Skip to content

Safety Expo 2023: il valore della sicurezza al centro dell’evento più importante in Italia

Due giorni di convegni, seminari, corsi e spettacoli dedicati alla salute e sicurezza sul lavoro e alla prevenzione incendi, con la partecipazione di istituzioni, associazioni, esperti e aziende del settore.

2023-09-20-foto1-inBERGAMO – Safety Expo 2023, l’evento di riferimento in Italia per la salute e sicurezza sul lavoro e per la prevenzione incendi, organizzato da EPC Periodici, in collaborazione con le riviste Antincendio ed Ambiente & Sicurezza sul Lavoro e con l’Istituto Informa, che si è svolto il 20 e 21 settembre a Bergamo Fiera, si chiude con circa 10.000 presenze. La piena partecipazione di istituzioni, associazioni, parti sociali, esperti qualificati e aziende del settore ha visto l’impegno di tutti nel confrontarsi concretamente per costruire una cultura della sicurezza sostenibile e arginare il fenomeno infortunistico, che oggi in Italia va riconosciuto come una vera emergenza.  «I dati parziali che abbiamo a disposizione, aggiornati al mese di luglio 2023 da Inail – commenta il coordinatore scientifico di Safety Expo Stefano Massera – segnano infatti più di 550 decessi sul lavoro. Una realtà che, proiettata a fine anno, marcherebbe un ulteriore aumento delle morti sul lavoro».

Gli appuntamenti sono stati più di 100 tra convegni, tavole rotonde, seminari, corsi di formazione, addestramenti pratici e spettacoli. Oltre 300 aziende nei 2 padiglioni dell’area Safety e dell’Antincendio hanno proposto un’ampia offerta di prodotti destinati al mercato dell’antinfortunistica e dell’antincendio, tante soluzioni tecnologiche e innovative.

Il “valore della sicurezza” al centro di Safety Expo
La parola “valore” è stata al centro dell’intera manifestazione. In occasione dei convegni Safety Expo ha cercato di analizzare il ruolo di protagonista che deve essere dato alla sicurezza, coinvolgendo le Istituzioni (Ministero del Lavoro, Vigili del Fuoco), gli enti e le associazioni (fra i tanti, INAIL, Assosistema, ANMIL, AIAS, Conflavoro, Aifos e Fondazione Rubes Triva) oltre agli ordini professionali e territoriali in un’enclave di esperti alla ricerca di soluzioni possibili per arginare il fenomeno infortunistico e comprendere la normativa.

Alla Tavola Rotonda di Sicurezza, ferratissimo è stato il confronto fra Ester Rotoli (INAIL), Raffaele Guariniello (magistrato e giurista), Cinzia Frascheri (CISL Sicurezza sul lavoro), Cesare Damiano (esperto Sicurezza sul Lavoro, già ministro del Lavoro) e Stefano Massera (coordinatore scientifico Salute e Sicurezza del Safety Expo), incalzati dal commento politico affidato a Walter Rizzetto, presidente dell’11ª Commissione Lavoro pubblico e privato della Camera dei Deputati.

Normativa antincendio e transizione energetica: i temi scottanti dell’area Prevenzione Incendi
I convegni dell’area Prevenzione incendi hanno dato spazio alla comprensione della normativa antincendio: le sue evoluzioni, le sue applicazioni, le sue lacune, i suoi tecnicismi più stimolanti e le occasioni per la progettazione antincendio di creare spazi di vita, lavoro e attività il più possibile sicuri. Non solo: nella seconda giornata di lavori la platea del Padiglione Antincendio ha potuto cominciare ad esplorare le novità derivanti dalla transizione energetica: l’introduzione di veicoli elettrici, ibridi, alimentati a GNL e le nuove tecnologie a idrogeno, lo sviluppo delle energie rinnovabili  apre spazio ad una nuova normativa antincendio, diffusamente raccontata nelle sue criticità dal Corpo Nazionale dei Vigili del fuoco e dai numerosi esponenti del settore energia riuniti in una importante tavola rotonda di confronto alla quale è intervenuto il Capo dipartimento VV.F, il prefetto Laura Lega ed esponenti di importanti enti del settore. Tra gli esperti che hanno animato il dibattito il comandante dei Vigili del fuoco di Napoli, ing. Michele Mazzaro, l’architetto Francesca Conti, comandante VV.F. de La Spezia e l’ingegner Luca Manselli, direzione regionale VV.F. Emilia Romagna e Piergiacomo Cancelliere, comandante dei Vigili del fuoco di Rimini.

La Formazione di “valore” di Istituto Informa
Vastissima l’offerta informativa proposta al Safety Expo a cura di Istituto Informa e Aifos: i professionisti hanno potuto formarsi in 66 corsi in programma sui temi della sicurezza antincendio (Codice di Prevenzione Incendi, gestione emergenze, riforma del DM 10 marzo 1998) e della sicurezza (nutrizione, mindfulness e produttività, benessere organizzativo) e 24 corsi con attività pratiche (ad esempio per gli spazi confinati, lavori in quota e lavori pericolosi, utilizzo dei DPI e movimentazione manuale dei carichi). Le attività in aula hanno raccolto tantissime adesioni e garantito ore di aggiornamento 81/2008 o 818/1994 permettendo ai presenti di sperimentare in un’area esterna quanto appreso in aula. Affollatissimi anche i seminari realizzati da alcune aziende espositrici: anche qui, una formazione di valore perché derivata da case study e applicazioni pratiche preziose per comprendere come orientare il proprio lavoro sulla base delle esperienze raccolte dai tecnici del settore.

Tra valore e intrattenimento ANMIL e Nicoletta Romanazzi
Come ogni anno, Safety Expo ha sollecitato i visitatori a momenti di riflessione anche attraverso spettacoli e momenti di intrattenimento. In particolare sono state esplorate le potenzialità di ognuno con l’aiuto della mental coach Nicoletta Romanazzi, che ha portato al successo atleti come Marcell Jacobs.

E’ andato in scena lo spettacolo “Note e storie di sicurezza. Fuori dagli schemi per parlare di prevenzione”, organizzato dall’Associazione Nazionale Lavoratori Mutilati ed Invalidi del Lavoro (ANMIL) in collaborazione con EPC Periodici e inserito nel calendario degli eventi di “Bergamo-Brescia Capitale Italiana della Cultura 2023”. Protagonisti della scena sono stati la musica e il teatro comico, ma anche video e testimonianze destinate a diffondere la cultura della sicurezza attraverso un coinvolgimento emotivo del pubblico. www.safetyexpo.it.

FONTE: Ufficio Stampa TGC Eventi (Monia Rossi).

© 2006 - 2023 Pressitalia.net by StudioEMME