Skip to content

Filming Italy – Los Angeles 2024: il cinema italiano conquista Hollywood

Il Festival creato e diretto da Tiziana Rocca celebra la cultura e l’audiovisivo italiani con oltre 80 opere, masterclass, webinar e ospiti d’eccezione.

copLOS ANGELES – Si è conclusa la nona edizione di Filming Italy – Los Angeles creato e diretto da Tiziana Rocca, Agnus Dei, in collaborazione con l’Istituto Italiano di Cultura di Los Angeles, che si è tenuto dal 26 al 29 febbraio 2024 a Los Angeles, in collaborazione con APA (Associazione Produttori Audiovisivi) e sotto gli auspici del Consolato Generale d’Italia a Los Angeles.

Filming Italy – Los Angeles, oltre a promuovere l’Italia come set cinematografico e ponte tra la cultura italiana e americana, sostiene la crescita culturale italiana attraverso il suo cinema, l’internazionalizzazione dei prodotti dell’audiovisivo italiani. Inoltre, supporta le relazioni interculturali tra i vari registi, produttori ed artisti.

Tiziana Rocca, che è anche Direttore Artistico del Festival, ha dichiarato: “Sono particolarmente felice dei risultati del Filming Italy – Los Angeles di quest’anno, che edizione dopo edizione raggiunge dei traguardi sempre più inaspettati. E questa nona edizione si è sicuramente distinta per le oltre 80 opere in programma – tra film, serie televisive, cortometraggi e docu-film italiani, molti dei quali ancora inediti in tutto il mondo – ma anche per le masterclass e i webinar, seguiti dall’Italia e da tantissime località americane, da Los Angeles a San Francisco e New York, grazie alla piattaforma streaming con cui è stata possibile una sempre maggiore partecipazione del pubblico, tra cui tantissimi giovani studenti e molte scuole teatrali e cinematografiche. Abbiamo avuto una grandissima affluenza di pubblico nelle quattro serate dal vivo, in cui si sono susseguiti tantissimi ospiti e artisti italiani e internazionali, come Matteo Garrone, Marisa Tomei, Danny Huston, Caterina Scorsone, Benedetta Porcaroli e Riccardo Scamarcio e particolarmente apprezzata è stata la maratona di film che hanno visto protagonista Franco Nero.

Vorrei rivolgere un sentito ringraziamento all’Istituto Italiano di Cultura di Los Angeles, che con me ha organizzato il Festival. E un grazie naturalmente va a tutti gli artisti, italiani e internazionali, che ci hanno supportato in questa edizione e che hanno contribuito alla realizzazione di un evento unico e speciale come questo”.

La Senatrice Lucia Borgonzoni, Sottosegretario di Stato al Ministero della Cultura, ha commentato: “Il cinema italiano sta vivendo una stagione incredibile, dando prova di forte vitalità ed ampie dimostrazioni ben oltre i confini nazionali del talento e del valore dei professionisti che operano nella filiera. Un grazie speciale alla direttrice artistica del festival Filming Italy – Los Angeles Tiziana Rocca per l’impegno e la passione con cui da anni – e tanto più in un momento di così grande vivacità per il settore – è in prima linea per accrescerne ulteriormente visibilità e prestigio agli occhi del mondo”.

La Console Generale d’Italia a Los Angeles, Raffaella Valentini, ha dichiarato a proposito: “L’Italia ama Hollywood e Hollywood ama l’Italia. Con Io Capitano di Matteo Garrone, il nostro Paese celebra la trentesima nomination agli Oscar nella categoria di miglior film straniero, nella quale deteniamo il record di vittorie. È davvero un risultato importante, che ci impegneremo a valorizzare anche nel contesto di questa nuova edizione di Filming Italy – Los Angeles. Siamo anche felici che quest’anno, attraverso la partnership con “Women in Film”, il Festival confermi un impegno speciale a sostegno delle donne nel cinema”.

Emanuele Amendola, Direttore dell’Istituto Italiano di Cultura di Los Angeles, ha aggiunto: “Filming Italy – Los Angeles costituisce uno dei momenti più attesi per la promozione del cinema italiano negli Stati Uniti. Il Festival del 2024 presenta un programma ricco, con la partecipazione di numerosi ospiti italiani e internazionali. Si tratta di un’opportunità significativa per valorizzare in modo completo il settore cinematografico, al quale l’Istituto dedica da sempre particolare attenzione. Con la partecipazione di Ginevra Elkann e Te l’avevo detto come film di apertura, siamo felici che anche in questa nona edizione, il Festival confermi un impegno speciale a sostegno delle donne nel cinema, dando spazio anche a diverse opere prime di sceneggiatrici, attrici e produttrici italiane di talento”.

