Skip to content

T(w)O EDGE: l’arte di Angelo Gallo al Museo dei Brettii

Un’installazione ambientale che esplora il concetto di riproducibilità e tiratura della grafica d’arte, omaggio al curatore di A-HEAD Piero Gagliardi.

Invito-Finissage-inCOSENZA – Domenica 17 settembre 2023 alle ore 18.00 si volgerà, negli spazi del Museo dei Brettii e degli Enotri di Cosenza, il finissage del progetto installativo, promosso da A-HEAD_Angelo Azzurro ONLUS, T(w)O EDGE due bordi_al limite di Angelo Gallo a cura di Simona Spinella e con i testi critici di Simona Spinella e Giuseppe Capparelli.

Interverranno Maria Cerzoso – Direttrice Museo dei Brettii e degli Enotri, Stefania Calapai – Presidente di Angelo Azzurro ONLUS, Carla Monteforte – Giornalista e sostenitrice del progetto e l’artista Angelo Gallo.

T(w)O EDGE due bordi_al limite nasce da un confronto iniziale tra l’artista Angelo Gallo e il curatore di A-HEAD, Piero Gagliardi, sul concetto di riproducibilità e tiratura della grafica d’arte, che ha portato allo sviluppo di due opere: “Studio della scultura dell’ala. Opera unica di possibile tiratura illimitata”, una lastra di rame su cui Gallo ha inciso lo studio per un’ala e la scultura – installazione “Edge”, un’ala realizzata in resina e polvere di marmo. Tra le due opere poste una fronte all’altra, il Cyan Carpet, determina uno spazio, un luogo, un tratto di possibilità da percorrere; al centro c’è il ruolo del fruitore che è spinto a confronto con sé stesso in due modi completamente diversi (cit. Simona Spinella). Ed inoltre all’interno dello spazio installativo è anche collocato un piedistallo dove l’osservatore può posizionarsi e posare, interagendo e integrandosi con l’installazione stessa. Lo spazio e il tempo di fruizione così intesi, decretano che l’installazione ambientale si converta in luogo performativo dove il tempo del pubblico e la sua permanenza all’interno di esso diventano elementi fondanti. (cit. Giuseppe Capparelli).

La mostra, prima parte di un progetto che toccherà diverse città italiane ed europee, è un omaggio al curatore di A-HEAD, Piero Gagliardi: infatti è dal 2017 che la ONLUS Angelo Azzurro sostiene e promuove l’arte contemporanea e gli artisti emergenti mediante il progetto A-HEAD, attraverso una pluralità di iniziative, tra le quali un premio dedicato alla ricerca di artisti under 35, giunto ora alla seconda edizione (il Premio Giovan Battista Calapai e Theodora van Mierlo Benedetti), mostre ed eventi, convegni e laboratori, al fine di sensibilizzare la collettività sulle problematiche derivanti dalle malattie mentali ed eliminarne lo stigma attraverso un percorso conoscitivo che utilizzi l’arte come strumento privilegiato.

Il progetto si avvale del patrocinio della Città di Cosenza e si inserisce all’interno del Festival Invasioni 2023.

Angelo Gallo nasce a Cetraro il 20 giugno 1988. L’infanzia e l’adolescenza la trascorre a Fagnano Castello, in provincia di Cosenza. Frequenta L’I.T.C.G. “E. Fermi” di San Marco Argentano diplomandosi come Perito Tecnico. Durante gli anni delle superiori si appassiona alla grafica e alla programmazione. Partecipa a vari seminari di Redazione, di Media-marketing e Comunicazione tramite Assform Confindustria Rimini. Ad un anno dal diploma consegue la qualifica professionale come “Progettista sicurezza informatica e web”. Si iscrive al corso di laurea in Informatica di SMFN presso l’Unical di Rende e dopo tre anni decide di cambiare percorso. Si trasferisce così all’Accademia di Belle Arti di Catanzaro dove trova il suo mondo riuscendo ad esprimersi ed a sviluppare il suo percorso diplomandosi di I e II livello. Percorso che presenta due lati, uno razionale, preciso, programmato, l’altro irrazionale, sconfinato, libero. Il lato razionale e pratico gli permette di mettere in atto le idee artistiche con consapevolezza e rigore. Condizionato dall’ordine e dal controllo della programmazione, dalla pulizia e le strutture della grafica, visualizza e produce. Il suo percorso precedente è parte fondamentale di quello attuale in quanto sviluppa opere interattive sensoriali oltre ai percorsi scultorei, pittorici e grafici. Seguito da noti critici e curatori, è presente in tutte le manifestazioni artistiche di rilevo e porta avanti la sua ricerca etico/artistica che è in continua evoluzione. Dal 2019 ha fondato il Laboratorio Sostenibile di via Gaeta, un laboratorio di incisione alla ricerca delle metodologie sostitutive Non-Toxic in stretta connessione con la Galleria 291Est/Inc. di Roma. Conosciuto particolarmente per le serie delle Anatomie Forzate, la serie delle Anatomie Sensibili e per l’unconventional Mail-Art Project “Random Recipient”.

Il progetto A-HEAD nasce nel 2017 per volere della famiglia Calapai per la lotta allo stigma dei disturbi mentali e dalla collaborazione tra l’Associazione Angelo Azzurro ONLUS ed artisti e dj di respiro internazionale: infatti con il progetto A-HEAD Angelo Azzurro, curato da Piero Gagliardi dal 2017, mira a sviluppare un percorso ermeneutico e conoscitivo delle malattie mentali attraverso l’arte, sostenendo in maniera attiva l’arte contemporanea e gli artisti che collaborano ai vari laboratori che da anni l’associazione svolge accanto alle attività di psicoterapia più tradizionali. Data la natura benefica del progetto, con A-HEAD la cultura, nell’accezione più ampia del termine, diviene un motore generatore di sanità, nella misura in cui i ricavati sono devoluti a favore di progetti riabilitativi della Onlus Angelo Azzurro, legati alla creatività, intesa come caratteristica prettamente umana, fondamentale per lo sviluppo di una sana interiorità. Lo scopo globale del progetto è quello di aiutare i giovani che hanno attraversato un periodo di difficoltà a reintegrarsi a pieno nella società, attraverso lo sviluppo di nuove capacità lavorative e creative.

Info
A-HEAD Project: Angelo Gallo – T(w)O EDGE due bordi_al limite
A cura di Simona Spinella
Testi critici di Simona Spinella e Giuseppe Capparelli

Progetto promosso da A_HEAD di Angelo Azzurro ONLUS
Patrocinio: Città di Cosenza
Fotografie di Isabella Marina e Cecilia Vaccari

Finissage 17 settembre 2023 ore 18.00

Museo dei Brettii e degli Enotri
Vico Sant’Agostino 3 – Cosenza

www.museodeibrettiiedeglienotri.it
Facebook: www.facebook.com/MuseodeiBrettiiedegliEnotri
Twitter: @museobrettiics – Instagram: @MuseodeiBrettiiedegliEnotri

Dal 14 luglio 2023 al 17 settembre 2023

Orari: dal martedì al venerdì 9.00-13.00 / 16.30-19.30; sabato e domenica 10.00-13.00 / 16.30-19.30. Lunedi chiuso

FONTE: Ufficio Stampa Roberta Melasecca.

© 2006 - 2024 Pressitalia.net by StudioEMME