Skip to content

Cláudia Lima, la mostra ‘Fragmetos de Arte Pura’

Invito-Cláudia-Lima-inROMA – Il 1 febbraio 2023 inaugura presso Spazio Veredas, lo spazio espositivo dell’Ambasciata del Brasile all’interno dell’Instituto Guimarães Rosa in Piazza Navona, la mostra Fragmentos de Arte Pura dell’artista brasiliana Claudia Lima, a cura di Luís Neves.

La mostra presenta otto opere inedite realizzate con materiali organici su legno, frutto delle ricerche dell’artista a livello di tessiture e di geografie del suo universo artistico, iniziato a Rio de Janeiro, ma sviluppatosi in Europa (soprattutto a Lisbona, dove vive) negli ultimi tre decenni in stretta connessione con la sua terra natale, il Brasile. Dopo aver esposto in Sud America, Asia, Africa, New York e in diverse capitali europee, Cláudia espone ora per la prima volta le sue opere in Italia, il Paese a cui è legata da un legame ancestrale.

Secondo le parole del curatore, “l’originalità di Cláudia Lima sta nel modo contemporaneo in cui crea e costruisce un universo tessile”. Spiega Luís Neves, “nell’asse spazio/tempo, l’artista lavora il filo nella costruzione del materiale del corpo (opera d’arte) e nella definizione della tessitura. Fili, trame, ragnatele, grovigli, labirinti, intrecci, strutture compongono questo originale universo artistico, dove i materiali – lana, corde, materia organica, vernici, resine – vengono lavorati per materializzarli in una tessitura tridimensionale, anche quando si parla di piano bidimensionale”.

L’arte di Cláudia Lima nasce da un’influenza vangoghiana e matissiana, passa attraverso i modernisti e la pop art e assume la sua originalità nella contemporaneità, costruendo punti di contatto con Magdalena Abakanowicz, Vieira da Silva, Louise Bourgeois, Fernanda Gomes o Sou Fujimoto.

Nelle sue opere, il filo del tempo creato dal suo percorso si mescola con il filo materiale, in intrecci che riflettono e interrogano la complessità della comunicazione umana nella contemporaneità. I Frammenti di Arte Pura sono, quindi, testimonianze visive e fisiche dell’intensa dedizione dell’artista alla vita e al mondo.

Cláudia Lima (Rio de Janeiro, 1956)
Nata a Rio de Janeiro, Cláudia Lima ha iniziato la sua carriera artistica con Ivan Serpa, pittore concretista di Rio de Janeiro. È laureata in Giurisprudenza. Successivamente, negli anni Ottanta, già a Lisbona, studia all’ARCO e vince una borsa di studio della Fondazione Calouste Gulbenkian per frequentare l’École National D’Art Décoratif di Aubusson, in Francia. Da lì ha sviluppato un proprio linguaggio, che si snoda attraverso i tessuti, la pittura e la scultura. Ha seguito una linea di ricerca artistica basata sulla creazione di oggetti scultorei che nascono da una tessitura e acquistano forma e vita, come se fossero modelli di una costruzione per la fruizione sensoriale. Attualmente Cláudia cerca di riflettere su aspetti della contemporaneità come l’identità, l’appartenenza a un luogo geografico, le origini, la condizione umana, le relazioni interpersonali e la guerra.

Info
Cláudia Lima
Fragmetos de Arte Pura
A cura di Luís Neves

Inaugurazione 1 febbraio 2023 ore 18.00

Fino al 3 marzo 2023
Orari: dal lunedì dal giovedì dalle 9.00 alle 21.00 – venerdì dalle 9.00 alle 17.00

Instituto Guimarães Rosa – Spazio Veredas
Ambasciata del Brasile
Piazza Navona 18 – Roma
ccbi.roma@itamaraty.gov.br
www.gov.br/mre/pt-br

FONTE: Ufficio Stampa Roberta Melasecca.

© 2006 - 2024 Pressitalia.net by StudioEMPI