“Cinema e turismo hanno un legame solido e in continua evoluzione. Quante volte ci capita di innamorarci di una località, vedendola sul piccolo o sul grande schermo, e sceglierla poi come meta dove trascorrere le nostre vacanze? Il Ministero del Turismo, insieme ad ENIT, sta lavorando da tempo e continuerà ad impegnarsi per valorizzare questo connubio virtuoso: proprio qualche tempo fa è stato infatti istituito un bollino di qualità sui film che raccontano e promuovono l’immagine delle eccellenze italiane. Tra l’altro, sono state diverse le occasioni in cui il cinema italiano ha ricevuto grandi riconoscimenti a livello mondiale. Il mio più grande in bocca al lupo a Matteo Garrone, che con il suo film Io Capitano, è in lizza come Miglior Film Internazionale agli Oscar 2024 che si terranno a Los Angeles tra qualche giorno!”

Alessandra Rainaldi, Trade Commissioner ITA – Italian Trade Agency Los Angeles, ha detto: “L’Italian Trade Agency di Los Angeles è lieta di collaborare per il terzo anno consecutivo con Tiziana Rocca e il suo Filming Italy – Los Angeles, un festival che rappresenta uno degli eventi più attesi e seguiti di promozione del cinema italiano negli Stati Uniti. Abbiamo iniziato la nostra collaborazione tre anni fa, organizzando un panel incentrato sulle donne nello spettacolo e quest’anno abbiamo scelto di concentrarci sul Rinascimento italiano nel settore dell’intrattenimento e sul suo impatto sui talent italiani negli Stati Uniti.  L’Italian Trade Agency si impegna a rafforzare la collaborazione tra le due industrie: italiana e americana, e a sostenere ogni iniziativa che favorisca la crescita reciproca, l’innovazione e lo scambio”.

Questi tutti gli ospiti e i premiati della nona edizione: Marisa Tomei, che ha ricevuto il Filming Italy Los Angeles Pomellato International Award in collaborazione con Pomellato; Benedetta Porcaroli che ha ricevuto il Filming Italy Los Angeles Women Power Award per il suo ultimo film Enea; Riccardo Scamarcio che ha ricevuto il Filming Italy Los Angeles International Award; Ginevra Elkann che ha ricevuto il Filming Italy Los Angeles Best Director Award per il suo film Te l’avevo detto;  Giacomo Gianniotti che ha ricevuto il Filming Italy Los Angeles International Award; Ashley Greene che ha ricevuto il Filming Italy Los Angeles Women Power Award; Danny Huston che ha ricevuto il Filming Italy Los Angeles International Award; Dante Ferretti che ha ricevuto il Filming Italy Los Angeles per la sua straordinaria carriera; Nat Wolff che ha ricevuto il Filming Italy International Award; Rafael Cebrián che ha ricevuto il Filming Italy Los Angeles International Award; Kasia Smutniak che ha ricevuto il Women Power Award; i Manetti Bros. che hanno ricevuto il Filming Italy Los Angeles Best Directors Award per il loro film Diabolik – Chi sei?; la nuova Miss Italia Francesca Bergesio che ha ricevuto il Filming Italy Los Angeles Made in Italy Award. Inoltre, l’AD di RAI Cinema Paolo Del Brocco ha ricevuto il Filming Italy Los Angeles Best Producer Award.

Uno dei protagonisti di questa nuova edizione è stato Franco Nero. Al grandissimo attore, orgoglio del Cinema italiano nel mondo, è stato consegnato il Filming Italy Los Angeles Lifetime Achievement Award la sera del 29 febbraio. Per l’occasione, il Filming Italy ha proiettato una maratona di film a lui dedicati, come: Django di Sergio Corbucci del 1966; Il ritorno di Zanna Bianca di Luciano Fulci del 1974; Giorni felici di Simone Petralia del 1988; Il giorno della civetta di Damiano Damiani del 1968; Havana Kyrie di Paolo Consorti del 2019; Marcia trionfale di Marco Bellocchio del 1976; e Un dramma borghese di Florestano Vancini del 1979.

