Skip to content

Rendez-Vous 2024: L’Essenza del Cinema Francese Rivive in Italia

Un Viaggio Cinematografico da Roma a Napoli attraverso la XIV Edizione del Festival.

Roma, Torino, Milano,  Bologna, Firenze, Napoli – XIV edizione

rv2023_instagram-inDal 3 al 7 aprile 2024 torna in Italia Rendez-Vous, il festival dedicato al Cinema Francese.

La manifestazione, alla sua XIV edizione, apre i battenti, come ogni anno, a Roma, al Cinema Nuovo Sacher, dove sono accolti film e ospiti della rassegna. Il viaggio, partito dalla Capitale, fa poi tappa, con sezioni speciali e ospiti, a: Bologna, Firenze, Milano, Napoli, Torino.

Il più prestigioso evento cinematografico italiano dedicato al cinema francese, nasce da un’iniziativa dell’Ambasciata di Francia in Italia, è realizzato dall’Institut français Italia, co-organizzato con Unifrance, l’organo di promozione del cinema e dell’audiovisivo francese nel mondo. Il responsabile del progetto è Rémi Guittet, la direzione artistica è affidata a Vanessa Tonnini.

Il festival beneficia del sostegno di BNL BNP Paribas, di Borsalino, di Château Livran, dell’Hotel Sofitel Rome Villa Borghese e della Fondazione Nuovi Mecenati – fondazione franco-italiana per la creazione contemporanea.

FILM DI APERTURA | RENDEZ-VOUS 2024
MARTIN PROVOST torna al festival Rendez-Vous, per presentare in anteprima italiana, il 3 aprile, al Cinema Nuovo Sacher:

RITRATTO DI UN AMORE | BONNARD, PIERRE ET MARTHE
film di apertura della XIV edizione della manifestazione.

Presentato nella sezione Cannes Première 2023, il film racconta la relazione passionale e artistica tra il celebre pittore Pierre Bonnard e la sua compagna di arte e vita, Marthe, interpretati da una formidabile coppia di attori: Vincent Macaigne e Cécile De France.

È su questo doppio ritratto di coppia che Provost poggia il suo sguardo, indagando l’amore, la passione, la vita d’artista in un’opera di grande sensualità, impregnata di luce e malinconia.

Al suo ottavo film, il regista ritrova i temi che gli sono più cari: il rapporto tra vita e creazione, ma soprattutto l’emancipazione femminile, il rapporto delle donne in relazione al mondo dell’arte e delle istituzioni. Perché, da una ventina di anni, dai suoi primi film, La Belle épouse, Séraphine (César del miglior film), Violette, il cinema di Provost non fa che parlare di donne e di stare dalla parte delle donne.

Una passione travolgente, un’unione indissolubile, un amore fuori da ogni schema. Quando il pittore francese Pierre Bonnard – post-impressionista amico di Degas e Renoir – incontra Marthe de Méligny, cerca solo una modella disposta a posare per lui. Quello che trova è molto più di una musa: Marthe si rivela un’anima affine, una compagna d’arte e di vita, una donna dallo spirito moderno e indipendente. Il celebrato regista Martin Provost (Séraphine, Violette) racconta questa relazione densa di fascino in un film lirico e commovente, un’emozionante esplorazione del confine tra arte e vita che ha incantato il festival di Cannes.

Il film esce in sala il 16 maggio distribuito da I WONDER PICTURES e UNIPOL BIOGRAFILM COLLECTION.

RENDEZVOUS 2024 | ANTICIPAZIONI

DOMINIQUE ABEL e FIONA GORDON presentano a Roma al Cinema Nuovo Sacher, sabato 6 aprile, in anteprima italiana, L’ÉTOILE FILANTE |  I MISTERI DEL BAR ÉTOILE..

Sette anni dopo il successo di Paris Pieds Nus, presentato al festival Rendez-Vous, Abel e Gordon tornano con il loro charme inconfondibile, burlesque e poetico, in una commedia che si vena di noir.

