Skip to content

Plateia closing event: la festa finale del progetto di rigenerazione verde e urbana di Largo Perestrello

Un pomeriggio di partecipazione e festa per celebrare il progetto Plateia, che ha trasformato Largo Perestrello in una piazza verde e inclusiva grazie alla collaborazione tra comunità, artisti, architetti e istituzioni.

inROMA – La Fondazione Bertugno-Moulinier invita all’appuntamento conclusivo del progetto Plateia – Comunità per la rigenerazione verde e urbana, un momento di condivisione e restituzione delle azioni realizzate, dal mese di giugno 2023 al mese di febbraio 2024, che hanno avuto come principale obiettivo quello di riunire comunità formali ed informali per rigenerare una piazza, Largo Perestrello, nella periferia di Roma, nel cuore del quartiere Tor Pignattara/Marranella, riconquistando il senso di comunità ed appartenenza e rendendo possibili nuovi modelli sostenibili e locali di rigenerazione urbana.

Durante il pomeriggio di Plateia closing event, il 10 febbraio dalle 15.00 alle 20.00, verranno presentati i risultati del Progetto Plateia, dando l’opportunità alla cittadinanza e agli interessati di partecipare attivamente alla definizione del futuro di Largo Perestrello. Seguirà un buffet per celebrare insieme gli esiti del progetto.

Il progetto, vincitore del bando “New European Bauhaus Call for Proposals for Co-Creation of public space through citizen engagement”, è sostenuto dall’European Institute of Innovation and Technology (EIT), un organismo dell’Unione Europea, ed è realizzato da un Consorzio costituito da artisti, architetti, leader di comunità, educatori e curatori che lavorano mediante un approccio transdisciplinare insieme a diverse comunità con l’unico scopo di creare uno spazio inclusivo: la Fondazione Bertugno-Moulinier, in qualità anche di promotrice, il Municipio V di Roma Capitale, l’Associazione Ecomuseo Casilino ad Duas Lauros APS, il collettivo di architetti orizzontale e l’Associazione Pisacane 0-99, con il supporto della BCC di Roma.

Il percorso di partecipazione di PLATEIA ha visto, infatti, l’attivazione di numerosi workshop, laboratori creativi e di co-design, laboratori di auto-costruzione con l’obiettivo di rendere Perestrello una piazza tattica da cui far emergere linee guida per interventi futuri più strutturali e duraturi: riprogettare la piazza sulle indicazioni e le necessità dei suoi abitanti, per costruire un modello di self-governance, riportando il verde come elemento di benessere, e restituendo così alla città e al suo quartiere un’agorà, un luogo di incontri e scambio, di gioco per i bambini, di cultura ed espressione, un centro attivo di dialogo e sperimentazione interculturale, voluto dalle comunità e nato da un progetto comune.

Dall’evento iniziale, Mapping Perestrello con il laboratorio e mostra dell’Erbario del selvatico urbano, al workshop di design thinking “Immagina Largo Perestrello” al Laboratorio di visioning per la co-gestione degli spazi, ai laboratori per la cittadinanza Perestrello Conviviale, svoltosi a novembre, Perestrello Ludico svoltosi a dicembre e Perestrello Selvatico del mese di gennaio, il progetto è arrivato alla sua conclusione con l’ultimo laboratorio, Zolle, dispositivo partecipativo di piantumazione per il regreening della piazza e con la festa finale, Plateia Closing Event, durante la quale tutta la comunità si stringe intorno ad un progetto che l’ha vista protagonista di un percorso decisionale fondamentale per il proprio futuro. Infatti, immaginare insieme una piazza vuole dire prima di tutto abitarla: solo abitandola è possibile comprenderne le reali necessità, scambiando e condividendo pensieri, idee e visioni.

Una delle proposte principali si è focalizzata, pertanto, sull’idea di fondere le due piazze adiacenti, Largo Perestrello e la piazza del mercato, in un sistema unificato mantenendo tuttavia destinazioni differenti: l’area del mercato con chioschi fissi per servizi di accoglienza, biblioteca e ristoro, mentre per il “grande spazio” di Largo Perestrello sono emerse e condivise proposte di interventi fluidi e leggeri e attrezzature temporanee. Nei diversi momenti di discussione si è anche approfondita la problematica della gestione degli spazi, prendendo in considerazione la possibilità di una piazza gestita in modalità collettiva, dove i fruitori, i singoli cittadini, le associazioni locali e le diverse amministrazioni potessero essere protagonisti e gestire così i luoghi mediante un presidio fisso oppure temporaneo, in forma organizzata o libera.

Plateia consolida, dunque, e porta a compimento un processo iniziato da anni dalle tante realtà presenti sul territorio e dalle numerose comunità provenienti da diversi paesi quali Bangladesh, Cina, Filippine, Romania, Egitto e Perù. E lo fa attraverso lo strumento dell’arte che, proprio per la sua capacità di comunicazione immediata, rappresenta il medium ideale per stabilire un’interazione costruttiva e partecipata ma anche ludica, multiculturale e transgenerazionale. Responsabilizzare una comunità, dandole un ruolo centrale nel plasmare il futuro dei luoghi in cui vive ed opera, permette così di incentivare i valori della solidarietà, dell’inclusione, della partecipazione.

Plateia closing event
Presentazione dei risultati del Progetto Plateia
Opportunità di partecipare attivamente alla definizione del futuro di Largo Perestrello
Buffet festoso per celebrare insieme
10 febbraio 2024 ore 15-20
Casa Khan (ex casa del custode, Scuola Pisacane)
Via dell’Acqua Bullicante 28 – Roma

Info
Plateia – Comunità per la rigenerazione verde e urbana
Promosso da: Fondazione Bertugno – Moulinier
Partner Consorzio: Municipio V di Roma, Associazione Ecomuseo Casilino ad Duas Lauros APS, Associazione culturale orizzontale, Associazione Pisacane 0-99
Progetto vincitore del bando New European Bauhaus
Il progetto Plateia – Communities for green and Urban regeneration è sostenuto dal European Institute of Innovation and Technology (EIT), un organismo dell’Unione Europea.
Con il supporto della BCC di Roma

Fondazione Bertugno-Moulinier
Via Gabrio Serbelloni 67 – Roma
tel. +39 06 69 34 4828
info@fondazione-bm.org
www.fondazione-bm.org
www.facebook.com/FondazioneBertugnoMoulinier
www.instagram.com/fondazione_bertugnomoulinier
www.linkedin.com/company/fbm-fondazione-bertugno-moulinier/

Municipio V Roma
www.comune.roma.it/web/it/municipio-v.page

Ecomuseo Casilino
www.ecomuseocasilino.it

Associazione Pisacane 0-99
pisacane011@gmail.com
https://www.facebook.com/pisacane099/?locale=it_IT

Orizzontale
info@orizzontale.org
www.orizzontale.org

New European Bauhaus
https://new-european-bauhaus.europa.eu

Istituto Europeo di Innovazione e Tecnologia (EIT).
https://european-union.europa.eu/institutions-law-budget/institutions-and-bodies/search-all-eu-institutions-and-bodies/european-institute-innovation-and-technology-eit_it

FONTE: Ufficio Stampa Roberta Melasecca.

© 2006 - 2024 Pressitalia.net by StudioEMME