Altro attesissimo ospite è stato il regista Matteo Garrone. Dopo la vittoria del Leone d’Argento a Venezia, il suo film Io Capitano è candidato come miglior film internazionale agli Oscar 2024. Il 27 febbraio, in apertura del Festival e in occasione di una proiezione speciale del film, Garrone e il giovane protagonista della pellicola, Seydou Sarr, sono stati premiati rispettivamente con il Filming Italy Los Angeles Best Director Award e il Filming Italy Los Angeles Best Actor Award.

L’ambasciatrice del Festival è stata Ilenia Pastorelli, talentuosa interprete di pluripremiati film come Lo chiamavano Jeeg Robot di Gabriele Mainetti e Benedetta follia di Carlo Verdone. Ilenia ha ricevuto anche il Filming Italy Los Angeles Ambassador Award – Made in Italy by Cotril.

Numerosi anche i talent coinvolti nelle masterclass e che hanno partecipato ai panel, tra questi: Dante Ferretti; Kasia Smutniak; Claudia Gerini; Micaela Ramazzotti; Alessandro Siani; Ficarra e Picone; Alba Rohrwacher e Roberta Torre per il film Mi fanno male i capelli; Franco Nero; Matteo Garrone con Seydou Sarr e Moustapha Fall; Riccardo Milani, per supportare il docufilm Io, noi e Gaber; Massimiliano Bruno, per la serie TV Non ci resta che il crimine: La serie; Bianca Nappi, Chiara Tomarelli, Mia Benedetta e Lunetta Savino per Tante facce nella memoria di Francesca Comencini.

Tra i nuovi premi che sono stati assegnati in questa edizione: il premio ENIT – Viaggio in Italia, assegnato a Riccardo Scamarcio per Race for Glory: Audi vs. Lancia, consegnato da Emanuela Boni (Marketing e PR ENIT); e il Premio Brunello Rondi, di cui nel 2024 ricorre il centenario della nascita, per omaggiare l’attività di questa straordinaria figura di intellettuale ed artista, noto soprattutto per la sua stretta collaborazione con Fellini. Il premio verrà consegnato a marzo a Roma al regista Pupi Avati, insieme a Umberto Rondi.

Quest’anno Filming Italy – Los Angeles si è svolto completamente dal vivo, senza abbandonare la piattaforma digitale che nelle passate edizioni ha ottenuto più di 600.000 viewers. Nella piattaforma, creata per l’occasione da MyMovies, sono stati resi disponibili oltre 80 titoli che hanno promosso il cinema italiano, le serie TV, i grandi classici restaurati della sezione Classic, i docu-film e i cortometraggi opere prime di registe donne. Rispettando i parametri previsti di sicurezza e protezione informatica con Hollywood Grade DRM, le proiezioni online sono state visibili in tutti gli stati degli Stati Uniti e in molti altri territori, come Buenos Aires Province, Buenos Aires, Victoria, State of Amazonas, Ontario, Bavaria, Lower Saxony, Ile-de-France, Masovian Voivodeship, Zulia, Minsk Region, Decentralized Administration of Thessaly.

Ad inaugurare il Festival, il nuovo e attesissimo film di Ginevra Elkann in anteprima assoluta, Te l’avevo detto, che conta tra i suoi protagonisti Riccardo Scamarcio e Danny Huston. Il film è stato presentato alla presenza della regista e del cast al DGA Theater (Directors Guild of America Theater).

Tra i film che sono stati proiettati durante il Festival: Io Capitano del regista Matteo Garrone; Romeo è Giulietta di Giovanni Veronesi con Pilar Fogliati e Sergio Castellitto; Santocielo di Francesco Amato con Ficarra e Picone; Diabolik – Chi sei? dei Manetti Bros. con Giacomo Gianniotti, Miriam Leone, Valerio Mastandrea e Monica Bellucci; Le proprietà dei metalli di Antonio Bigini con Martino Zaccara e David Pasquesi; La bella estate di Laura Luchetti; Succede anche nelle migliori famiglie di Alessandro Siani; Mi fanno male i capelli di Roberta Torre con Alba Rohrwacher; Felicità di Micaela Ramazzotti con Max Tortora e Anna Galiena; Enea di Pietro Castellitto con Benedetta Porcaroli; Race for Glory: Audi vs. Lancia di Stefano Mordini con Riccardo Scamarcio; À la recherche di Giulio Base; Tramite amicizia di Alessandro Siani; Black bits di Alessio Liguori; I limoni d’inverno di Caterina Carone; Grosso guaio all’Esquilino – La leggenda del kung fu di YouNuts!; Shakespea Re di Napoli di Ruggero Cappuccio e Nadia Baldi; Tante facce nella memoria di Francesca Comencini; Billy di Emilia Mazzacurati; Nina dei lupi di Antonio Pisu; Rossosperanza di Annarita Zambrano; Desiré di Mario Vezza.