Al quinto lungometraggio, presentato in apertura al Festival di Locarno 76, ritroviamo i due funamboli alle prese con una stravagante inchiesta poliziesca. A suon di sofisticate gag, coreografie raffinate e buffe, una armoniosa palette di colori primari, il duo, rovistando nel passato dei personaggi, illumina il loro presente. Puro distillato di gioiosa e infantile malinconia, un concentrato del cinema cui Abel e Gordon ci hanno abituati.

Boris è un ex attivista che lavora in incognito in un bar, L’Étoile filante. Quando una delle sue vittime lo riconosce e si presenta nel locale per vendicarsi, Boris riesce a salvarsi. Sfruttando l’opportunità di farsi scambiare per il suo sosia, il depresso e solitario Dom, Boris pianifica la fuga insieme all’ingegnosa compagna Kayoko e al loro amico Tim, ma i tre non hanno fatto i conti con la detective privata Fiona, la sospettosa ex moglie di Dom. Al loro quinto film, Abel e Gordon passano dalla commedia al noir, senza perdere un grammo del loro umorismo tragicomico e del loro stile poetico e surreale.

Il film uscirà in sala il 18 aprile distribuito da ACADEMY TWO.

FEMMINILE PLURALE | Il cinema giovane di Rendezvous 2024

La XIV edizione di Rendez-Vous si fa manifesto del cinema francese al femminile, segnando il tempo di una giovane generazione – ma non solo- che pone al centro storie di donne che celebrano il femminile plurale.

Se l’ultimo numero dei Cahiers du Cinéma titola: Les femmes sont dans la place ! indagando anche in termini numerici la presenza e il percorso di questo cinema, Rendez-Vous è felice di portarne in Italia un assaggio. Sono storie irriverenti e anticonformiste, che si tratti di cinema pop o d’autore.

Ecco qualche anticipazione.

DELPHINE DELOGET, accompagnata dalla protagonista VIRGINIE EFIRA, presenta a Roma, al Cinema Nuovo Sacher, venerdì 5 aprile, in anteprima italiana, RIEN À PERDRE | NIENTE DA PERDERE.

L’opera prima di Deloget, reporter e cinéaste du réel, conferma le sue doti registiche come il talento di Virginie Efira, nel ruolo intenso e commovente di una madre che lotta contro un errore giudiziario che le ha portato via suo figlio. Un dramma sociale ritmato ed emozionante, indagato con uno sguardo puro, distaccato, con la macchina da presa che resta incollata alla sua protagonista. “Volevo filmare”, dice la regista, ”quello che resta in una famiglia, quando tutto esplode”. Il film è stato presentato a Cannes, nella sezione Un Certain Regard 2023.

Sylvie (Virginie Efira) vive a Brest con i due figli, Sofiane e Jean-Jacques. Una notte, Sofiane si fa male mentre è solo in casa e la madre è al lavoro. I servizi sociali vengono allertati e il bambino è affidato ad un istituto. Convinta di essere vittima di un errore giudiziario e forte dell’amore dei suoi figli, Sylvie cerca di riconquistare Sofiane ad ogni costo. Nel suo passaggio dal cinema del reale alla fiction, Delphine Deloget indaga le zone d’ombra della nostra società in un avvincente e straziante dramma sociale su una madre imperfetta e coraggiosa che si rifiuta ostinatamente di conformarsi al sistema.

Il film uscirà in sala il 25 aprile distribuito da WANTED CINEMA.

IRIS KALTENBÄCK presenta a Roma al Cinema Nuovo Sacher, domenica 7 aprile, LE RAVISSEMENT.

Presentato alla Semaine de la Critique, pluripremiato e amato dalla critica, il film di esordio di Kaltenbäck è un commuovente e misterioso thriller dell’anima, affidato all’eccellente interpretazione di Hafsia Herzi. Come una bugia può capovolgere tutto e far emergere una verità più grande? Da questi interrogativi nasce una poetica cronaca della solitudine urbana di una giovane donna in una Parigi inconsueta, riflessione altra sulla maternità e sul femminile.

