Skip to content

La Salerno che non dimentica: un libro per valorizzare le memorie dei nostri anziani

La Fondazione Carlo Mendozzi presenta il suo primo progetto del 2024: una raccolta di testimonianze e ricordi delle ospiti della Casa Albergo Immacolata Concezione.

Foto4-copSALERNO – Si inizia il nuovo anno con tanti ambiziosi progetti per la Fondazione Carlo Mendozzi; il primo appuntamento si è svolto ieri, 4 gennaio, presso la Casa Albergo Immacolata Concezione, gestita da Salerno Solidale Spa, con la presentazione del libro “La Salerno che non dimentica, le memorie dei nostri anziani”, una raccolta delle testimonianze e dei ricordi delle anziane, che per la Befana lo regaleranno ai propri nipoti, donando con esso i propri racconti. Il libro, realizzato dalla Fondazione Carlo Mendozzi dopo l’ascolto delle ospiti della struttura, vuole essere una raccolta di testimonianze e pensieri per tenere vivo il ricordo e la memoria storica di tanti salernitani.

Il progetto è stato voluto dalla Fondazione Carlo Mendozzi e dall’Avv. Filomena Arcieri Amministratrice della Salerno Solidale S.p.A. per trasmettere proprio la memoria storica degli anziani, talvolta sottovalutata o dimenticata, che invece è una risorsa preziosa per tutti, giovani e non solo.

“Come da mission, la Fondazione Carlo Mendozzi si impegna a lavorare in stretta collaborazione con la comunità locale per trasmettere valore anche attraverso piccoli gesti – dice Sergio Galzigna segretario della Fondazione Carlo Mendozzi – con il libro -la Salerno che non dimentica, le memorie dei nostri anziani- abbiamo voluto prima di tutto ascoltare gli anziani,  un’attività preziosa che spesso viene sottovalutata da alcuni giovani. Gli anziani sono la storia, la nostra memoria, sono il passato necessario per leggere il futuro di quello che saremo, e non vanno dimenticati”.

FONTE: Ufficio Stampa Serena Valeriani.

© 2006 - 2024 Pressitalia.net by StudioEMME