Tra i documentari: Doppio passo di Lorenzo Borghini; Raggamuffins Forever, an italian basketball fairytale di Gianni Costantino; Jeff Koons. Un ritratto privato di Pappi Corsicato; Io, noi e Gaber di Riccardo Milani; Mur di Kasia Smutniak; Nino Migliori. La festa che rovescia il mondo per gioco di Elisabetta Sgarbi; Amate sponde di Egidio Eronico; Dino Meneghin – Storia di una leggenda di Samuele Rossi; La stoccata vincente di Nicola Campiotti; Dante Ferretti – Scenografo italiano di Gianfranco Giagni; Il cerchio di Sophie Chiarello. Inoltre, un omaggio speciale a Marina Cicogna col suo documentario Marina Cicogna – La vita e tutto il resto di Andrea Bettinetti, con un premio alla memoria che è andato a Franco Nero.

Tra le serie TV: la seconda stagione di Un professore di Alessandro Casale; Non ci resta che il crimine di Massimiliano Bruno e Alessio Maria Federici; I bastardi di Pizzofalcone stagione 4, di Monica Vullo, Riccardo Mosca, Alessandro D’Alatri e Carlo Carlei; La storia di Francesca Archibugi; la seconda stagione di Cuori di Riccardo Donna; Unwanted di Oliver Hirschbiegel; Un amore di Francesco Lagi.

Nella sezione CLASSIC, dedicata ai grandi classici restaurati, oltre ai già citati titoli che vedono protagonista Franco Nero, sono stati proiettati: L’ombrellone di Dino Risi del 1965, per omaggiare la grandissima attrice e amica del Festival Sandra Milo; L’odore della notte di Claudio Caligari del 1998; Milano Calibro 9 di Fernando Di Leo del 1972; e Uomini si nasce, poliziotti si muore di Fernando Di Leo del 1976. Sono stati proiettati inoltre: La provinciale di Mario Soldati (1953), restauro del CSC – Cineteca Nazionale in collaborazione con Compass Film; Bellissima di Luchino Visconti (1952), restauro del CSC – Cineteca Nazionale in collaborazione con Compass Film; Sissignore di Ugo Tognazzi (1968), restauro del CSC – Cineteca Nazionale in collaborazione con Mediaset; Basta guardarla di Luciano Salce (1970), restauro del CSC – Cineteca Nazionale in collaborazione con Mediaset. E poi ancora, Il cavaliere inesistente di Pino Zac del 1970, per il centenario della nascita di Italo Calvino, restauro realizzato da Cinecittà in collaborazione con CSC – Cineteca Nazionale.

Il cortometraggio Non io ha ricevuto il Filming Italy Improving Talent Award. Prodotto da Starlex Productions (realtà indipendente tutta al femminile), diretto da Benedetta Pontellini e con la sceneggiatura di Claudia Gatti, il corto è interpretato da Monica Guerritore, Pietro de Silva, Giorgia Gatti e con la voce di Lina Wertmüller. Ambientato durante la pandemia, il cortometraggio è il racconto di una storia d’amore, in cui la vita cerca di andare avanti mentre il tempo scorre intorno, con le difficoltà per incontrarsi e il tempo che sembra durare un attimo.

Al Festival è stato proiettato anche il cortometraggio vincitore del Filming Italy Sardegna Festival – In Corto del 2023: Come siamo diventati di Cristiano Pahler.

In programma anche un panel istituzionale che ha visto coinvolti i maggiori esponenti del settore culturale e cinematografico nazionale, dal titolo: “Il successo al box-office del cinema italiano consolida l’audiovisivo Made in Italy nel mondo. Qualità, innovazione e visione del nostro comparto produttivo concorrono al Risorgimento italiano al cinema e sulle piattaforme”. Dopo l’introduzione della Senatrice Lucia Borgonzoni, Sottosegretario di Stato per la Cultura, il Direttore Generale ANEC Simone Gialdini ha moderato il dibattito tra Paolo Del Brocco, AD di RAI Cinema; Nicola Borrelli, Direttore Generale DG Cinema Audiovisivo – MiC; Chiara Sbarigia, Presidente APA e Cinecittà S.p.A; Mario Lorini, Presidente ANEC; Alessandro Araimo, Executive Vice President & General Manager Southern Europe, Warner Bros. Discovery; Gail MacKinnon, Senior Executive Vice President, Global Policy & Government Affairs – The Motion Pictures Association; Matteo Rovere, Groenlandia; Federica Lucisano, AD di Lucisano Media Group; Andrea Scrosati, CEO Continental Europe – Fremantle; Laura Mirabella, Marketing Director – Vision Distribution; l’attrice e regista Paola Cortellesi e il regista e produttore cinematografico Matteo Garrone.

