Skip to content

No man’s land: il nuovo progetto di alta formazione teatrale dell’Argot Studio

Un viaggio tra teatro, cinema e nuovi linguaggi con l’Argot Studio.

1080x1080-social---No-man’s-land-inROMA – Dall’esperienza dell’Argot Studio di Roma, storico spazio nel cuore di Trastevere nato nel 1984, casa e factory per attori e registi aperta alla ricerca e la sperimentazione di nuovi linguaggi, con una particolare attenzione alla nuova drammaturgia italiana e internazionale, nasce No man’s land – percorso di alta formazione teatrale, progetto formativo rivolto a giovani attrici e attori già diplomati e non solo, che ricercano la possibilità di affermarsi come professionisti nel mercato del lavoro.

Un percorso che prevede incontri intensivi con grandi professionisti del settore, attori e attrici, registi e drammaturghi attivi nella produzione indipendente teatrale ma anche nel cinema e nella televisione, che potranno offrire ai ragazzi, attraverso tutta la loro esperienza, un’occasione unica di crescita professionale, puntando su una formazione trasversale e intergenerazionale. Il processo didattico, coordinato dai direttori artistici Francesco Frangipane e Tiziano Panici, prevederà diversi percorsi formativi.

Una masterclass formata da giovani attori appena diplomati che, a partire da gennaio 2024, avrà un incontro al mese da gennaio a maggio 2024  per un numero totale di 5 incontri con professionisti del settore, i quali operano in ambiti diversi  e daranno l’occasione agli allievi di confrontarsi con ambiti multidisciplinari del mondo del teatro e del  cinema, come Francesco Amato (regista di cinema e tv), Vanessa Scalera (attrice),  Stefania Valestro (casting director), Francesco Lagi e Francesco Colella (regista e attore/Compagnia Teatrodilina), Piergiorgio Bellocchio (attore e produttore cinematografico).

Da gennaio a maggio 2024 inoltre la masterclass, una volta a settimana, si affiderà a tre docenti, l’autore e regista Filippo Gili e gli attori Massimiliano Benvenuto e Arcangelo Iannace, che seguiranno l’intero iter formativo, incentrato sulle principali discipline della recitazione, della scrittura scenica e della regia, focalizzato sui grandi classici della letteratura teatrale, con l’obiettivo di lavorare con i ragazzi sull’analisi e la riscrittura di testi classici, in particolare su Tre sorelle di Anton Cechov, che sarà presentato in una forma del tutto inedita e contemporanea in una restituzione pubblica che si svolgerà a giugno 2024 presso il Teatro del Lido di Ostia, partner ufficiale del progetto.

Parallelamente al percorso formativo, prenderà il via anche un percorso di visione che coinvolgerà gli attori della masterclass, un pubblico scelto di ragazzi e ragazze tra i 16 e i 25 anni che aderiscono al progetto formativo Dominio Pubblico, coordinato e diretto da Tiziano Panici, e il pubblico dell’Argot Studio che avrà voglia di approfondire la visione dello spettacolo. Questo processo è finalizzato alla creazione di un ciclo di talk e incontri pubblici che coinvolgerà i principali protagonisti della stagione Argot Studio (Eleonora Danco, Elena Arvigo, Tommaso Ragno, Anna Foglietta, Monica Nappo) per indagare  la loro storia e percorso artistico che li ha portati a essere protagonisti della scena contemporanea nazionale. L’incontro sarà l’occasione per tutti i partecipanti di “guardare dietro le quinte” alla scoperta del lavoro e della dedizione che ogni artista deve investire per poter sviluppare la propria creazione e cosa contraddistingue la propria ricerca artistica.

Per partecipare alla Masterclass di Alta Formazione, gli attori e le attrici interessati possono inviare la propria candidatura corredata da un CV, fino al 31 gennaio, all’indirizzo info@teatroargotstudio.com; la direzione si riserverà di dare specifiche sulle modalità di selezione. Per maggiori informazioni visitare il sito: www.teatroargotstudio.com o chiamare il numero 06 5898111.

No man’s land è un progetto di Circolo Culturale Argostudio, in collaborazione con Teatro del Lido di Ostia. Il progetto, promosso da Roma Capitale – Assessorato alla Cultura, è vincitore dell’Avviso Pubblico, curato dal Dipartimento Attività Culturali, per il reperimento di progetti per la concessione di contributi destinati a sale teatrali private con capienza inferiore a 100 posti, per progetti di ricerca e sperimentazione per la Stagione 2023/2024.

FONTE: Ufficio Stampa Theatron 2.0

© 2006 - 2024 Pressitalia.net by StudioEMPI