Skip to content

RaMe 2023: il festival che celebra le radici del Mediterraneo a Melissa

Dal 26 al 30 luglio, spettacoli teatrali, concerti, laboratori e momenti di festa nel suggestivo borgo calabro.

Rame-Festival-2023-inMELISSA (KR) – Al via la quarta edizione di RaMe 2023 – Le Radici del Mediterraneo Festival, un progetto di residenza culturale e un festival, a cura della Compagnia Teatro Ebasko, che ha origine nell’estate del 2017 e che anche quest’anno propone spettacoli teatrali, concerti, laboratori e momenti di festa all’interno del suggestivo borgo calabro di Melissa (KR). Il Festival è realizzato in collaborazione con il Comune di Melissa, nell’ambito del progetto Melissa Borgo Cantina, Il Vino come vettore di comunità autentica e fa parte del Network Risonanze.

Si comincia il 26 luglio con i saluti istituzionali del sindaco Raffaele Falbo per poi proseguire con una ricca e intensa programmazione nei luoghi del centro storico: la compagnia Teatro Ebasko  presenta Circe, spettacolo con trampoli e scenografie digitali su una delle figure più emblematiche della mitologia classica, con la consulenza artistica di Mario Barzaghi del Teatro dell’Albero e l’impianto visual di Collettivo L4R (26 luglio – ore 22:30). Guarda, Archimede dell’anima mia è la performance di tessuti aerei di Sara Lisanti, un percorso metaforico dell’anima che scala la gravità e raggiunge la vetta, malgrado catene leghino il corpo al suolo (27 luglio – ore 21:30 e 28 luglio ore 20:30 e 21:30).

Nereidi propone la proiezione Svegliati Europa, uno shadows puppet movie, una favola nera realizzata con la tecnica del teatro delle ombre (27 luglio – ore 21:45) e la compagnia Teatro dell’albero, in collaborazione con Odin Teatret mette in scena Sancio Panza e Non Chisciotte, spettacolo comico con una linea drammaturgica inedita e audace (27 luglio – ore 22:15).

Petra è lo spettacolo teatrale in forma di rito del duo artistico Lamantia/Beercock, performance ispirata al romanzo I fatti di Petra di Nino Savarese in cui lo scrittore, nato ad Enna nel 1882, racconta la storia della città siciliana partendo dalla sua fondazione mitologica da parte di Ercole (28 luglio – 21:45). Seguono il concerto di musica popolare persiana di Zendegi Theatre con Erfan Mobargha e Gita Naziri (28 luglio – 22:45) e il workshop di danze popolari Viaggio a sud condotto da Mattia Carlucci. Teatro Laboratorio Isola di confine presenta Pulcinellesco, spettacolo in cui i ritmi popolari, la poesia in musica, lo sberleffo, il grottesco del gesto e della parola racchiudono il ventennale lavoro di Valerio Apice e la sua originale interpretazione della Commedia dell’Arte (29 luglio – ore 21:00).

In scena anche l’esito del coro Canticum canticorum con la comunità di Melissa condotto dal Teatro dell’Albero (30 luglio – ore 9:30), Balconate Liriche, l’amore delle tre melarance 1° atto, spettacolo con trampoli, grandi maschere e musica dal vivo di Teatro a Canone (30 luglio – ore 19:00) e il concerto di musica popolare e festa a ballo del gruppo musicale Transumanze Popolari (30 luglio – ore 22:00).

L’appendice del festival sarà caratterizzata dal progetto Youth Exchange, all’interno dell’Erasmus + Programme, con compagnie e associazioni provenienti da Lituania, Romania e Portogallo che scambieranno pratiche teatrali e si confronteranno sul tema delle Cosmogonie nelle differenti culture di provenienza. La seconda metà di agosto invece vedrà una residenza creativa per Cosmos, il nuovo spettacolo di teatro in strada di Teatro Ebasko che aprirà la V edizione di RaMe Festival nel 2024.

Ingresso gratuito
Per maggiori informazioni
351 81 94 196 – info@teatroebasko.com

Programma disponibile su https://teatroebasko.com/progetti-1/rame-festival/programma-rame-2023

FONTE: Ufficio Stampa Theatron 2.0

© 2006 - 2024 Pressitalia.net by StudioEMPI