Skip to content

AK-Cronaca

Taobuk, Mattarella all’inaugurazione dell’installazione di Isgrò

(Adnkronos) – La Sicilia, isola delle letterature, torna al centro del Mediterraneo rivendicando il suo ruolo di cerniera tra Oriente e Occidente. “La partecipazione del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella a Taobuk è un potente messaggio di riaffermazione della centrale valenza storica e geopolitica della Sicilia, tanto più nello slancio della ripartenza globale postpandemica”. Il festival renderà omaggio al Capo dello Stato, che presenzierà alla celebrazione del centenario dalla morte di Giovanni Verga, uno dei padri della letteratura europea, con una riflessione sul ruolo del Sud – e della Sicilia – come epicentro culturale: finestra e crocevia di mondi. La XII edizione di Taobuk – Taormina International Book Festival (16-20 giugno) ha in calendario l’importante appuntamento per sabato 18 giugno alle ore 18 in Piazza IX Aprile, dove avverrà l’inaugurazione dell’installazione Le farfalle dei Malavoglia, cancellatura concepita da Emilio Isgrò appositamente per il festival, e realizzata con il supporto della Fondazione Sicilia. Mentre nell’attigua ex Chiesa di Sant’Agostino sarà esposta la selezione di opere di Isgrò, Le Sicilie. All’evento, dal titolo emblematico L’isola delle Letterature al centro del Mare Nostrum, interverranno l’ideatrice e direttrice di Taobuk Antonella Ferrara, il maestro dell’arte della cancellatura Emilio Isgrò, lo scrittore Paul Auster, uno dei giganti della letteratura contemporanea, e il premio Nobel per la Fisica Giorgio Parisi. Coordinerà la giornalista Elvira Terranova, da anni alla guida della redazione siciliana dell’agenzia Adnkronos.

LEGGI

Omicidio Ciatti, padre Niccolo’: “Cerchiamo giustizia vera, indagini fatte in Italia serie”

(Adnkronos) – “Noi cerchiamo giustizia, una giustizia vera e seria. Credo che sia molto importante velocizzare questo procedimento. Le indagini fatte in Italia sono state serie e potrebbero portare a una condanna giusta”. Così al termine dell’udienza davanti alla Terza Corte di Assise di Roma Luigi Ciatti, padre di Niccolò, il 21enne di Scandicci pestato a morte la notte tra l’11 e il 12 agosto del 2017 in una discoteca di Lloret de Mar, in Spagna, dove si trovava in vacanza con un gruppo di amici.

LEGGI

© 2006 - 2023 Pressitalia.net - Edizioni Le Colibrì: P.Iva 03278920545