Confermata anche quest’anno la collaborazione con Women in Film, TV & Media Italia. Nato a Los Angeles, WIF sostiene le donne che lavorano nel mondo del cinema e dietro la macchina da presa dal 1973. Oggi le organizzazioni WIF in tutto il mondo stanno lavorando per un settore più equo attraverso programmi di sensibilizzazione, incentivi e sostegno legale. Proprio per supportare le donne del mondo del cinema – che il Filming Italy – Los Angeles premia con il “Woman Power Award” – in questa occasione, Women in Film, Television & Media Italia ha presentato diverse opere prime di alcune sceneggiatrici, attrici e produttrici di talento. Tra queste: Switch di Daniela Giordano Castorina; Corpo Unico di Mia Benedetta; We should all be futurists di Angela Norelli; e 6 mesi dopo di Chiara Sfregola con Greta Scarano.

Quest’anno, inoltre, in occasione dell’anniversario per i 50 anni dalla fondazione di WIF – Los Angeles, si è tenuto un panel di approfondimento, realizzato in collaborazione con ITA – Italian Trade Agency, dal titolo: “The Renaissance of the Italian Audiovisual Industry and its impact on Italian talent in the US”. Moderato dalla giornalista Lucia Magi e introdotto dalla Direttrice del Filming Italy Tiziana Rocca e da Alessandra Rainaldi, Trade Commissioner – Italian Trade Agency Los Angeles, al panel hanno preso parte: la regista Ginevra Elkann; l’attore Riccardo Scamarcio; l’attrice e regista Kelley Kali; e Scott Nemes, President of TV – AGBO.

Quest’anno il Filming Italy – Los Angeles ha aperto le porte ad un nuovo format: un Podcast con tutti gli invitati del Festival, i cui episodi sono stati resi disponibili su tutte le piattaforme e social media del Filming Italy. Questa decisione di attualizzare in chiave moderna il format delle masterclass è nata per attirare un pubblico sempre più giovane anche su piattaforme dove solitamente si parla di poco di cinema. Il podcast è curato da Vittorio Base.

Tra i premiati delle scorse edizioni del Filming Italy: Giancarlo Giannini, Rosario Dawson, Monica Bellucci, Abrima Erwiah, Paz Vega, Anastacia, Danny Huston, Vincent Spano, Oliver Stone, Valeria Golino, Riccardo Scamarcio, Cecilia Peck, Marta Milans, Jonàs Cuaròn, Gina Lollobrigida, Jeremy Renner, Andie MacDowell, Nat Wolff, Zack Peck, Lola Karimova, Spike Lee, David Cronenberg, Claudia Cardinale, Joe Manganiello, Vanessa Hudgens, Benjamin Mascolo, Jeremy Piven, Edward James Olmos, Raoul Bova, Nolan Funk, Bella Thorne, Halston Sage, Michael Madsen, Salvatore Esposito, Matteo Garrone, Edoardo Ponti, Winston Duke, Gabriele Salvatores, Tiziano Ferro, Gabriele Muccino, Maria Sole Tognazzi, Paola Cortellesi, Il Volo, Jackie Cruz, John Turturro, Carol Alt, Dante Ferretti, Francesca Lo Schiavo, Gianmarco Tognazzi, Jean Sorel, Vincent Spano, Stefania Sandrelli, Susanna Nicchiarelli, Elena Sofia Ricci, Giovanni Veronesi, Margherita Buy, Rocco Papaleo, Pif, Kasia Smutniak, Vincenzo Salemme, Alessandro Siani, Luisa Ranieri, Gabriele Mainetti, Frank Matano, Massimiliano Bruno, Matilda De Angelis, Greta Scarano, Mahmood, Claudia Gerini, Margherita Mazzucco, Aldo, Giovanni e Giacomo, Nina Zilli, Tom Ellis, Dolph Lundgren, Jimmy Akingbola, Tembi Locke, Nida Khurshid, Tomas Arana, Caterina Scorsone, Ashley Greene, Radha Mitchell, Diane Warren, Sarah Ferguson, Kim Rossi Stuart, Paolo Virzì, Riccardo Milani, Abel Ferrara, Francesca Comencini, Walter Veltroni, Matteo Rovere.

