Skip to content

Visioni Sarde: una rassegna di cortometraggi sardi da non perdere

L’associazione ACRASE Maria Lai vi invita a scoprire le opere finaliste della passata edizione del progetto Visioni Sarde, una vetrina per il cinema di qualità prodotto in Sardegna.

Locandina-inROMA – Giovedì 28 dicembre, a partire dalle 18.00, nella sede sociale in via Annone 4/D a Roma, l’associazione ACRASE Maria Lai organizza la rassegna cinematografica itinerante “Visioni Sarde” con una retrospettiva dedicata ai cortometraggi finalisti della passata edizione.

Le sette opere proposte, accuratamente selezionate dalla Cineteca di Bologna, offrono una ricca varietà di generi, stili e temi, dando vita a una rassegna imperdibile che affronta tematiche che spaziano dalla realtà sarda a questioni di interesse universale.

Programma delle proiezioni:
▸ “12 aprile” (2021) di Antonello Deidda
▸ “Fradi miu” (2022) di Simone Contu
▸ “Mammarranca” (2022) di Francesco Piras
▸ “Santamaria” (2021) di Andrea Deidda
▸ “Senza te” (2022) di Sergio Falchi
▸ “Una splendida felicità” (2021) di Simone Latini
▸ “La venere di Milis” (2021) di Giorgia Puliga

La serata cinematografica, ultimo evento 2023 dell’ACRASE Maria Lai organizzato con il sostegno della Regione Autonoma della Sardegna e della FASI, sarà inoltre occasione per brindare alla conclusione dell’anno sociale e salutare i soci in vista dell’anno nuovo.

Visioni Sarde è un progetto co-organizzato dalla Cineteca di Bologna e dalla Fondazione Sardegna Film Commission, in collaborazione con l’Associazione dei Sardi in Torino “A. Gramsci” e l’Associazione Visioni da Ichnussa di Bologna. Nata nel 2014 come parte integrante del Festival Visioni Italiane, la rassegna ha guadagnato notorietà nel panorama cinematografico grazie alla qualità delle opere selezionate e all’attenzione dedicata ai nuovi talenti del cinema sardo. Nel corso degli anni, Visioni Sarde è diventata un punto di riferimento per il pubblico, gli operatori del settore e la critica, divenendo rassegna diffusa e itinerante che ha portato le proprie opere in tutto il mondo: la rassegna mantiene dunque la sua missione originaria di essere una vetrina per il cinema di qualità prodotto in Sardegna, offrendo ai giovani talenti sardi l’opportunità di far conoscere i propri lavori a un pubblico internazionale.

Seguirà un rinfresco con prodotti tipici sardi.

FONTE: Bruno Culeddu.

© 2006 - 2024 Pressitalia.net by StudioEMME