Lydia (Hafsia Herzi) è un’ostetrica concentrata sulla sua carriera in un ospedale parigino. Appena lasciata dal fidanzato, viene a sapere della gravidanza della sua migliore amica Salomé (Nina Meurisse) e intravede la possibilità di una relazione nell’incontro occasionale con Milos (Alexis Manenti). È la miccia che accende un piano che la farà sprofondare in un vortice di solitudine e menzogne. Al suo primo lungometraggio dopo aver studiato alla Fémis e lavorato nello studio di un avvocato penalista, Iris Kaltenbäck gira un dramma intimo e personale sul rapporto con la maternità e sul senso di colpa. Prix Sacd de la Semaine della Critique, Prix Lumière, Prix Louis-Delluc e Premio del sindacato della critica come miglior opera prima.

Il film uscirà in sala ad aprile distribuito da SATINE FILM DISTRIBUZIONE.

OSPITE D’ONORE CATHERINE DENEUVE | Icône in liberté

Ospite d’onore della XIV edizione di Rendez-Vous è CATHERINE DENEUVE.

Riconosciuta nel mondo intero per il suo talento di attrice, camaleontica e ribelle, insofferente agli schemi, oltre sessant’anni di carriera, più di 120 film, una carriera in divenire, Catherine Deneuve è una icona ultramoderna che sfugge alle definizioni.

Stella assoluta del cinema francese, riesce a donare a ogni ruolo una piccola verità di sé, pur mantenendo una distanza di sicurezza che le permette di coltivare un’eterna aura di mistero.

Ci sorprende ancora con il ruolo brillante e irresistibile di Bernadette, ovvero Madame Chirac, nella commedia incentrata sulla figura della moglie del due volte Presidente francese.

L’attrice presenterà – il 7 aprile a Roma, al Cinema Nuovo Sacher, in anteprima italiana – al fianco della regista LÉA DOMENACH:

BERNADETTE | LA MOGLIE DEL PRESIDENTE

Bernadette Chodron de Courcel (Catherine Deneuve) è la première dame di Francia, moglie del presidente Jacques Chirac (Michel Vuillermoz). Quando entra finalmente all’Eliseo, dopo aver lavorato una vita intera all’ombra del marito, spera di ottenere il posto che le spetta. Messa da parte perché giudicata troppo antiquata, fredda e austera, Madame Chirac decide di prendersi la sua rivincita diventando la first lady più amata dai francesi.

Al suo esordio, Léa Domenach firma un biopic irriverente e anticonformista: il ritratto di una donna che si libera dal suo stereotipo per trasformarsi in un’icona femminista, incarnata da una Catherine Deneuve pop e regale insieme.

« Il film racconta la rivincita di una donna che, troppo a lungo imprigionata nel suo ruolo di mamma e moglie, prende in mano il suo destino » racconta la regista che sottolinea come il racconto sia costruito in un equilibrio tra realtà e finzione, una sorta di falso biopic in cui « Bernadette è prima di tutto l’eroina di una favola e di una satira bienveillante ».

BERNADETTE con il titolo: LA MOGLIE DEL PRESIDENTE arriverà nelle sale l’11 aprile 2024 distribuito in Italia da EUROPICTURES.

La delegazione francese sarà ospite del Sofitel Rome Villa Borghese dove si svolgeranno anche gli incontri stampa.

Le proiezioni sono in versione originale con sottotitoli in italiano.

rendezvouscinemafrancese.it
institutfrancais.it
it.ambafrance.org
sacherfilm.eu
www.unifrance.org

FONTE: Ufficio Stampa REGGI&SPIZZICHINO Communication.

© 2006 - 2024 Pressitalia.net by StudioEMME