Anche quest’anno, Filming Italy – Los Angeles si è avvalso della partnership con Italy for Movies (www.italyformovies.it), il portale delle location e degli incentivi alla produzione realizzato da Cinecittà in collaborazione con Italian Film Commissions e coordinato dalla Direzione Generale Cinema e Audiovisivo del MiC. Il portale, disponibile anche in versione app scaricabile sugli store digitali, fornisce tutte le informazioni utili su location e incentivi disponibili per chi vuole girare in Italia il proprio film, oltre a notizie di settore e tantissime curiosità e suggerimenti di viaggio per gli appassionati che vogliono visitare i luoghi dei film.

Il Filming Italy – Los Angeles ha avuto il supporto delle maggiori case di produzione e distribuzione italiane e Major nazionali, come RAI Cinema, RAI Fiction, RAI Com, RAI Movie, SKY Italia, Vision Distribution, Groenlandia, Eagle Pictures, Fremantle, True Colours, HBO, Fandango, Medusa, Mediaset, Minerva Pictures, Titanus e diverse altre produzioni indipendenti italiane, spesso in coproduzioni internazionali con Netflix e Amazon Studios.

Filming Italy – Los Angeles aderisce al progetto di Evertreen per combattere la deforestazione e promuovere la sostenibilità ambientale, piantando in Africa un albero per ogni ospite presente al Festival. Un’iniziativa che sposa i valori ecologici e ambientali che il Festival da anni difende e porta avanti.

Per le tematiche inerenti e collegate alla salvaguardia ambientale, Filming Italy – Los Angeles rinnova anche la sua collaborazione con FareAmbiente, movimento ecologista europeo per lo sviluppo sostenibile, di cui è presidente il filosofo Vincenzo Pepe.

Filming Italy – Los Angeles è attento alla cura e la salvaguardia dell’ambiente, facendo realizzare infatti tutti i premi, i programmi e i backdrop con materiali eco-sostenibili e di riciclo, per promuovere la tutela ambientale e dimostrare che anche in queste occasioni si può avere un’attenzione per il pianeta, utilizzando materie come il vetro, un “green carpet” e materiali riciclati.

Organizzato da Tiziana Rocca, Agnus Dei e Istituto Italiano di Cultura di Los Angeles

Con il patrocinio di
Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale; Ministero delle Imprese e del Made in Italy; Ministero dello Sviluppo Economico; MiC – Ministero della Cultura, “Con il riconoscimento della Direzione Generale Cinema e Audiovisivo”; Ministero del Turismo

Sotto gli auspici
del Consolato Generale d’Italia a Los Angeles

In collaborazione con
ENIT – Agenzia Nazionale del Turismo

In collaborazione con
APA – Associazione Produttori Audiovisivi

In collaborazione con
Cinecittà

In collaborazione con
l’Ambasciata degli Stati Uniti d’America in Italia

In collaborazione con
ICE – Agenzia per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane; ITA – Italian Trade Agency

Con il patrocinio di
ANICA – Associazione Nazionale Industrie Cinematografiche Audiovisive Digitali; ANEC – Associazione Nazionale Esercenti Cinema; CONI – Comitato Olimpico Nazionale Italiano; Italy For Movies; CNA Cinema e Audiovisivo; AGIS – Associazione Generale Italiana dello Spettacolo; WIF – Women in Film TV & Media Italia e Women in Film Los Angeles; 100autori – Associazione dell’Autorialità Cinetelevisiva; Roma Lazio Film Commission; CSC – Centro Sperimentale di Cinematografia

Media Partners
Affaritaliani.it; Best Movie; Box Office; Ciak; Cinecittà News; Cinematografo.it; Corriere della Sera; Film4Life; Fortune Italia; FRED Film Radio; Grazia; MyMovies; Rai Cinema Channel; Rai Com; Rai Movie; Rai Radio 2; The Hot Corn; Variety

FONTE: ManzoPiccirillo.

© 2006 - 2024 Pressitalia.net by StudioEMPI