Skip to content

Un mese di spettacoli e divertimento per un Carnevale davvero di Marca

Novanta tra carri allegorici e gruppi mascherati, 8.500 figuranti, 21 sfilate e sette eventi per famiglie, almeno 250 mila spettatori attesi lungo strade e piazze della provincia: arriva la festa più colorata dell’anno. E non dimentica la solidarietà.

Carnevali-di-Marca_Le-autorità-intervenute-alla-presentazione-in
Carnevali di Marca – Le autorità intervenute alla presentazione

SAN PIETRO DI FELETTO (TV) – La festa è qui. Novanta tra carri allegorici e gruppi mascherati, 8.500 figuranti, 21 sfilate per altrettanti Comuni e sette eventi per famiglie, almeno 250 mila spettatori attesi lungo strade e piazze. Sono i numeri di Carnevali di Marca, tradizionale kermesse che ritorna a pieno regime dopo gli anni della pandemia.

L’edizione 2023 della rassegna promossa dall’associazione presieduta da Redo Bezzo – presentata oggi a Ca’ del Poggio Ristorante & Relais, a San Pietro di Feletto – è già scattata domenica scorsa a Tarzo, dove seimila persone hanno applaudito la sfilata dei carri mascherati, tornati in passerella a distanza di tre anni dall’ultima volta. Questo weekend sono previsti altri quattro appuntamenti: oggi, sabato, in notturna, a Nervesa della Battaglia; domani, domenica, a Susegana, Pieve del Grappa e Carbonera.

C’è la tradizione: Tarzo ha festeggiato la 39^ edizione, Cornuda manderà in scena la 117^ edizione del Carneval dei Crostoi, a Sernaglia si celebrerà la 73^ edizione, mentre Conegliano e Vittorio Veneto soffieranno rispettivamente su 30 e 26 candeline. Ci sono le novità: l’ingresso nel circuito della sfilata di Sant’Angelo di Treviso e il debutto di un evento per famiglie a Breda di Piave. E poi tante conferme: da Pieve di Soligo a Susegana, da Godega S. Urbano a San Vendemiano, da Santa Lucia di Piave a Giavera del Montello, da Villorba a Zero Branco, da Zenson di Piave a Roncade, sino ad arrivare a Treviso, dove l’ultima sfilata dei carri mascherati del martedì grasso risale addirittura al 2019.

“L’obiettivo dell’associazione Carnevali di Marca è il coinvolgimento del maggior numero possibile di Comuni e cittadini, compatibilmente con la breve durata del periodo carnevalesco – spiega Redo Bezzo, presidente dell’Associazione Carnevali di Marca, che in molti casi affianca le Pro Loco nell’organizzazione degli eventi e a volte si fa essa stessa promotrice dei singoli appuntamenti -. Il sostegno finanziario dei Comuni, la sensibilità della Regione del Veneto, la collaborazione con le Pro Loco e il sostegno di vari sponsor permetteranno anche quest’anno la realizzazione di spettacoli rinnovati e ricchi di idee, con una partecipazione di gruppi, associazioni, scuole e parrocchie che, tra Sinistra e Destra Piave, supererà le 90 presenze”. Carnevali di Marca sarà una festa per grandi e piccoli. “Come tutti gli anni – continua Bezzo – l’ingresso alla sfilate sarà gratuito per consentire un maggior coinvolgimento dei cittadini e in particolar modo dei più piccoli, che non saranno soltanto spettatori, ma anche protagonisti grazie all’impegno degli insegnanti delle scuole che aderiscono alla manifestazione e ai corsi di cartapesta organizzati dall’associazione”.

Da qui al 21 febbraio, martedì grasso, non ci sarà dunque fine settimana che non offrirà almeno due o tre alternative per godersi maschere, coriandoli, stelle filanti, musica, frittelle e crostoli.  

Scattata, come detto, domenica 22 gennaio a Tarzo e dopo i quattro appuntamenti del weekend (Nervesa della Battaglia, Pieve del Grappa, Carbonera e Susegana), l’edizione 2023 di Carnevali di Marca proseguirà con le tappe di Pieve di Soligo (domenica 5 febbraio), Giavera del Montello (domenica 5 febbraio), Godega Sant’Urbano (domenica 5 febbraio), San Vendemiano (sabato 11 febbraio), Zero Branco (sabato 11 febbraio), Santa Lucia di Piave (sabato 11 febbraio, in notturna), Sernaglia della Battaglia (domenica 12 febbraio), Breda di Piave (domenica 12 febbraio, evento per famiglie), Villorba (domenica 12 febbraio), Sant’Angelo di Treviso (sabato 18 febbraio), Zenson di Piave (sabato 18 febbraio, in notturna), Cornuda (domenica 19 febbraio), Roncade (domenica 19 febbraio), Vittorio Veneto (sabato 18, evento per famiglie; domenica 19 febbraio, sfilata), Cornuda (martedì 21 febbraio), Conegliano (sabato 18 e domenica 19, eventi per famiglie; martedì 21 febbraio, sfilata) e Treviso (sabato 18 e domenica 19, eventi per famiglie; martedì 21 febbraio, sfilata).

La festa, però, non finirà qui, perché anche quest’anno, a metà Quaresima ci sarà l’ultimo atto dei Carnevali di Marca con il Galà di chiusura che sabato 25 marzo all’oratorio “Giovanni Paolo II” di San Vendemiano ospiterà anche l’estrazione dei biglietti della tradizionale Lotteria di beneficenza. L’associazione Carnevali di Marca non è infatti solo carri mascherati, allegria e coriandoli. In questo periodo di festa c’è anche il tempo e la voglia di pensare agli altri, a chi magari vive momenti meno felici. Durante le sfilate sarà possibile acquistare i biglietti della lotteria al costo di 2,50 euro, sperando in un’estrazione fortunata (il montepremi complessivo è di ben 25 mila euro, il primo premio sarà una Nuova Opel Corsa 5 porte a km 0 messa a disposizione da Sarlo Group) e sapendo che comunque, per ogni biglietto venduto, 5 centesimi saranno devoluti a tre associazioni del territorio impegnate in attività sociali, segnalate dai Comuni coinvolti nella manifestazione.

Tutti gli aggiornamenti sull’andamento delle sfilate dei Carnevali di Marca si potranno trovare sul sito www.carnevalidimarca.it e sui canali social dell’associazione.

Carnevali-di-Marca_La-vettura-di-Sarlo-Group
Carnevali di Marca – La vettura di Sarlo Group

FONTE: Ufficio Stampa Mauro Ferraro (Associazione Carnevali di Marca).

© 2006 - 2024 Pressitalia.net by StudioEMPI