambiamenti climatici, migrazioni e prospettive di sviluppo in Africa occidentale» (2017). Durante il percorso universitario partecipa al programma Erasmus presso l’Institut d’Etudes Politiques (IEP) di Strasburgo. Successivamente svolge un tirocinio patrocinato dal Ministero degli Affari Esteri presso l’Ambasciata Italiana in Costa d’Avorio. Prosegue la sua formazione con un Master in Studi Diplomatici presso la Società Italiana per l’Organizzazione Internazionale – SIOI (2018).