Skip to content

AK-Sostenibilità

A2A leader nell’elettrificazione della mobilità aziendale

(Adnkronos) – A2A raggiunge un ulteriore importante traguardo nell’ambito dei propri obiettivi di sostenibilità: con la nuova flotta di veicoli aziendali elettrici e la relativa infrastruttura di ricarica il Gruppo è tra i leader in Italia nella mobilità elettrica per le flotte aziendali. L’iniziativa si inserisce all’interno del Piano Industriale al 2030 di A2A per promuovere la decarbonizzazione investendo nel segmento della mobilità elettrica. Aggiornato lo scorso gennaio, il business plan mira a raggiungere il target di ’emissioni zero’ del gruppo entro il 2040, un decennio in anticipo rispetto alla data prevista del 2050. All’evento di presentazione, avvenuto oggi nella sede di via Lamarmora a Brescia, sono intervenuti il sindaco di Brescia Emilio Del Bono, il presidente Marco Patuano e l’Amministratore Delegato di A2A Renato Mazzoncini.

LEGGI

Sardegna: con le app la mobilità è più sostenibile

(Adnkronos) – Dalle idee vincitrici del Climathon Cagliari 2020 sono nati due progetti per la mobilità sostenibile e per la riqualificazione degli spazi abbandonati: ’PiP – Prendi i Piedi’ e ‘Citympath’, nati e realizzati rispettivamente dal dipartimento di Architettura dell’Università di Cagliari e dalla società Greenshare. La prima ha l’obiettivo di promuovere la mobilità dolce e l’esplorazione attraverso il gioco. Il giocatore viene invitato a prendere parte a un’avventura ambienta nel quartiere di Is Mirrionis di Cagliari (in foto) e nel territorio del Comune di Selargius. La seconda invece è un’app che, attraverso un sistema di premi, sconti e offerte, spinge gli utenti ad una mobilità sostenibile.

LEGGI

I mari italiani sempre più caldi

(Adnkronos) – I mari italiani sono in balia di un’ondata di calore. E’ quanto emerge da un monitoraggio del Centro Mediterraneo sul Cambiamento Climatico, che sottolinea come le temperature delle acque nel mar Ligure e del golfo di Taranto siano 5 gradi più alte della media del periodo. L’anomalia interessa ampi settori del Mediterraneo occidentale e centrale. Per quanto riguarda l’Italia, i primi segnali risalgono addirittura all’inizio di maggio. Infatti il 10 maggio le temperature del mare erano già 4°C sopra la norma del periodo 1985-2005, con picchi in superficie anche di 23 gradi.

LEGGI

Australia, crescono le emissioni di CO2

(Adnkronos) – Le emissioni di anidride carbonica dell’Australia sono aumentate di quasi l’1% nel 2021, per un totale di 4,1 milioni di tonnellate di CO2 in più. La causa va ricercata nella maggiore produttività del settore manifatturiero e del settore agricolo. L’aumento, che secondo le autorità dovrebbe confermarsi anche nel primo trimestre del 2022, rappresenta una sfida per il nuovo governo laburista, che ha rafforzato l’impegno del Paese per il clima, con l’obiettivo di ridurre le emissioni del 43% rispetto ai livelli del 2005 entro il 2030.

LEGGI

Alfonsi (Roma Capitale): “Con Conou il 90% degli oli usati torna a nuova vita”

(Adnkronos) – “Ringrazio il Conou perché oggi inaugura una stagione di rinnovato rapporto con il Comune di Roma per la tutela dell’ambiente. Un modo per far diventare ricchezza la raccolta differenziata. Con loro, il 90% degli oli usati torna ad una nuova vita. Siamo felici che questa loro campagna parte dalla Capitale e dal suo mare. L’ambiente ha bisogno di azioni da subito”. Così l’assessora all’agricoltura, ambiente e ciclo dei rifiuti di Roma Capitale, Sabrina Alfonsi, nel corso del suo intervento all’inaugurazione di un nuovo punto di raccolta degli oli minerali usati del Conou al Porto Turistico di Roma.

LEGGI

Piunti (Conou): “Rigeneriamo oli naturali trasformandoli in una nuova risorsa”

(Adnkronos) – “Noi come Conou, raccogliamo e rigeneriamo migliaia di tonnellate di oli minerali che sono un rifiuto pericoloso e cancerogeno. Dobbiamo dare ai diportisti un servizio efficiente così da poter consegnare l’olio usato perché se consegnato nel modo giusto, lo si può rigenerare. Un modo questo per aiutare l’ambiente, trasformando gli oli in una nuova risorsa senza andare a prenderli in Russia o Arabia Saudita”. Così il presidente di Conou, Riccardo Piunti, nel corso del suo intervento all’inaugurazione di un nuovo punto di raccolta degli oli minerali usati del Conou al Porto Turistico di Roma.

LEGGI

Per 85% aziende Pnrr opportunità per dare impulso alla sostenibilità

(Adnkronos) – Nel 2021 sono entrati in scena degli investimenti del Pnrr che promettono un forte impulso al mondo della sostenibilità e della Csr. L’85% delle grandi aziende italiane intervistate crede nella capacità di incentivazione del Pnrr nei confronti delle pratiche sostenibili, ma di questo segmento largamente maggioritario il 55% è interlocutorio, la ritiene una probabilità e non una certezza. E’ quanto emerge dal X Rapporto Csr sull’impegno sociale promosso dall’Osservatorio Socialis.

LEGGI

Un’alga alpina fa sciogliere (di più) i ghiacciai

(Adnkronos) – Sono conosciute come “sangue di neve” e il motivo è presto detto. Si tratta di alghe che normalmente sono di colore verde ma nella neve accumulano un piccolo pigmento rosso per proteggersi dai raggi UV, creando tipiche chiazze rosse nei ghiacciai alpini. La loro presenza è in grado di accelerare lo scioglimento dei ghiacciai, già messi a dura prova dall’innalzamento delle temperature, poiché il colore rosso riduce la capacità di riflettere il calore del sole. I ricercatori del CEA Centre de Grenoble sostengono inoltre che i volumi di alghe aumentano a causa dei cambiamenti climatici: una maggiore presenza di anidride carbonica nell’atmosfera favorisce le fioriture.

LEGGI

L’inquinamento ci danneggia più del fumo

(Adnkronos) – L’inquinamento provoca alla salute più danni del fumo. E’ quanto emerge da uno studio pubblicato dall’Energy Policy Institute dell’Università di Chicago, che sottolinea come l’inquinamento atmosferico riduca di 2,2 anni la speranza di vita, mentre il fumo da sigaretta “soltanto” di 1,9 anni. Secondo le stime, il 97,3% della popolazione mondiale vive in luoghi dove la qualità dell’aria non soddisfa i requisiti minimi previsti dall’Organizzazione mondiale della sanità. Se queste linee guida venissero rispettate, l’aspettativa di vita media globale aumenterebbe da circa 72 a 74,2 anni.

LEGGI

© 2006 - 2022 Pressitalia.net - Edizioni Le Colibrì: P.Iva 03278920545