Torna ‘Treviso in rosa’

Iscrizioni aperte da lunedì

Ufficiale la data della grande kermesse al femminile organizzata da Trevisatletica e Corritreviso: oltre 61 mila donne coinvolte nelle precedenti sette edizioni in presenza.

Treviso-in-rosa_Partenza-dall'alto-in
Treviso in rosa – Partenza dall’alto

TREVISO – Una città che corre, colorandosi di rosa e riempiendo il centro storico di sorrisi, balli e voglia di stare insieme. Domenica 7 maggio torna Treviso in rosa, la kermesse al femminile per eccellenza, l’evento che prima della pandemia, nel 2018 e 2019, aveva offerto numeri da record, arrivando a sfiorare le 18 mila presenze.

L’edizione 2023 di Treviso in rosa – la nona della serie, anche se nel 2020 si è corso e camminato solo virtualmente – si conferma nella prima domenica di maggio, una collocazione ormai abituale per una rassegna che coniuga sport, divertimento e solidarietà.

I numeri sono la sintesi di un successo: “Nelle sette edizioni in presenza, a partire dal 2015, abbiamo coinvolto complessivamente 61.187 donne – spiegano gli organizzatori di Trevisatletica e Corritreviso -. Dopo l’edizione virtuale del 2020 e la difficile ripresa del 2021, nel 2022 abbiamo superato le 8000 iscritte, pur dovendo concentrare al massimo la preparazione dell’evento perché la stagione era iniziata ancora nel segno della pandemia. Quest’anno è previsto il ritorno alla normalità e ci aspettiamo un deciso aumento delle partecipanti”.

Oltre ad ufficializzare la data, gli organizzatori hanno definito il momento di apertura delle iscrizioni, che sarà lunedì 16 gennaio. Le modalità di iscrizione saranno comunicate nelle prossime ore nel sito www.trevisoinrosa.it e sulle pagine social dell’evento.

Da questo punto di vista non sono previste particolari novità: sarà possibile iscriversi attraverso il portale Enter Now, inviando la scheda d’iscrizione alla mail iscrizioni@trevisoinrosa.it, oppure recandosi presso uno dei circa 60 punti d’iscrizione fisici (bar, farmacie, supermercati e altri esercizi commerciali) che saranno attivati nelle prossime settimane tra le province di Treviso, Venezia e Padova.

“L’entusiasmo è già palpabile: è bastato pubblicare la notizia dell’apertura delle iscrizioni sulle nostre pagine social per scatenare il passaparola e la voglia di esserci – continuano gli organizzatori -. Sappiamo di gruppi che si stanno già organizzando per partecipare. Ci sono pure diversi fidanzati e mariti che hanno chiesto di partecipare, ma questo non sarà possibile: Treviso in rosa continuerà ad essere una delle pochissime manifestazioni in Italia, corse in rosa comprese, a non prevedere una partecipazione maschile. Per una domenica, Treviso sarà veramente la città delle donne”.

La quota base di iscrizione sarà la stessa dell’anno scorso: appena 12 euro, che diventano 6 per bambine e ragazze di età inferiore ai 12 anni. Tutte le partecipanti riceveranno il pettorale personalizzato con il proprio nome, la t-shirt ufficiale dell’evento, come sempre di colore rosa, e un simpatico zainetto.

Il percorso sarà unico, 7 km per tutte, da affrontare senza fretta e in assoluta liberà, correndo o camminando. Come nel 2022, la partenza sarà in viale Bartolomeo d’Alviano, ai piedi delle Mura. Mentre il traguardo, il village dell’evento e la grande festa finale con i deejay di Radio Company, saranno posizionati in cima alle Mura, sfruttando l’ampio spazio del Bastione San Marco.

Treviso in rosa sarà, come sempre, anche un evento solidale. Al fianco del comitato organizzatore ci sarà la sezione trevigiana della LILT, la Lega italiana per la lotta contro i tumori, che dal 2015 patrocina ufficialmente la manifestazione: un nuovo progetto di solidarietà (dopo che i fondi raccolti nel 2022 sono stati destinati al completamento della palestra riabilitativa ricavata nella nuova sede dell’associazione, in via Venzone) verrà annunciato a breve.

Oltre che una festa, Treviso in rosa sarà così l’occasione per riflettere su tematiche importanti che riguardano la salute e i corretti stili di vita, con l’obiettivo di promuovere con sempre maggior forza il concetto, tanto caro alla LILT, che prevenire è vivere. Il rosa, a Treviso, è più che mai il colore della solidarietà. Appuntamento al 7 maggio.

About Treviso in rosa
Treviso in rosa è nata per iniziativa di due società sportive, Trevisatletica e Asd Corritreviso, che il 17 maggio 2015 hanno organizzato un evento podistico, esclusivamente dedicato alla donne, in occasione del passaggio in città della Corsa Rosa per eccellenza, il Giro d’Italia. La prima edizione di Treviso in rosa fu allestita in meno di un mese e incontrò subito un grande successo. Da allora, Treviso in rosa è diventata un appuntamento fisso della primavera. La seconda edizione, nel 2016, ha coinvolto oltre 4.500 donne, il triplo dell’anno precedente. La terza, nel 2017, ha superato le 11.000 partecipanti. La crescita è continuata anche nel 2018, quando le iscritte sono state oltre 16 mila (16.314, per la precisione), e nel 2019, quando le adesioni hanno raggiunto quota 17.543. Treviso in rosa è così diventata la corsa, esclusivamente al femminile, più partecipata d’Italia. Nel 2020, a causa della pandemia, la manifestazione si è svolta in forma solo virtuale. Treviso in rosa è poi tornata ai nastri di partenza, con un’inedita collocazione estiva, l’11 luglio del 2021. Mentre nel 2022, in un contesto organizzativo ancora parzialmente condizionato dalla pandemia, le partecipanti sono state più di 8 mila. Sin dall’edizione inaugurale, Treviso in rosa ha il patrocinio della LILT Sezione provinciale di Treviso, a cui destina parte del ricavato sostenendo ogni anno un progetto presentato dall’associazione. Per info: www.trevisoinrosa.it.

FONTE: Ufficio Stampa Mauro Ferraro (Treviso in rosa).

Redazione Press Italia
Redazione Press Italia

Agenzia di informazione fondata e diretta da Mauro Piergentili. Tra i suoi servizi news e comunicati stampa: Arte, Cultura, Enogastronomia, Economia, Esteri, Scienza, Cinema, Teatro, Turismo,...