Skip to content

Carnevali di Marca 2024: una festa di colori, allegria e tradizione

Novanta tra carri e gruppi mascherati, 22 sfilate in altrettanti Comuni, cinque eventi per famiglie e 250 mila spettatori: la kermesse torna a pieno ritmo dopo la pandemia.

Cdm-2024_3-inSAN PIETRO DI FELETTO (TV) – La fantasia al potere: maschere, coriandoli, frittelle e tanto divertimento. La festa è qui, eccome se è qui: novanta tra carri allegorici e gruppi mascherati, 8.500 figuranti, 22 sfilate in altrettanti Comuni e cinque eventi collaterali per famiglie, almeno 250 mila spettatori attesi lungo strade e piazze. Sono i numeri di Carnevali di Marca, tradizionale kermesse tornata a pieno ritmo nel 2023 dopo il periodo buio della pandemia e che quest’anno promette nuove meraviglie.

L’edizione 2024 della rassegna promossa dall’associazione presieduta da Redo Bezzo – presentata oggi, sabato 21 gennaio, a Ca’ del Poggio Ristorante & Relais, a San Pietro di Feletto – scatterà nel weekend con le prime tre sfilate: oggi, sabato, a Pieve del Grappa, e domani, domenica, a Tarzo e Pianzano di Godega di Sant’Urbano. Si andrà avanti così, al ritmo anche di sette/otto appuntamenti ogni fine settimana, sino al 18 febbraio, prima domenica successiva al martedì grasso, che quest’anno cadrà il 13 febbraio.

C’è la tradizione: Tarzo festeggerà la 40^ edizione, a Sernaglia si celebrerà la 74^ edizione, mentre Conegliano e Vittorio Veneto soffieranno rispettivamente su 31 e 27 candeline. Ci sono le novità: l’ingresso nel circuito delle sfilate di Montebelluna e Farra di Soligo. C’è il lieto ritorno della sfilata di Ponte della Muda. E poi tante conferme, con Treviso che, insieme a Conegliano, rappresenterà l’evento clou del martedì grasso.

“Compatibilmente con la breve durata del periodo carnevalesco, l’obiettivo di Carnevali di Marca è il coinvolgimento del maggior numero possibile di Comuni e cittadini – commenta Redo Bezzo, presidente dell’associazione, affiancato dai consiglieri Silvia Sartorel e Silvano De Rous -. Il sostegno finanziario dei Comuni, la sensibilità della Regione del Veneto, la collaborazione con le Pro Loco e l’aiuto degli sponsor permetteranno anche quest’anno la realizzazione di spettacoli rinnovati e ricchi di idee, con una partecipazione di gruppi, associazioni, scuole e parrocchie che, tra Sinistra e Destra Piave, supererà le 90 presenze”.

Carnevali di Marca sarà una festa per grandi e piccini. “Come tutti gli anni – continua Bezzo – l’ingresso alla sfilate sarà gratuito per consentire un maggior coinvolgimento dei cittadini e in particolar modo dei più piccoli, che non saranno soltanto spettatori, ma anche protagonisti grazie all’impegno degli insegnanti delle scuole che aderiscono alla manifestazione e alla disponibilità dei laboratori di lavorazione della cartapesta. Alle sfilate parteciperanno più di venti scuole di ogni ordine e grado, ma le adesioni sono ancora aperte. Organizzeremo giornate interamente dedicate ai bambini, con la presenza di giocolieri, clown, trampolieri e artisti di strada nei ‘Villaggi del Carnevale’ che saranno allestiti a Montebelluna il 3 febbraio, a Breda di Piave il 4 febbraio e a Vittorio Veneto e Treviso nel fine settimana più ‘grasso’ con anche l’assaggio di specialità gastronomiche tipiche del periodo”.

Dopo i tre appuntamenti del weekend (Pieve del Grappa, Tarzo e Pianzano), l’edizione 2024 di Carnevali di Marca proseguirà con le tappe di Nervesa della Battaglia (27 gennaio), Carbonera (28 gennaio), Pieve di Soligo (28 gennaio), Giavera del Montello (28 gennaio), San Vendemiano (3 febbraio), Zero Branco (3 febbraio), Santa Lucia di Piave (3 febbraio), Breda di Piave (4 febbraio, evento per famiglie), Ponte della Muda (4 febbraio), Montebelluna (3 febbraio eventi per famiglie, 4 febbraio sfilata), Villorba (4 febbraio), Susegana (10 febbraio), Zenson di Piave (10 febbraio), Roncade (11 febbraio), Vittorio Veneto (10 febbraio eventi per famiglie, 11 febbraio sfilata), Conegliano (13 febbraio), Treviso (10 e 11 febbraio eventi per famiglie, 13 febbraio sfilata), Farra di Soligo (17 febbraio), Sant’Angelo di Treviso (17 febbraio) e Sernaglia della Battaglia (18 febbraio).

“I temi proposti – aggiunge Bezzo – sono i più disparati: l’importanza della risorsa dell’acqua, il bosco, il circo, la musica, i cartoons, da Barbie ai Simpson, dai Minions ai Pirati, ai Flintstones. E poi ancora le fiabe più tradizionali, da Biancaneve a Pinocchio, a Willy Wonka della Fabbrica di cioccolato. Senza dimenticare i personaggi di film e fumetti, temi di satira e politica, spunti di attualità come il tema della Natura che si ribella. Non mancherà persino un giro all’OktoberFest”.

L’ultimo atto dell’edizione 2024 di Carnevali di Marca sarà il Galà di chiusura che sabato 16 marzo all’oratorio “Giovanni Paolo II” di San Vendemiano ospiterà anche l’estrazione dei biglietti della tradizionale Lotteria di beneficenza. L’associazione Carnevali di Marca non è infatti solo carri mascherati, allegria e coriandoli. In questo periodo di festa ci sarà anche il tempo e la voglia di pensare agli altri. Come ogni anno, agli appuntamenti del Carnevale trevigiano sarà infatti abbinata la tradizionale lotteria di beneficenza. Durante le sfilate sarà possibile acquistare i biglietti al costo di 2,50 euro, sperando in un’estrazione fortunata (il montepremi complessivo è di ben 25 mila euro) e sapendo che comunque, per ogni biglietto venduto, 10 centesimi saranno devoluti ad associazioni del territorio impegnate nel volontariato e in attività sociali. Primo premio, in collaborazione con Sarlo Group, una splendida Peugeot 208 Active 5 porte km0 del valore di 21.500 euro. E poi altri 30 premi sotto forma di buona spesa ai Supermercati Maxì e da Toffolatti Gioielli.

Gli aggiornamenti sulle sfilate dei Carnevali di Marca si potranno trovare nel sito www.carnevalidimarca.it, nei canali social dell’associazione e, per la sfilata di Treviso, nella nuova pagina social “Carnevale Trevigiano”.

FONTE: Ufficio Stampa Mauro Ferraro.

© 2006 - 2024 Pressitalia.net by StudioEMME